Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 9 luglio 2013

Gli investitori e l'impostazione bipolare tra Stati Uniti e Europa

Il mercato azionario europeo e le obbligazioni di Italia e Spagna avanzano per la seconda settimana, l'impegno della Banca centrale europea a mantenere i tassi di interesse bassi ancora a lungo asseconda la domanda di attivi a più alto rendimento. Negli Stati Uniti gli investitori sull'azionario iniziano a interpretare i dati economici positivi come delle...
buone notizie, invece che come un avvicinamento della fine dello stimolo monetario della Fed. Inizia la stagione delle trimestrali americane, gli analisti nei sondaggi di stima riducono la crescita degli utili delle aziende e allo stesso tempo aumentano gli obiettivi di prezzo delle azioni.

Gianluca Braguzzi - Responsabile finanziario di PairsTech Capital Mgmt da Mantova: "Rilevo l'anomalia che in questo momento dopo tanto tempo abbiamo una correlazione diretta tra l'andamento del mercato azionario e quello dell'obbligazionario quindi questo mix di dichiarazioni tra Fed e Bce ha creato un'asimmetria rispetto ai comportamenti recenti dell'obbligazionario che era prevalentemente anti correlato a quello azionario".


1 commento:

  1. Vorrei precisare che mentre per gli indici europei è difficile un attacco ai massimi annuali nel breve periodo, ciò invece potrebbe capitare a breve agli indici USA decisamente impostati meglio. Molto dipenderà dalle dichiarazioni odierne di Bernanke.
    10.07.13 ore15.28

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".