Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 25 luglio 2012

Né carne né pesce, la condizione peggiore

I rendimenti del debito sovrano dell'Irlanda, il paese che dal 2010 funziona grazie agli aiuti internazionali, sono scesi al di sotto di quelli dell'Italia nella grande maggioranza delle scadenze per la prima volta dal 2009. Un segno di inefficienza del mercato obbligazionario che adesso non guarda ai...
fondamentali ma segue le opinioni sulle incertezze del futuro politico italiano.      

Stefano Cordero di Montezemolo - Direttore scientifico della European School of Economics a Milano: "Questo è un governo troppo tecnico, è necessario un governo dove le mani se le sporcano direttamente coloro che rappresentano le forze politiche, un governo svincolato dai  partiti finisce per essere preda dei partiti stessi".


34 commenti:

  1. Sono completamente d'accordo la Bce deve diventare la Fed europea.
    esiliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiliato, con i tedeschi non potrai mai averla una vera Banca Centrale, è inutile insistere.

      Va a finire che riusciamo a metterci nella peggior situazione possibile e se ad altri sembra questa bè, sentite questa che è mia e quindi inutile ma sempre visione è:

      L'Italia resta, la Germania schiaccia. Nè vera banca centrale, nè tassi adeguati niente di niente insomma. Quindi l'Italia continua a perdere la sua industria per le ragioni che tutti noi conosciamo. Grecia e Spagna non reggono ed escono.

      Alla fine Noi rimaniamo e oltre a veder distruggere il manifatturiero vedremo anche finire il turismo e il cibo visto che certamente sarà più conveniente andare in Spagna e Grecia. Tutto perfetto, autodistruzione avviata.

      Ma poi, questa cosa delle competitività e dell'esportare; ma ci rendiamo conto che al mondo non ci siamo solo Noi ? è già così purtroppo e i risultati si vedono, ma se oltre a dipendere dall'energia straniera, dalla ricerca straniera dipendiamo anche dai consumi stranieri...tanto vale mettere i nostri "gioelli" in mano a terzi.
      Praticamente è come saper che prima o poi si morirà di certo, economicamente parlando ovviamente.

      I tedeschi non danno nessun valore ai consumi interni e questo deriva dal fatto che loro pensano di essere meglio di altri e chi pensa questo normalmente si estingue.

      Saluti, Davide.

      Elimina
    2. Per me non avranno altra scelta o Fed2 o crack
      esiliato

      Elimina
  2. e poi ovvio, scusa Luciano, la burocrazia indotta più che altro è una visione ottocentesche di stato, ha un costo indotto nel generare il pil, ovvero se ho una speranza matematica di trarre un utile da una qualsiasi attività questa speranza aletoria va a misurarsi con le attività burocratiche racchiuse nel gestire questa speranza matematica di trarre utili, quindi minore è il peso burocratico e i costi dovuti a tasse, più la speranza aletoria di trarre utili nell'economia reale aumenta, ma per via della selezione intrinsica del sistema economico, sarebbe meglio non incentivare direttamente le attività, onde evitare nuove speculazioni-politico-economiche ma solo incentivarle nel costrutto stesso di stato-moderno. Ricordo tuttavia che in questo gioco non c'è equità, quindi se l'imprenditore ha meno capitale rispetto ad x dovrebbe essere più tutelato da un punto di vista fiscale, ovvero più guadagni, comunque, più devi pagare lo stesso, per via dello stesso concetto di ugualianza fra esseri umani, ma qui si parla di economia, quindi se il capitale generato, per trarre sconti fiscali, potrebbe, per una logica di mordersi la coda, essere investito direttamente nel debito pubblico con tasso fisso e aumentando i tagli si potrebbe così coprire la forbice creata nel dare-avere statale.
    esiliato.un.pò.confuso

    RispondiElimina
  3. .... ma il sig. Maurizio Piglia ... è stato soppresso .. ?


    fiorentino dispettoso

    RispondiElimina
  4. "And believe me, it will be enough"

    ma chi glieli scrive i testi a Draghi?

