Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

domenica 30 ottobre 2016

Draghi, lo stimolo funziona così com'è, per altro ripassate a dicembre

La Bce lascia il programma di stimolo e i tassi di interesse ancora invariati. Il presidente Draghi indica che il quantitative easing potrebbe finire in modo graduale e che la banca centrale potrebbe annunciare il prolungamento del programma a dicembre. Draghi conferma le aspettative di un avvicinamento dell'inflazione all'obiettivo entro i primi...
mesi del 2019 anche se ancora non vede una convincente tendenza all'aumento dei prezzi al consumo. L'Italia non sta facendo abbastanza per adattare la sua politica fiscale alle facilitazioni fornite dalla banca centrale.

Fausto Panunzi - Professore di economica politica dell'Università Bocconi, da Milano: "Draghi ha ribadito che le cose stanno funzionando così come sono e quindi da una parte ha dato un segnale di stabilità e dall'altra ha alimentato speculazioni sulla fine del programma di stimolo, a dicembre vedremo come Draghi riuscirà a mettere insieme le istanze dei paesi più rigoristi e quelle dai paesi che sono rimasti indietro nel ciclo economico e sono favorevoli alla continuazione di questo programma".


Nessun commento:

Posta un commento

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".