Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 12 maggio 2014

Draghi: stimolo a giugno e più Europa

Il presidente Draghi indica che la Bce è pronta ad agire a giugno, se sarà necessario. Intanto la Banca centrale europea lasciai tassi di interesse invariati al minimo storico e prende ancora tempo per valutare se la ripresa della zona euro stia causando inflazione. La voglia di quantitative easing trasmessa ad aprile si assopisce a maggio e il QE viene a...
malapena nominato mentre Draghi ribadisce le serie preoccupazioni sulla forza dell'euro. Il presidente della Bce vede un futuro con più integrazione e non una rinazionalizzazione delle economie della zona euro.

Fausto Panunzi - Professore di economia politica dell'Università Bocconi da Milano: "La novità stavolta è che Draghi ha creato attese per un'azione a giugno e le ha motivate in maniera piuttosto chiara, sul quantitative easing non ha detto nulla e le domande rimangono inevase mentre l'altra grande novità è l'enfasi sul tasso di cambio dell'euro che dimostra l'intenzione di Draghi di intervenire anche su questo fattore che pesa su inflazione e esportazioni".



1 commento:

  1. Buongiorno,

    come al solito molto chiaro il Prof. Panunzi.

    Sono per l'Euro non sono per chi gestisce l'Euro.

    Aldo

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".