Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 10 dicembre 2013

Gli equilibrismi del drago

La Banca centrale europea mantiene il tasso di interesse di riferimento invariato al minimo storico, riduce le previsioni sul livello di inflazione e conferma che i tassi rimarranno bassi per il futuro prevedibile. Il Presidente Mario Draghi avverte che l'Eurozona rischia un periodo di bassa inflazione ma nega che ci sia un pericolo deflazione in stile giapponese e...
conferma che la Bce è pronta ad agire con ogni strumento a disposizione, senza indicare quali.

Fausto Panunzi - Professore di economia politica dell'Università Bocconi da Milano: "Il vero test sull'efficacia delle azioni della banca centrale sarà la capacità di riprese dell'economia europea nei prossimi anni, anche se non dobbiamo pensare che la Bce possieda tutte le chiavi di risoluzione della crisi perché c'è un ruolo ad esempio della politica fiscale che non è sotto il controllo della Bce e che potrebbe invece essere molto importante per accelerare la ripresa dell'economia".



1 commento:

  1. Buonasera, condivido il pensiero di Fausto Panunzi sul fatto che sia fondamentale la politica fiscale ma credo che la BCE potrebbe fare di piu' fornendo ad esempio fondi alle banche con un vincolo di destinazione al sistema impresa. Ad esempio i fondi potrebbero essere usati per scontare il debito delle pubbliche amministrazioni nei confronti delle imprese.
    Complimenti ancora e peccato che l'informazione ottima e indipendente fornita da Vloganza sia diminuita quantitativamente rispetto al passato.
    cordialmente
    marco

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".