Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 15 marzo 2016

Super Mario va oltre le aspettative ma da solo non può più salvare l'Europa

La Banca centrale europea riduce tutti i tassi di interesse. Aumenta la potenza del programma di acquisto mensile di obbligazioni - il cosiddetto Quantitative Easing - di un terzo, da 60 a 80 miliardi di euro e inserisce anche le obbligazioni aziendali tra gli attivi acquistabili da aprile. Annuncia una nuova serie di prestiti a lungo termine alle banche che...
inizierà a giugno - TLTRO II - e che comporta una potenziale sovvenzione alle banche stesse. È l'ennesimo tentativo di Mario Draghi per evitare la deflazione nella zona euro e potrebbe essere l'ultimo.

Fausto Panunzi - Professore di economia politica dell'Università Bocconi in collegamento da Milano: "Draghi da solo non può salvare l'Europa, quando si arriva a tassi così bassi dovrebbe entrare in azione la politica fiscale, fare investimenti in questo periodo con tassi così bassi è qualcosa che sembra ovvio almeno per i paesi che non hanno problemi pressanti con il debito pubblico, questo è il limite che Draghi non può valicare".


3 commenti:

  1. Non è possibile uscire dalla deflazione (come insegna il Giappone) solo con la politica monetaria "accomodante". Senza aumentare i redditi e il potere d'acquisto delle famiglie il QE è praticamente inutile. In economia, lo dovrebbe sapere il professore Fausto Panunzi, non conta la moneta emessa ma quella spesa!

    RispondiElimina
  2. d ' accordo con Lello, mi sorprendono i professori ...non ne azzeccano una , tutti al soldo di un sistema che oramai ha mostrato piu' di un fallimento, le ricetrte ci sono , ma non saranno i banchieri e le banche centrali a risolvere un problema da loro stessi creato per soddisfare gli egoismi di pochi.

    RispondiElimina
  3. Lello e Alessandro, provate a imparare qualcosa invece di sparare fesserie. Mettetevi bene in testa che il principale problema dell'Italia sono gli ignoranti, arroganti e presuntuosi come voi. Evitate ulteriori commenti come i due sopra, qui non sono benvenuti.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".