Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 13 marzo 2017

Nel migliore dei mondi, per ora - AT

Oltre un anno di sorprese economiche positive ha favorito il mercato azionario in confronto ai titoli di stato, un rapporto che è destinato a cambiare. Gli investitori temono che il surriscaldamento del ciclo economico potrebbe avere un effetto negativo sulle Borse mondiali. L'azionario americano non registra una perdita superiore all'uno percento da...
cinque mesi. In Italia i rendimenti sui titoli di stato continuano a seguire la tendenza al rialzo iniziata alla fine dell'anno scorso. Malgrado la politica monetaria della Banca centrale europea, con il quantitative easing e la promessa di tassi bassi ancora a lungo, l'euro potrebbe rivalutarsi nel rapporto con il dollaro.

Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "Viviamo nel migliore dei mondi ma non è necessariamente una buona notizia nella misura in cui non si riesce più a sorprendere gli investitori, e quando gli investitori sono scarsamente stimolati tendono a disimpegnarsi dal mercato azionario a favore del reddito fisso che comincia ad essere più interessante di un anno fa, significa che nei prossimi mesi i ritorni dall'azionario saranno meno brillanti, dovremo essere più parsimoniosi e meno esigenti di quanto siamo stati finora".


1 commento:

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".