Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

domenica 2 giugno 2013

La ripresina dell'economia americana

L'economia degli Stati Uniti cresce meno di quanto stimato in precedenza nel primo trimestre dell'anno nonostante il maggiore aumento della spesa dei consumatori dalla fine del 2010, e potrebbe rallentare nel secondo trimestre. Il prodotto interno lordo, il valore di tutti i beni e i servizi prodotti dentro i confini degli Stati Uniti, aumenta a un tasso annualizzato...
del 2,4 percento, gli economisti interpellati per il sondaggio di stima non si aspettavano una revisione dal 2,5 percento inizialmente rilevato.

Philip Corsano - Economista di Gnostam LLC da Seattle, Washington: "Fino a quando l'impresa privata negli Stati Uniti non sente la necessità di creare posti di lavoro per persone che hanno qualificazioni superiori allo stipendio minimo, é difficile che l'aumento del reddito pro capite possa trasformarsi in consumi e in uno stimolo per la crescita futura".



Nessun commento:

Posta un commento

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".