Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 8 dicembre 2015

Draghi, più stimolo perché funziona

La Banca centrale europea annuncia una serie di misure per combattere l'inflazione troppo bassa, da un taglio ai tassi di interesse al potenziamento del programma di acquisto di attivi di almeno 360 miliardi di euro. Gli investitori reagiscono con scetticismo, mandano l'euro in rialzo, e le azioni e le obbligazioni in ribasso. Il Financial Times contribuisce...
al nervosismo degli investitori, poi corregge e si scusa. Le nuove stime su inflazione e crescita della banca centrale deludono ancora. Inizia una nuova fase della politica monetaria globale con la Bce che aggiunge stimolo mentre l'americana Federal Reserve si prepara ad alzare i tassi di interesse

Fausto Panunzi - Professore di economia politica dell'Università Bocconi da Milano: "Se guardiamo agli indicatori di inflazione e crescita, dire che la politica di Draghi sta funzionando sembra azzardato. Draghi ha fatto qualcosa, ci aspettavamo dalla volta scorsa che facesse qualcosa, sarà sufficiente? Le sfide per l'economia mondiale sono molteplici e in questo clima economico è difficile aspettarsi miracoli da qualunque azione di politica monetaria, incluse quelle della Banca centrale europea".


1 commento:

  1. Beh ! In realtà il mondo ha un solo problema è pieno di debiti e di mutuatari PONZI cioè soggetti che per ripagare un debito devono farne un altro , secondo voi quanto può durare questa situazione , tenendo presente che questa enorme liquidità arriva solo in minima parte all'economia reale , e in larga parte rimane nei cassetti delle banche che poi obbligano i loro dipendenti a vendere prodotti ad alto rischio ai loro clienti per fare cassa . Mi sa che in fondo al tunnel non c'è la luce ma un muro di cemento armato.
    Saluti pietro

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".