Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 14 dicembre 2012

Meglio le azioni europee delle americane - AT

La Borsa si può prevedere, l'andamento del 2012 é stato tracciato all'inizio dell'anno. Il mercato azionario europeo fa e farà meglio di quello americano. Le obbligazioni statali, con un rendimento intorno al 4,5 percento, sono valutate correttamente dal mercato.. Investire sulle risorse base in Europa equivale ad...
investire sull'azionario cinese. Le quotazioni dell'immobiliare italiano sono stabili nonostante il calo delle compravendite e il crollo delle richieste di mutui.

Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "L'azionario americano ha sottoperformato i mercati occidentali, lo Standard & Poor's é stato tra i peggiori dei primi 20 indici azionari al mondo nel quarto trimestre, questo suggerisce attenzione in termini di allocazione settoriale e geografica, probabilmente Wall Street non sarà il mercato migliore nel 2013".



5 commenti:

  1. Le seguenti considerazioni le sto facendo già da qualche mese e le ho accentuate recentemente dopo i disastrosi dati immobiliari forniti dallo stesso Gaetano Evangelista. In tutti i paesi al mondo dove è crollato il mercato immobiliare nelle compravendite (vedi da ultimo la Spagna) vi è stato un contemporaneo calo nei prezzi pari o anche superiore percentualmente, in Italia no. Cosa significa? Che l'Ego degli italiani è talmente irrealistico (anche probabile come opzione) che non vogliono ammettere di aver sbagliato investimento (sono parecchi anni che si dovrebbe sapere che il mattone non è più un investimento sicuro e redditizio) e resistono fin che possono? Così poi venderanno a prezzi ancora inferiori a quelli attuali? Aspettano proprio di essere con la corda al collo quando la banca o i creditori gli confischeranno gli immobili o quando dovranno vendere per forza per far fronte a spese ingenti ed impreviste? O è una patologia psichica collettiva per cui il mito del mattone come investimento è talmente radicato da essere inattaccabile anche di fronte all'evidenza? Oppure troppi possessori di immobili sono talmente benestanti (per evasione fiscale, si suppone, oppure per apparentamenti con la casta oligarchica al potere) che possono anche fregarsene della crisi immobiliare? In ogni caso riusciamo sempre ad essere anomali, complicando la vita di coloro che cercano di interpretare la realtà di questo paese kafkiano e di proporre soluzioni pertinenti ...

    RispondiElimina
  2. Il fatto che ci possa essere uno spostamento d'interessi generali da un mercato all'altro, questo viene influenzato grandemente dalla situazione geopolitica mondiale.
    Il 2013 sarà un anno difficile sia per la situazione economica ( recessione) e- come detto sopra - geopolitica ( tensioni in Medio Oriente, ma anche in Asia ecc. ). Questo fa aumentare la pericolosità e le derive.
    In relazione a questo , le regioni relativamente più stabili, beneficeranno di questa situazione negativa rendendole più attrattive. Oviamente in questa situazione è tutto relativo, ma la violenza del mondo nel 2013 farà apparire la U.E. ( anche con tutte le sue contraddizioni interne ) un'area di pace ( vedi il recente premio Nobel), stabilità e conforto. Questo per gli investitori verrà visto come cosa positiva e quindi un'offerta di stabilità futura.
    La cosa potrebbe costituire un importante motore per uscire dalla crisi per tutte quella aree europee oggi , diciamo...sottotono.
    Nello specifico italiano e per far sembrare meno kafkiano questo paese di scettici dalla "critica costruttiva", un sano atteggiamento al reale sarebbe una grandissima novità e l'inizio di una nuovo modo di approcciare le problematiche e, sempre si riesca a sfruttare l'occasione di sicurezza generale della U.E., ci potrebbe avvantaggiare grandemente. Il reale sono le riforme strutturali, la vendita del patrimonio immobiliare della Stato e degli Enti che non servono alla nostra vita, l'abbattimento delle Province, l'accorpamento dei Comuni sotto i 5000 abitanti, le Comunità Montane, gli Enti di bacino, ecc.
    Bisogna saper vendere e buttare a macero quello che non serve. I se, i ma, i forse, fanno parte dell'indecisione, del trascinamento delle cose che poi marciscono, puzzano e intossicano.

    RispondiElimina
  3. Non credo sia proprio verissimo che i prezzi degli immobili non sono calati. Le richieste dei venditori sono pressochè uguali ma i contratti poi si chiudono a cifre più basse e non di poco rispetto alle iniziali richieste. Penso che le compravendite caleranno al punto che o il mercato si ferma del tutto o i prezzi scenderanno ancora e ancora.

    RispondiElimina
  4. ODE

    A SILVIO

    OH TU CHE per amore del tuo paese

    SEI SCESO IN CAMPO,

    HAI FATTO

    UN PASSO INDIETRO

    UN PASSO AVANTI

    UN PASSO LATERALE

    lascia stare le ragazze: che ne sanno di pil !

    FAI UN SALTO

    FIDANZATI CON LA MERKEL,

    MANEGGERA' IL PIL,

    TI FARA' PROVARE DEGLI SPEAD DA URLO

    e passerai alla storia come SuperSilvio.


    20121217h16 CLINT

    RispondiElimina
  5. 10 anni di pdl e lega dove hanno portato l'italia ? domanda legittima
    un altra domanda legittima : ma italiani residenti in ity possono aprire banche in ch ?
    un altra domanda legittima : ma ci sono avvocati associati a politici che riciclano denaro ?
    un'altra domanda legittima : la stupidità di un popolo si osserva alle urne come indicatore del fallimento programmatico e socialmente condiviso con finti partiti ?
    un altra domanda legittima : nel caso di una deviazione fallimentare italiana, a parte l'effetto domino, c'è la probabilità che il popolo insorga ?
    un'altra domanda legittima : perché programmare il fallimento dello stato per debito emesso ... per interessi personali ?
    programmare significa emettere senza badare alla soglia del 60 per cento soglia raccomandata da tutti gli economisti ... ma evidentemente io mi sbaglio la soglia se esiste esiste per essere superata
    a un altra domanda legittima che cosa c'entra Monti con questo sfacelo se esso è solo un medico di un disastro creato nel passato ? ( oggi una parte della popolazione sottosvillupata da la colpa a Monti per il debito )
    Ultima domanda legittima : in caso di panic-sellig nel dopo votazioni in ity c'è la possibilità di un colpo di stato ? ( caso in cui economia e finanzia italiana colassino )
    Ma si ultima domanda legittima : che cos'è uno stato canaglia ?
    Buon Natale e felice anno nuevo italiani ...o accattasognifallimentari
    esiliato.post.moderno

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".