Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 26 febbraio 2013

Le elezioni del pensiero parallogico

I partiti tentano di manovrare sulla possibilità di un'alleanza per evitare il ritorno alle urne dopo che il risultato delle elezioni ha reso l'Italia ingovernabile. I mercati finanziari minacciano una recrudescenza della crisi, gli indici di Borsa italiana registrano la flessione più marcata tra gli europei, il costo dei finanziamenti sale al massimo di quattro...
mesi alla prima asta di Bot del dopo elezioni e il rendimento del Btp decennale aumenta dell'8,33 percento.

Stefano Cordero di Montezemolo - Economista, docente ed esperto di finanza da Milano: "Questo é il paese delle inefficienze e della cattiva utilizzazione delle risorse pubbliche che penalizzano la crescita del privato, le riforme sono obbligatorie a prescindere dall'Europa, se non c'é questa cornice riformista é inutile far partire qualsiasi governissimo perché sarebbe solo un inciucione per salvare il salvabile senza nessun beneficio per la collettività".



10 commenti:

  1. La strada sarebbe la riforma di una parte della Costituzione rendendola più attuale, ma per riformarla indispensabile è un'Assemblea Costituente scegliendo il meglio tra le forze in campo e nella società civile. Questa cosa Società Aperta la va ripetendo dal giorno della sua fondazione.Putroppo siamo minoranza inascoltata.
    Cosa avverrà in Italia nelle prossime settimane è un rebus, ma anche in questo caso e in momenti non sospetti si sosteneva la necessità di una "grossa coalizione ". Adesso la cosa , perchè pressanti dagli avvenimenti, viene vista come necessità a cui non ci si può sottrarre. Certamente per la sua realizzazione non servirà il classico passo indietro: ne dovranno fare tutti tre.

    RispondiElimina
  2. No caro questa è una stupidada che solo uno del PDL prospetta. la base del PD vuole Grillo

    RispondiElimina
  3. Pigneco San originario del Guandong (Cina ) ci dice che sono uno stupido e che apparterrei al Partito di plastica . Ci illumina anche dicendo che la base del PD vuole Grillo. Prima di parlare mettiti d'accordo con Grillo e vediamo se il comico , vista la sua manifesta passione rivoluzionaria proponendo Dario Fo a Presidente della Repubblica , vi vuole oppure no ! Più saggio Dario Fo che sulla proposta ha abbozzato dicendo che era troppo vecchio.

    Due cose a Pigneco San.

    a)presentati con nome e cognome come faccio io, sarebbe un atto nobile da parte tua. Gli speudonimi sanno di poco onore e punto coraggio.
    b) Vai nel sito di Terza Repubblica- Società Aperta e informati prima di parlare a...vanvera. Sono dieci anni che andiamo predicando che il declino è iniziato una ventina di anni fa e che per venir fuori da questo impasse bisogna riscrivere le regole del vivere comune e quindi una Assemblea (Ri)Costituente. Cosa ci vuoi fare, quando si è minoranza, ma si ha le idee giuste c'è sempre qualche anima pia che copia.
    Altra cosa. Nella mia filosofia l'uomo ha a sua disposizione quattro scatole. Nella prima c'è un giovane intelligente, nella seconda un vecchio intelligente, nella terza un giovane cretino e nella quarta un vecchio cretino.
    Vedi tu in quale scatola accucciarti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bersani le cose da fare le ha dette. Sono tutte regole. Ma l'accordo lo fa solo con Grillo perchè il B non vuole cambiare il porcello altrimenti sarebbe stato cambiato e invece è il B ha fatto cadere Monti e non ha voluto cambiare la legge elettorale. Bersani forse pensava di vincere infatti ha vinto perchè una camera è sua. La vittoria non è però piena. poco importa ma con il B mai. Solo con Grillo che rappresenta il nuovo o dinuovo il voto e a questo punto la sx stravince. Mia previsione.

