Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 7 maggio 2013

Son finiti i sogni d'oro

Il ritorno del prezzo dell'oro sopra i $1.600 l'oncia è alquanto improbabile a meno che non ci sia una crisi in medio oriente, un deciso indebolimento del dollaro o un'impennata dell'inflazione, secondo il gestore inglese Coutts & Co. Invece i fondi hedge moltiplicano le scommesse sul rialzo del prezzo del metallo prezioso al passo più veloce delle ultime...
tre settimane, secondo i dati della Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti. Accade dopo il crollo del 14 percento che l'oro ha segnato a metà aprile, il peggiore dal 1983.

Philip Corsano - Economista di Gnostam LLC da Seattle, Washington: "Con una ripresa economica debole non ci saranno grandi sorprese nel prezzo dell'oro da questi livelli, una volta tornati ad un'economia che funziona normalmente e fino alla prossima crisi il motivo di detenere un attivo che non rende nulla diventa marginale, l'oro é l'ultimo contenitore di valore, se te ne riempi il portafoglio vuol dire che hai cessato di voler vivere nel mondo reale".



6 commenti:

  1. Interessante e nuovo, almeno per me, il punto di vista di Corsano sull'oro: "Ci sono altri mille investimenti più produttivi... ". Un'idea che apre un intero mondo totalmente diverso.

    La produttività dell'investimento, ci voglio pensare ancora un po'.

    RispondiElimina
  2. Personalmente non considero l'oro come un investimento ma come valuta, riserva e assicurazione. In questi tempi di falsità, truffe, mistificazioni e follia, a tutti i livelli ed alla massima potenza, soprattutto finanziaria e politico istituzionale, nessuno è in grado di prevedere cosa potrebbe accadere da oggi a 3-5 anni, e disporre di oro e argento non è affatto come viene descritto da molti dei cantori mediatici mainstream e detrattori istituzionali solo a scopo precauzionale contro l'inflazione, che non produce rendita, ecc., ma è un bene materiale tangibile e prezioso, per chi lo possiede fisicamente, mentre quello che perde valore è quello di carta, che rimarrà solo di carta, in quanto le quantità di oro cartaceo contenute nelle promesse di consegna sono decine di volte superiori all'oro fisico esistente e producibile, quindi si tratta di una truffa globalizzata. Esistono ormai due mercati dell'oro, quello di carta che fa capo alle quotazioni fittizie del mercato finanziario (di carta) e quello reale, che scarseggia, in quanto la domanda di fisico è molto superiore all'offerta … E' ovvio che per tenere in piedi il castello di carta straccia (dollaro ed euro e yen, ecc. che pompano a ritmi da drogati) devono manipolare quello di carta e spaventare ed allontanare da esso i piccoli risparmiatori … I "sogni d'oro" esistono, eccome, ma sono i sogni degli illusi che non hanno ancora capito di vivere in una specie di Matrix nutrita di costanti menzogne, e credo che l'oro e l'argento siano appunto una piccola assicurazione contro la menzogna propalata …

    RispondiElimina
  3. Ci sono alternative all'oro... Roche e' una societa quotata in CHF con grandi potenzialita'. Comunque ripeto che un portafoglio d'investimento DEVE includere monete d'oro, la migliore moneta e' il Gold Sovereign a mio avviso [ 0.235 di un oncia, e facilmente realizzabile in ogni momento di crisi]... Chi non ricorda l'attache' case di Bond nel film "From Russia with Love", [all'interno quello che serve per ogni persona preparata all'incognite dell'azione.... Bombola gas lacrimogeno, coltello piatto da lancio ....... e........... striscia di 8 Gold sovereigns....}!!!!

    :-)

    Io personalmente acquisto oro in monete sotto il prezzo di $1,450/oz. Ma lo faccio con i proventi degli utili delle azioni che sono salite.... E continuo ad investire in alcune societa' biotech.....

    :-)

    Claudio, non ci sono solo titoli di Stato Americani, Europei o Giapponesi. Pensa che anche i fondi pensione di Entita' pubbiche in USA non comprano piu' titoli di Stato USA. Ma quelli dei paesi emergenti. Si aiuto!!! Questi sono advised dai ns. sergenti nella guerra economica contro il risparmio, i salesmen delle big bulge banks, non contente dell'ultimo disastro sparso in giro per il mondo con i CBO's................

    Li la produttivita' dell'investimento mi sembra poco attraente. No il fixed income per molti versi e' il mercato meno ideneo, ma lo dico da 2 anni e mezzo e i tazzi sul decennale USA sono ad 1.6%. Chissa' forse vanno a 1% prima di tornare al 5%!!!!

    L'azionario negli USA e' al momento un buon modo per trovare valore, [miners, cap ex industriali]. Io ho un avversione alle banche/finanziari. Dopo averci lavorato per anni ho capito che son solo acceleratori di cicili economici. Ma non avrai un ritorno sull'investimento nel 2013-14 dall'oro a mio avviso.

    Ecco con questo mi puoi dire fra un anno se i sogni d'oro si sono avverati.....

    Un cordiale saluto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della cordiale e precisa risposta, che terrò a mente e spero di poter tornare sull'argomento nei tempi indicati. Anche se ribadisco che considero l'oro un'assicurazione, e quindi non mi pongo obiettivi particolari, soprattutto a breve termine. Per il resto concordo in pieno ed ho le tue stesse avversioni ... :-)

      Elimina
  4. Salve alfredot:

    In un economia in equilibrio.... MPK = r

    Dove MPK = produttivita' marginale dell'investimento, qui ti riferisco a tutta una vasta letteratura in materia, in particolare Lester Thurow...

    r = tasso reale d'investimento del "risk free" asset, titolo di stato.

    Ora noi viviamo in un mondo dove il titoli di Stato in USA rendono meno dell'inflazione. Percio' non siamo in equilibrio.

    Oggi assistiamo ad una rincorsa al rendimento obbligazionario senza precedenti. Pensa che i junk bonds sono scesi a 5%, mai successo nella storia.

    Cio' non toglie che abbiamo aree dove ci sono delle ottime opportunita' di investimenti in asset reali, non l'oro... sempre a mio avviso.

    Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Philip, sono in sintonia e, alla produttività dell'investimento, aggiungerei l'investimento in produttività, per riportare il tutto in una qualche logica di normalità.

      Ricambio il cordiale saluto

      Elimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".