    non so come finirà, ma ha dato prova di un insospettabile senso dello spettacolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli sceneggiatori di Highlander ? ne resterà solo uno.. LOL

      Elimina
  5. Non capisco qualle sono i "PROBLEMI STRUTTURALE" dell'Italia, se qualcuno lo sa, per chè non glielo dicono a Monti?, altrimenti cosa fa il governo tecnico? (tral'altro che io non le ho votato, sono imposti da Napolitano e compagnia bella). Secondo me, invece di dire tante belle cose e analisi della situazione Italiana, era meglio lasciare il Berlusconi, cosi saltaba tutto per aria e si ricominciaba da capo, come detto da Piglia e sono d'accordo con lui, perche adesso andiamo a soffrire per 20 anni.
    Saluto a Luciano, siete molto bravi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Norberto

      nessuno cittadino italiano, da quando c'è la Repubblica (tanto meno prima) ha mai votato direttamente un governo.

      I cittadini eleggono deputati e senatori. Dalle maggioranze politiche che nascono in parlamento viene proposto e poi votato per la fiducia, il governo.

      E' successo con Monti, con Berlusconi, con Prodi, etc etc etc.

      Aggiungo: nessun governo ha mai concluso un'intera legislatura (non so nei primissimi anni della repubblica, ma sicuramente non dagli anni '60) e spesso sono saliti dei presidenti del consiglio differenti da quelli votati inizialmente dalle camere.

      Aggiungo ancora: Monti non è stato eletto dai cittadini esattamente come nessun altro membro del parlamento è stato eletto nominalmente dagli elettori.

      Inoltre, ogni legge, ogni fiducia posta dal governo Monti (aumenti del prelievo fiscale incluso), è passata necessariamente dal voto del parlamento.

      Continuo a leggere e sentire questa presunta diversità del governo Monti, di cui parlano tanti demagoghi e tanti partitini in perenne campagna elettorale.

      Io non trovo che questo governo sia più "imposto" di altri, quale "imposizione" ci vedi tu?

      Sui problemi strutturali, il primo che mi viene in mente, proprio perché se ne parla tanto in questo periodo, è la facoltà data alle regioni di fare debito e di non rispondere esclusivamente al loro ripianamento, senza attingere alle tasche dei cittadini di altre regioni.

      Accountability è una parola ripetuta su Vloganza e la mancanza di questa nella condotta di amministratori e >>> SOPRATTUTTO NELLA CONDOTTA DEI CITTADINI <<< (i baby pensionati, ad esempio) è probabilmente il primo problema strutturale italiano.

      Elimina
  6. In Italia è stata soppressa la RESPONSABILITA' (che è sempre individuale ma che si può estendere alle aggregazioni come i partiti o le associazioni a delinquere e comitati d'affari, ecc.) ad opera del malcostume praticato sistematicamente fino a divenire consuetudine ed essere accettato ed assimilato come modus operandi e vivendi. La responsabilità fa parte della mitologia, forse una volta esisteva, al tempo degli dei, quando gli dei vivevano tra gli umani mimetizzandosi e ibridandosi ... ora viene raramente nominata in tracce mnestiche rievocative, o invocata in qualche mistificante o delirante appello alla giustizia (sempre profanata) da parte di commedianti della politica e del giornalismo. Un paese privo del senso di responsabilità in cui MAI NESSUNO SI E' ASSUNTO LA RESPONSABILITA' di qualche colpa, errore o illecito, ecc., è un paese che non ha futuro e non merita alcuna considerazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido quando è la casta che prova fare la rivoluzione per mantenere i privilegi mi viene da vomitare ... l'Italia merita solo una riforma di tipo germanica-gotica. O questo o crack defoult swap. Alla fine ciò che si semina si raccoglie e io riderò di gusto a Panama.
      esiliato

