Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 15 marzo 2013

La settimana della maionese impazzita

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, garantisce la partecipazione politica all'imputato Berlusconi, i giudici accolgono l'ennesimo impedimento del capo del PDL. Il Ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata, comunica che i due Marò accusati di omicidio in India non torneranno a Delhi alla scadenza del permesso elettorale. Dal camino di...
camino di San Pietro esce fumo bianco, l'argentino Jorge Mario Bergoglio é il nuovo Papa, il primo non europeo dopo 1.200 anni. Inizia la XVII legislatura, i politici che si sono uniti per imporre austerità e tasse ai contribuenti si preparano a combattere per i loro privilegi mentre il movimento di protesta di Beppe Grillo entra in Parlamento e cerca ruoli chiave.

Stefano Cordero di Montezemolo - Economista, docente, esperto di finanza da Milano: "Questi fatti dimostrano che l'Italia ha bisogno di una fase riformativa profonda, certo che l'alternativa di questi nuovi movimenti politici che si affacciano non mi pare sia la soluzione del problema, é il modo per scardinare un sistema ormai finito, logoro, incapace di dare delle risposte ma non é li che troveremo la soluzione".



9 commenti:

  1. Seguo Vloganza da tempo con curiosità, interesse e crescente ammirazione per il modo in cui sono scelti e trattati i temi delle interviste e per l'onestà intellettuale che si respira nel sito.

    Il prodotto, che a noi arriva sotto forma di un semplice video da cliccare, deve richiedere un enorme lavoro di produzione, organizzazione e esperienza che non riesco nemmeno ad immaginare e che non ho minimamente trovato da nessuna altra parte. A questo bisogna aggiungere la preparazione dei vari ospiti che aiutano a capire tra le tante contraddizioni della società in cui viviamo.

    Complimenti anche per il nuovo sito, lo trovo molto bello, un deciso passo avanti dal nero precedente, che pure aveva il suo fascino.

    Ho sempre seguito in silenzio e in questo mio primo commento voglio solo sottolineare un enorme GRAZIE a Luciano per dare vita a Vloganza.tv.

    Ad maiora!

    RispondiElimina
  2. Ciao Alfredot, grazie a te.

    Mi fa piacere che tu sia passato dal silenzio alle parole e anche che ti piaccia il nuovo sito, iniziavo a pensare che nessuno si fosse accorto del cambiamento.

    Ad maiora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è indifferenza, è che spesso ed inconsciamente speriamo di essere telepatici e che il nostro consenso ed apprezzamento arrivi tramite onde alfa ... :-)

      Elimina
    2. Grazie Claudio, però mi sa che anche le onde alfa hanno bisogno di qualche mezzo di trasporto.

      Elimina
  3. Che il caso dei marò sia un pasticciaccio, non ci piove. Mancare alla parola data è grave, esattamente come minacciare di non ripagare i debiti.

    Questa vicenda, però, passa in second'ordine se paragonata ai "due clown" (vedi Steinbruck o la copertina dell'Economist), pagliacci creati dal ventennale fallimento del centrosinistra di rendersi autorevole e credibile, quindi non meno pagliaccio degli altri.

    Sul fatto che questo papa si sia opposto ai matrimoni gay, beh, ha semplicemente fatto ciò che predica. La vergogna è che sia lo Stato a rifiutarsi di riconoscere le unioni al di fuori della tradizione.

    Questa è la tipica linea dello "stato etico", che prende decisioni che competono agli individui, e che in tante altre occasioni viene (ahimé) invocato dal popolo. "Stato etico", che invece sento sempre troppo invocare.

    Perché da molti viene riconosciuto allo Stato il diritto di prevaricare l'individuo su temi come la salute e l'istruzione (pretendendo l'obolo fiscale anche da chi vorrebbe gestirsi autonomamente) e non sul riconoscimento di un matrimonio? Un classico esempio di contraddizione in cui ristagna il centrosinistra (rappresentanti ed elettori) e che nel tempo ha partorito Berlusconi e Grillo.

    Condivido pienamente il riconoscimento di qualche merito a Ratzinger nell'aver cercato di arginare le porcherie delle curie sparse per il mondo soprattutto in tema di pedofilia, in netta controtendenza rispetto al nefando periodo oscurantista di Wojtyla.

    Il nuovo papa che presenta la povertà come un valore mi fa semplicemente rabbrividire, così come il discorso della Boldrini: eppure mi pare che entrambi abbiano raccolto applausi.

    Forse lo vedo solo io, ma a me sembrano contraddizioni gigantesche. Come si fa a predicare di tornare a sandali e saio e allo stesso tempo lamentarsi dell'austerità?

    E' semplicemente pazzesco!

    Pazzesco come sia facile svuotare di significato le parole. La facilità deriva dal fatto che troppi cittadini rinunciano a ragionare sulle parole, preferendo seguire i borborigmi della pancia.

    Per Luciano: mi accodo alle parole di Afredot. Il nuovo sito è funzionale e sei un gran tecnico! In barba a ogni tuo (riuscitissimo) sforzo, però, chiunque passi di qua rimarrà incollato per i contenuti che tu e i tuoi ospiti ci proponete.