      Elimina
  4. Ottimo intervento di Montezemolo totalmente condivisibile. Aggiungerei pero' anche la piaga della corruzione oltre che dell'inefficienza di parte della pubblica amministrazione.
    cordialmente
    marco mugnaini

    RispondiElimina
  5. Gargamella si dimette da segretario dando spazio a Renzi... a quel punto si torna a votare... Il PD scarica Vendola e si allea con i centristi di Monti e a quel punto frantumerebbe il PDL visto che in molti scaricherebbero mister banana.. Adesso i numeri per governare ci sarebbero tranquillamente.. Peccato solo che gli elettori del PD (gran fessi) non lo abbiano capito al momento delle primarie... non avremmo perso mesi per nulla, anzi.. per farci ridere addosso per l'ennesima volta... Viva l' itaglia...

    bruno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "[...]Peccato solo che gli elettori del PD (gran fessi)[...]"

      c'è una massima che viene spesa ai tavoli di poker (e ripresa da un film mediocre) che dice: "se dopo 15 minuti non hai ancora capito chi è il pollo da spennare, significa che il pollo sei tu"

      per gli elettori del PD quei 15 minuti sono trascorsi da anni e ancora non hanno capito chi sia il pollo. Ogni tanto fanno finta di ammetterlo, ma lo fanno alle volte con sarcasmo altre volte con il loro insopportabile e inconfondibile vittimismo, sempre convinti che sia il resto del mondo a sbagliarsi e non loro

      Elimina
  6. Stando alle ultime dichiarazioni Grillo ha detto no a Bersani. Lo ha liquidato come cosa dell'oltre tomba mentre parte della sua base che si serve della rete per esprimere pulsioni che se dette di presenza verrebbero liquidate a ceffoni, vuole un accordo con il fantasma.
    Detta alla toscana: " un canaio ".
    PD e PDL l'hanno fatta patta con uno scarto di voti paragonabile a un ronzio di mosche. Sono due facce della stessa medaglia che in tutti questi anni hanno passato il loro tempo a parlare di conflitto d'interessi, di donnine e a buttarsi sopra la testa colpe storiche e dove nessuno dei due è riuscito a ridurre una pressione fiscale "monstre", ne a lanciare le riforme necessarie per rendere competitivo un Paese invidiato da tutti. Abbiamo 8000 km di coste, una cucina con centinaia di specialità, attrazioni turistiche, migliaia di industrie, ricercatori di rara intelligenza che devono migrare . In buona sostanze nessuna visione futura che stia al passo con una globalizzazione che viene sempre più pressante riuscendo a costruire una strada in 10 giorni mettendo pure i tombini a livello dell'asfalto. Hanno solo governato il quotidiano e intascato laute prebende. In fondo due inutilità sorrette da altrettante false propagande. Come ho detto sopra due facce della medesima medaglia che , se saltasse fuori l'idea di mettere Draghi a guidare il nuovo governo di transizione che verrà, questi verrebbe votato da entrambi gli scieramenti .
    Vista l'emergenza le facce si guarderanno negli occhi o continueranno in questa stucchevole contrapposizione ? Boh!
    Se lo faranno la strada mediana è un governo di garanzia che in un tempo determinato riesca a mettere delle basi riformatrici e fare approvare una nuova legge elettorale. Se questo ci sarà bene ! Diversamente prepariamoci per lo sfascio.

    RispondiElimina
  7. L'UNICA SOLUZIONE PER IL PD
    Qualsiasi governo del passato con qualsiasi manovra ha sempre portato in piazza manifestazioni di protesta. Pensionati, studenti, tassisti, imprenditori, disoccupati. La soluzione è semplicissima. Gli 8 punti di Bersani non serviranno a nulla e non recupererà consensi perchè la gente è incazzata cronica e sono tutte cose che dovevano essere fatte per ieri. L'errore di ogni politico è sempre stato quello di fare cose che riguardano il futuro e intaccare il futuro dei giovani, ma la vera svolta se il PD avrà i coglioni di sinistra veri è intaccare il PASSATO. Solo intaccando il passato e i propri errori commessi si sgonfia Grillo. Bisogna eliminare le pensioni baby, le pensioni d'oro, i manager e dirigenti pubblici politici, i papponi dell'università ecc. Son curioso di vedere se questi privilegiati avranno il coraggio di andare a protestare in piazza. Solo così facendo il PD vincera le prossime imminenti elezioni in tutte le altre soluzioni perderà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetta e spera nell'avvento delle Calende greche. :-)

      Elimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".