      Elimina
  7. Non ci sono particolari commenti da fare. Stefano Cordero di Montezemolo non ha fatto altro che dirci quello che tutti i giorni abbiamo sotto gli occhi. Ormai tutti sanno ,- altri molto prima -, che stiamo vivendo con due problematiche le quali si fondono. Questo per restare nei nostri confini europei. Una, tutta nostra interna e l'altra di natura europea. La nostra è politica. Estericamente parlando- , lo " sporcarsi le mani " di Montezemolo vuol dire che la politica deve prendersi le proprie responsabilità e queste si chiamano - tagli, riorganizzazione della macchina statale, vendita di parte del patrimonio pubblico ( non svendita), fine della Province, accorpamento dei Comuni sotto i 5000 abitanti, mettere mano a quella roba del Titolo V della Costituzione- , quindi è inevitabile una coalizione politica allargata per ammortizzare le inevitabili proteste che verranno.
    Poi c'è il problema europeo che Montezemolo sottolinea in un andare e vieni di cose che si contraddicono. In una parola: "Confusione". Questa roba non chiara e ricca di veti tedeschi e non, dipende dal fatto che prima di fare la moneta unica si doveva lavorare con una politica comune ( europea ) e questa avrebbe dovuto piantare tre pilastri. Il primo, la "Politica Estera Comune ", il secondo, un " Esercito Comune " e, - solo dopo -, il pilastro della "Moneta Comune " . Questi sono i pilastri fondamentali per gli Stati Uniti d'Europa. Punto! Abbiamo fatto esattamente al contrario partendo dalla moneta mentre, per gli altri due pilastri, ancora nessuno ne parla o, se se ne parla, il tono di voce deve essere molto flebile, addirittura afono; il ronzio di una mosca sarebbe già una cosa sensazionale.
    Tutto questo farebbe una forza grandisima e smorzerebbe sul nascere ogni tentativo di attacco speculativo che, comunque, ci potrebbe sempre essere perchè in giro per il mondo ci sono capitali che in molti casi rappresentano dei bilanci nazionali. Recentemente ci sono diversi articoli dove si scrive che nei paradisi fiscali c'è qualche cosa come da 17 a 25.000 miliardi di dollari. Di fronte a questo scenario Monti può fare ben poco. Lo spread c'era prima e c'è adesso. Anche sostenitori del ritorno alla lira che vanterebbero una ripresa industriale pazzesca, dovrebbero guardare nel suo complesso lo stato di gioventù dei nostri macchinari produttivi rispetto a quelli tedeschi e ai numeri di produzione. Un esempio è la Fiat. Marchionne sul suo tavolo ha tre numeri:circa 36 auto all'anno per dipendente italiano, 80 per dipendente del Brasile e 100 per quello della Polonia. Secondo i sostenitori del ritorno alla lira, la produzione italiana della Fiat arriverebbe a quella polacca oppure resterebbe sempre sulla quarantina ?

    Giorgio Florio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. via tutta la classe burocratica che è quella che genera stagnazione o peggio decrescita ... tasse nell'ottica di un rientro sul debito e modernità anche se si pasasse alla bungalira non si risolverebbero i problemi anzi si peggiorerebbero dando ai burocrati nuovo spazio ove affogare, o l'Italia capisce che l'anno domini è il 2012 o offogherà come la concordia.
      esiliato

      Elimina
    2. Se ti dicessi che nell'universo ci sono 2500 specie diverse di ominidi tu come la prendersti Giorgio ?

      Ecco, quei numeri tirati fuori dai giornalai sono solo numeri tirati a caso con l'aggravante che gli stessi numeri si basano su un fondamento naturale ovvero l'esistere, confutare, trovare.

      Hanno trovato quei soldi ? bene, forniscano luoghi e indirizzi, diversamente è la solita manfrina italiana dell'evasione fiscale.

      Abbiamo mai sentito personale della Finanza parlare di numeri sulla droga prima di un sequesto ? no, mai, i numeri vengono dati dopo il sequestro, è evidente poichè i numeri servono per contabilizzare l'evento e non il presunto evento.

      Basta, con questi giornalai di ogni ordine e grado basta. Uno scrive un numero e tutti a grederci, nessuno che si chieda da dove venga e la cosa più semplice, perchè non li prendono questi soldi. Se li hai contabilizzati vuol dire che li hai trovati e allora perchè non li prendi o denunci i propietari ?

