Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

domenica 9 marzo 2014

Ieri è storia, oggi é un regalo, domani non è più un mistero

Lo Standard & Poor's 500 sale al massimo di tutti i tempi, l'indice era calato dal record precedente il 3 marzo e si era unito alla vendita dell'azionario globale seguita ai timori che la presenza militare della Russia in Ucraina potesse causare un conflitto più grave, dopo che il Presidente Vladimir Putin, aveva ricevuto l'approvazione del Parlamento per...
mandare le troppe nel paese. La volatilità e il dramma potrebbero continuare nelle prossime sessioni del mercato azionario.

Marco Bonelli - Responsabile mercato azionario di IFS Securities da New York: "Penso che siamo all'inizio di un mercato rialzista per quanto riguarda l'azionario degli Stati Uniti, un mercato toro che potrebbe durare almeno un decennio e che potrebbe portarci a dei livelli che adesso risulterebbero assolutamente esagerati, questo é il messaggio che ricevo dal mercato".



4 commenti:

  1. Ciao Marco, ti seguo giá da tempo e sono d`accordo sulla tua visone di lungo termine riguardo alla possibile nascita di un bull trend secolare per il mercato americano che possa durare molti anni e forse anche un decennio. Per quanto riguarda il 2014 invece non riesco a capire quali elementi positivi riesci a vedere per l'anno in corso in quanto ci sono segnali (per esempio il January effect che so che anche tu segui) che non sono positivi per il 2014 ( altro elemento negativo che credo segui è che il 2014 fa parte del mid-term election year e che come sai è il peggiore del ciclo presidenziale che dura 4 anni). Intendiamoci io non credo che il 2014 sarà un anno di crisi ma penso si possa andare per un anno neutro/leggermente negativo e non capisco su quali argomenti ti basi per ipotizzare un +10/15% per l'anno in corso (dopo un circa +30% dell'anno passato) e addirittura anche un'estate positiva contro "statistica" (come anche tu hai ricordato). Grazie moltissimo per i tuoi video sempre molto molto interessanti.

    RispondiElimina
  2. Complimenti a Marco Bonelli per la chiarezza espositiva e per la lucidita' interpretativa dei mercati. Riesce a vedere il trend di medio e lungo termine del mercato indipendentemente dalle situazioni contingenti. Spero vivamente che ritorni presto su Vloganza.
    Grazie anche a Vloganza per questa informazione indipendente.
    marco

    RispondiElimina
  3. Penso che Bonelli abbia ragione riguardo al mercato americano.
    Il mio ragionamento è che lo spirito di frontiera dei pionieri non ha mai cessato di esistere e che, vuoi per necessità o per sogno, ci siano cose grosse che bollono in pentola. D'altro canto come giustificare l'esplosione azionaria di Tesla in relazione alla esiguità per pezzi annuali prodotti, se non si comprende il respiro al gas di scarico di Los Angeles . La conseguenza laterale sarebbe la nascita di uno stabilimento per produrre batterie al litio ad alta resa e a costo contenuto. Si parla di 6500 dipendenti. Dovesse avvenire una cosa simile in Italia....magari! Si parla di Apple e un orologio con programmi rivolti alla salute. Metti che questo orologio ti avvisi se sei in procinto di avere un infarto e che l'apparecchio oltre a funzionare bene costi 300/400 dollari, sarebbe una rivoluzione e almeno 500 milioni di pezzi venduti nel mondo. Una fortuna per gli investitori ed un cambio di paradigma sociale. Per brevità non stiamo qui ad elencare la tecnologia delle stampanti in 3D, i programmi di Ferrari, Volvo ed altre case automobilistiche con Apple ed i suoi concorrenti o altre cose che al momento mi sfuggono. Questo fa fare passi avanti nella tecnologia e quindi cambiamenti che possono solo concretizzarsi in programmi decennali. Con tutto ciò possiamo sempre sbagliare.

    Giorgio

    RispondiElimina
  4. Grande Luciano...gli ospiti che contano li intervisti solo tu!!!
    Marco è semplicemente un mito: chiaro, limpido e sicuro.
    Ho sempre avuto il grande dubbio se il minimo del secolo era stato fatto o no!
    Marco l'ha detto chiaramente.... il mercato orso partito nel 2000 è finito nel 2009 dove è ripartito un bull market secolare nell'incredulità di tutti! e i bull market vanno su, su, su!!!
    Sarà stata la liquidità immessa dalle banche centrali, i tassi a zero, o la teoria dei vasi comunicanti di Bonelli, ma resta il fatto che Wally sale da 5 anni e in pochi ci hanno creduto!
    Comunque prima o poi una correzione arriverà.... forse prima che poi secondo me.
    Mirko trader

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".