Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 30 agosto 2013

Il canto dell'orso, economia permettendo - Analisi tecnica

Il ribasso corale dell'azionario americano registrato nel mese di agosto crea le premesse per il recupero degli indici. Eppure il cambiamento del contesto generale, portato dalla diminuzione dello stimolo monetario della Federal Reserve con la conseguente azione combinata di dollaro forte e tassi di interesse in aumento rappresenta una minaccia per...
l'andamento dell'economia, e getta il seme delle crisi future. Inoltre il settore immobiliare, appesantito dal più alto costo dei mutui, può rallentare lo sviluppo della fragile ripresa.

Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "Ci sono le premesse per una recupero dell'azionario dopo un agosto negativo ma stiamo andando verso un contesto di fattori macroeconomici meno accomodante che può portare a una più bassa propensione verso le azioni rispetto a quanto fatto finora, quindi rialzo tattico ma strategicamente si vanno delineando le condizioni per una maggiore cautela sul mercato azionario".


1 commento:

  1. Dobbiamo quindi aspettarci un mix micidiale di credit crunch alla cantonese, crisi immobiliare al vapore, insolvenza del debito delle amministrazioni locali in agrodolce e collasso dello shadow banking alla soya?
    Le uniche minacce all'economia globale che vedo possibili, dopo esserci lasciati alle spalle la crisi dei subprime e la crisi del debito europea, arriveranno con ogni probabilità dall' Asia, anche se le magie della finanza creativa potrebbero stupirci, ancora una volta, con effetti speciali.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".