      E' salito storia del bambino e del re nudo, la solita.

      Saluti, Davide.

      Elimina
    3. Giorgio, scusa Luciano, a proposito di paradisi fiscali non devi andare lontano ... ma il problema è di carattere puramente ipocrita ... guarda la City controlla il 50 per cento delle transazioni a livello mondiale e mai nessuno oserebbe dire qualcosa invece piccolo stati che hanno solo quel timpo di tassazione ( e vivono su quello non parlo di Panama) si è pronti a fare articoli e spiegare che lì stà il male .... mi viene ancora di più da vomitare ... sempre di più .... ( aprite gli occhi giornalisti e incominciate a dire la verità partendo dalla city )
      esiliato

      Elimina
    4. Stando alla legge dei grandi numeri, essendo l'universo in espansione, esistono ben più di 2500 razze diverse di ominidi, noi stessi siamo "figli delle stelle" in quanto deriviamo proprio da quel brodo originario.Anche tu !
      I giornalisti, che tu chiami " giornalai", ti trasmettono delle cose. Molte sono delle sole, ma molte hanno un fondamento di verità. Sicuramente i dati non saranno esatti ( quelli della Fiat sì perchè diversamente Marchionne non si sarebbe mosso dall'Italia se tutto continuava con l'andazzo di prima. Perdo tanto paga lo Stato, ma così vuole la Pax Sociale ).Con tutto ciò l'evasione fiscale esiste da decenni e non è solo italiana. Non stà a me giudicare se questa è cosa buona o cattiva. Dico semplicemente che una enorme massa di denaro gira per il pianeta cercando opportunità di guadagno. Poi, ripeto, se questa massa di denaro è di provenienza lecita, semi lecita o illecita, se alza o abbassa le borse, se crea occasione per fare guerre o destabilizzare situazioni o mettere in ginocchio interi paesi, sta sempre a noi essere più scaltri e furbi onde evitare essere contagiati. Se poi questo o quell'altro Stato sono tamente deboli da non riuscire a gestire e prevenire, vuol dire che manca di "intelligence", oppure non è stato in grado di crearla e addestrarla. Sei soddisfatto !

      Ciao Giorgio

      Elimina
  8. E l'uomo della Nuova Zelanda dove è andato a finire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fiorentino dispettoso e Cinico Senese,

      l'argomento è stato aperto, ampiamente dibattuto e chiuso tra i commenti in coda a questo video Vloganza.tv: Nel fantastico mondo di Italioz

      Ciao

      Elimina
    2. Ciao Luciano,
      non entro in merito a questa cosa perchè è chiusa e personalmente non m'interessa . Però, da un punto di vista statistico la cosa che mi preme dire è che ci sono stati ben 93 commenti ufficiali pubblicati. Questo vuol dire - indipendentemente dagli schieramenti -, che il pubblico di Vloganza partecipa attivamente anche al ...gossip !

      Ciao

      gf

      Elimina
  9. questa classe politica e' lo specchio dell'italia, non sono li' con un colpo di stato.
    d'altra parte un paese che vive di : corruzione,evasione,lavoro nero, e chi piu' ne ha piu' ne metta che classe politica puo' mai avere?

    RispondiElimina
  10. 20120729h1111

    In Vloganza mi pare stiano prevalendo gli accademici (che hanno tanti canali per far conoscere le loro idee)e si stiano emarginando i Gestori indipendenti nell'espressione del pensiero e nell'azione.
    Sono questi ultimi che sono molto più interessanti ed a contatto diretto con la realtà e non con le teorie che hanno un mero valore didattico, non esistenziale.

    Comunque grazie a Vloganza di esistere.

    CLINT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clint,

      non si sta emarginando nessuno, i gestori ci sono sempre e nelle previsioni ne verranno di nuovi.

      Sono comunque arrivati più professori, e anche loro continueranno ad arrivare. Nel paese dell'ignoranza, almeno i professori dovrebbero avere qualcosa di buono da dire.

      Ciao

      Elimina
  11. Fantasmagorico TG2: l'asta di "bond" è andata bene nonostante "la speculazione" abbia cercato di impedire il ribasso dei rendimenti.