    Ad maiora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opinioni perbacco! Alberto, sciapò.

      Le opinioni sono importanti, le vostre, non le mie, almeno tanto importanti quanto lo sono i dubbi.

      Elimina
  4. Ottimo intervento, complimenti come sempre a Vloganza che offre un'informazione indipendente.
    cordialmente
    marco

    RispondiElimina
  5. Riguardo all'episodio dei marò ritengo giusto sottolineare come assolutamente inappropriato che i due soldati italiani siano stati ricevuti dalle piu alte cariche dello stato (e qui lo scrivo in minuscolo). Vorrei che qualcuno mi spiegasse a quale titolo sono stati ricevuti al quirinale per esempio? In qualità di vittime? E di che cosa?

    Celestine (o Jelestine) Valentine e Ajesh Binki (o Binku).

    Sono i nomi dei due pescatori indiani, due dei quattro protagonisti del drammatico incidente del 15 febbraio 2012.
    Da allora per noi italiani la storia è stata soltanto quella degli altri 2, i marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Secondo le prove balistiche della polizia indiana, a cui hanno assistito i carabinieri italiani, i proiettili che hanno ucciso i due pescatori sono stati sparati dai fucili dei due militari del Battaglione San Marco. La certezza legale ce la darà solo il giudizio finale di un tribunale, ma ci sono ragionevoli motivi per vedere una responsabilità italiana (dell’Italia, non solo di due marò) in quel tragico e doloroso incidente.
    L'Italia oggi deve fare qualcosa che tutti insieme fino ad oggi abbiamo trascurato di fare: ricordarci che ci sono state due vittime.
    Celestine e Ajesh, due uomini di mare perduti, sottratti alle loro famiglie. Due poveri cristi che qualsiasi impeto, impulso, afflato di nazionalismo italiano o di sana solidarietà non deve farci dimenticare.

    bruno

    RispondiElimina
  6. Maionese impazzita ?1?!

    Penso che il Dr. Montezemolo per pudore professionale adotti un linguaggio soft.

    La natura morta dipinta invece è un pesce marcio e, come contorno , la maionese impazzita.

    Questi stanno a tergiversare e a misurasi con il microscopio i loro attributi - invisibili - mentre il mercato interno muore. Pensano che con il francescanesimo del " volemose bene " di rimettere in pista una economia da anni vessata proprio dalla loro intransigenza che additava il commercio e la piccola industria - spina dorsale del Paese - come grassatori ed evasori fiscali.
    Ora , grazie a queste politiche del sempre e comunque contro e mai stoppate con fermezza da una classe politica maggioritaria di smidollati( per non dire di peggio), oggi siamo in pieno " crollo vertebrale ".
    Alla luce di ciò che hanno combinato i grillini al Senato interpretando la libertà di coscienza come cosa a tutto tondo mentre ,in politica, prevale sempre la linea della segreteria e lasciare questa benedetta coscienza a cose che riguardano le proprie convinzioni interiori come la questione sull'eutanasia , il matrimonio gay ed altre cose che riguardano la sfera delle proprie libertà personali, vediamo già sul nascere il collasso del numero grillesco.
    Grillo non si aspettava questo risultato e quindi non è riuscito a selezionare i marescialli e, tanto meno dargli una linea - obbiettivo. Una parte di questi ha interpretato lo slogan " uno vale uno " come atto di coscienza liberatorio . Big mistake degli incavolati !

    Inquietante poi questo accanimento sessuale contro Berlusconi accusato di favoreggiamento alla prostituzione di una minorenne. Pare che al riguardo ci siano ore d'intercettazione e che anche altri nomi ( eccellenti o non che siano ) figurino in questa lista di seduttori che, data l'avvenenza libertaria della ragazzuola, non sono certamente andati a chiedere ad essa la carta d'identità per tenersi mano nella mano . Perchè la Bocassini non accusa anche questi ? Se processo deve essere, questa inchiesta processuale dovrebbe coinvolgere tutti coloro che hanno partecipato al banchetto.
    In Italia, menare questa solfa sessuale ( anche se deprimente ), fa solo piacere a tutti i maschilisti convinti - e sono tantissimi - che vedono nell'accusato loro stessi e inoltre anche giustificato da quelle pie donne che - con gli occhi al cielo - ricordano che l'uomo è "cacciatore".

    In buona sostanza e senza aggiungere altre cose, tra derive morali, orgogli personali e cretinismi di varia natura il Paese affonda in una palude mefitica e per questo va riformato trattenendo il buono e bruciando il cattivo che si è accumulato negli anni. Un nuovo patto sociale deve essere riscritto. Quindi una Assemblea Costituente.

    Per cortesia caro PD e PDL lo sapete benissimo che la strada maestra è questa. Quindi , smettiamola di fare i fessi. Fate un governo alla pari e tirate fuori l'Italia dalla palude e poi svecchiamo la Costituzione che non è la più bella del mondo come ci racconta la Boldrini. Spero che questo appello sia letto.

    Un gosso grazie a Vloganza.tv.


    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".