Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 6 marzo 2013

Il Dow é a record e cancella la crisi, l'Italia spera in un recupero a 5 stelle

L'indice Dow Jones Industrial Average registra il massimo di sempre e cancella le perdite causate dalla crisi finanziaria mentre l'azionario americano entra nel suo quinto anno di mercato toro questo mese. Il mercato azionario globale e quello europeo salgono al livello più alto di oltre 4 anni e mezzo. L'indice Ftse-Mib di Borsa italiana deve più che...
triplicare dai suoi livelli attuali per tornare sul massimo storico di 50.109 punti raggiunto nel marzo 2000.

Nicolò Nunziata - Analista responsabile ufficio studi di JC Investimenti da Milano: "Il Movimento 5 Stelle potrebbe essere una chiave che scardina una situazione dove potevamo solo peggiorare, se si cambiasse la visuale da facciamo le leggi per la convenienza di pochi a facciamo le leggi perché servono al popolo, l'Italia comincerebbe seriamente a recuperare una parte del distacco con i principali mercati europei".



7 commenti:

  1. io proprio non riesco a scrollarmi di dosso un enorme scetticismo verso grillo e il suo movimento... voi avete tutti le idee chiare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che scetticismo ! Grillo è una contraddizioni in termini.
      Da un lato vuole riforme e dall'altro niente Tav , no al nucleare ect. Sta mettendo in testa anche agli esperti che il "modello siciliano" sia cosa esportabile.
      Grillo, come gli altri due pareggiatori al derby degli ingiaccatori , saranno messi difronte alla cruda realtà che lo stesso Nunziata ci presenta citando numeri. Numeri che fanno un cambiamento. Numeri che spostano assi e per conseguenza strategie. Ora, vogliamo guardare in faccia al numero oppure mettere la testa sotto la sabbia ?
      Il numero ci racconta di costo del gas naturale da scisti e ci dice che è un quinto rispetto del costo rispetto all'oil. Ci parla di logistica panamense e di impianti di stoccaggio.
      Tutto il resto è fantasia, una burla e, se noi non siamo più lesti , saremo imbrogliati e tinti con il ramato.

      Elimina
    2. sono d'accordo sui due lati di grillo e anche sul fatto che proprio per questo é potenzialmente molto pericoloso

      però sembra deciso a tagliare le gambe ai politici, alla casta, ai privilegi... e questa é la prima cosa di cui l'italia ha bisogno

      Elimina
    3. Certamente !
      Questa storia dei privilegi è una cosa immorale sotto tutti i punti di vista. Auto blu, preferenze, anche il biglietto dell'autostrada gratis. In buona sostanza se ne contano una ventina e più.
      Il Gran Canaio è partito proprio da questa roba. " Ma come ? Siamo senza lavoro, tribuliamo nell'incertezza,abbiamo studiato , mandiamo via decine e decine di curricula senza risposta e per vivere dobbiamo andare a fare il cameriere ? " Questo in sintesi è quello che la gente che ha studiato sente sulla pelle. Occhio!Sono due generazioni di ragazzi tra i 20 e 35 anni.Non sono noccioline.
      Poi ci sono gli altri: gli scocciati, i senza lavoro, quelli che aspettano soldi da uno Stato buono solo a pretendere e poi per pagare ti fa aspettare mesi se non anni.
      Aumentando l'incertezza generale con percentuali tendenti al negativo , dalla protesta alle picche il passo è breve. La cosa scatterà quando mancheranno i soldi per fare la spesa. E la spesa vuol dire "pane".
      Con tutto ciò , per la casta e a parte quei pochissimi che l'avevano avvertita , le adunate di Grillo e le sue sparate populiste devono averle prese come adunate da stadio di persone che vanno ad ascoltare il complessino musicale di turno. Errore galattico come i "derivati" che qui a Vloganza tv. ogni tanto trattiamo.
      Aspettiamo gli eventi sperando che questi non travolgano poi tutti.

      Elimina
  2. Complimenti come sempre a Vloganza per la sua informazione imparziale e sempre chiara. Ottima l'analisi di Nicolo' Nunziata. Mi auguro che veramente l'Italia sappia tirar fuori le sue risorse migliori per poter uscire da questa terribile situazione. Io credo che le risorse ci siano, il problema e' che i politici anche dopo la batosta elettorale facciano finta di non capire! Ho visto l'altra sera ballaro' e lo spettacolo e' stato deprimente. Tutti a criticare tutti senza portare nulla di costruttivo. L'unica parte interessante e' stato l'intervento di Renzi. Peccato che abbia perso le primarie del pd, perche' credo che i risultati del voto sarebbero stati ben diversi. Mi auguro che il movimento 5 stelle si dimostri all'altezza della situazione altrimenti poveri noi.
    cordialmente
    marco mugnaini

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordissimo con quanto dice Nunziata intorno al minuto 8.30: meglio nessun governo rispetto a un cattivo governo.

    Poiché le tre forze contendenti sono tutti blocchi pro-spesa, meglio che il trono resti vacante.

    Il Belgio è rimasto un anno senza governo, proprio nel bel mezzo della bufera della crisi del debito pubblico e pur essendo uno dei paesi più indebitati dell'area euro, non ha affatto sofferto di sensibili aumenti degli interessi.

    Quindi pur di non finire tra le cattive mani di uno dei tre partiti pro-spesa (tutti e tre vorrebbero mettere le mani sull'unica buona legge fatta negli ultimi anni, la riforma delle pensioni) l'augurio che faccio a me e ai miei concittadini, è di rimanere senza governo il più a lungo possibile.

    RispondiElimina
  4. Solo un piccolo appunto... Al minuto 5.00 si parla del prezzo del gas naturale espresso in BTU (British Thermal Unit). Credo sia un errore indicare quel prezzo (18$ in Giappone) in miliardi di BTU e che sia corretto in milioni di BTU ovvero MMBTU...

    Per capirci 1MMBTU (un milione di BTU) corrispondono a praticamente 1.000 piedi cubici o a circa 28 metri cubi ed è con questi valori che il gas natuarale viene quotato negli USA.

    Per curiosità noi lo paghiamo in bolletta compreso di tasse accise e quant'altro circa 1 euro a metro cubo... andassimo a prelevarcelo a Cushing pagheremmo poco piu di 3 $ per 28 metri cubi...!!! (Forse paghiamo il gas russo e algerino un po' troppo caro????? )

    Il British thermal unit (BTU o Btu) è un'unità di misura dell'energia, usata negli Stati Uniti e nel Regno Unito (dove è generalmente usata nei sistemi di riscaldamento). La corrispondente unità di misura utilizzata nel Sistema Internazionale è, invece, il joule (J). Una BTU è definita dalla quantità di calore richiesta per alzare la temperatura di 1 libbra (ovvero 453,59237 grammi) di acqua da 39 °F a 40 °F (3.8 °C a 4.4 °C). Esistono diversi tipi di definizioni tecniche della BTU (principalmente dipendenti dall'applicazione della definizione data a differenti temperature iniziali dell'acqua o a diverse densità della stessa) che rendono leggermente variabile il corrispondente valore in joule, esistono - cioè - diverse tipologie di BTU.
    Le BTU sono solitamente utilizzate nella definizione del potere calorifico dei combustibili come anche del potere refrigerante dei sistemi di condizionamento degli ambienti.

    bruno

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".