    La7 con lo stesso tono sottolinea la vittoria odierna contro la speculazione malvagia.

    Stringi stringi, finché le notizie si passano così significa che il termometro della crisi rimane incandescente.

    RispondiElimina
  12. In verita', in un mercato del reddito fisso che funziona senza paure di congelamento dell'accesso a liquidita' a breve, i rendimenti dei "bond" Spagna e Italia, forse sarebbero quelli che ci aspettiamo per USA e Germania, magari 100 150 bp inferiori su 10 anni.

    Questo sempre che non si insita a privatizzare le perdite delle banche a carico degli Stati sovrani.

    Il mercato delle obbligazioni di Stato a breve in questo momento, dal punto di vista di valutazione, e' assurdamente caro. Se riusciamo a tornare ad un mercato meno grippato dalla paura, penso che ci dovrebbe essere un re-rating, [valori molti inferiori di quelli odierni] di tutta l'area "fixed income" dei paesi sviluppati. E sono convinto che questo re-rating avvera' molto velocmente. Quando, e con quale evento catalitico, e' la domanda chiave.

    RispondiElimina
  13. Oggi la Bce sembra essere disposta a comprare debito di Italia e Spagna ... questo mi lascia perplesso ... molto... ma che cosa hanno aspettato che le marionette si inchinassero ? Però è un ottimo segno l'importante è andare avanti con i tagli.
    esiliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ho capito cosa vuole fare Draghi? Per difendere l'Euro voleva spaventare i mercaticattivi?

      Si lo so, più disoccupazione, più prezzi concorrenziale.
      Ma a noi chi ci difende però?
      http://www.asca.it/news-Istat__disoccupazione_al_10_8_PERCENTO__a_giugno__Record_senza_lavoro___281_upd29-1182781-ECO.html

      Per non parlare poi dell'inflazione! Draghi va bene difendere la moneta unica ma in Europa abbiamo diverse inflazioni; solo in Italia in 150 anni di moneta unica non siamo riusciti a far convergere l'inflazione, a colmare le differenze strutturali tra nord e sud.
      Allora mi chiedo, Cosa potrebbe fare una Bce simile a una Fed con gli squilibri che esistono fra le varie nazioni?

      rino.

      Elimina
    2. http://www.tmnews.it/web/sezioni/news/PN_20120731_00222.shtml#.UBgKd_X7LBQ.facebook
      sembra un falso allarme ma non ne sarei sicuro
      poichè la stabilità sociale dovrebbe essere prerogrativa
      della statalità potrebbero ripensarci ,,, cmq BASTA non è
      possibile che esca la germania dell'euro e dall'europa non
      se ne può più
      esiliato

      Elimina
  14. Buongiorno a tutti,

    qualcuno mi spiega gentilmente cosa si intende per "scontare in conto"...? L'ho letto in un articolo del Sole24ore sulla possibilità che avrebbe la Cassa Depositi e Prestiti di "scontare in conto" azioni di imprese di cui la CDP ha la proprietà.

    Ecco il pezzo dell'articolo che tratta dell'abbattimento dello stock di debito pubblico:

    "Ci vorrebbe qualche cessione di asset pubblici, ha osservato l'economista, ma poiché le condizioni di mercato non permettono una vendita rapida, si potrebbero trasferire le azioni di società come Terna e Snam Rete Gas alla Cassa depositi e prestiti e poi questa potrebbe, grazie alla propria licenza bancaria, scontare in conto cessioni future queste azioni presso la Bce"

    questo è il link: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-08-07/aste-effettodraghi-calmiera-tassi-063741.shtml?uuid=AbwQmgKG

    Grazie mille!

    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea,

      la poco ispirata autrice dell'articolo che hai avuto la bontà e la pazienza di leggere cita una proposta dell'economista Francesco Giavazzi, apparsa sul Corriere del 4/8.

      Immagino che "scontare in conto cessioni future" sia un eco ai termini usati da Giavazzi quando scrive di "anticipo in conto vendita".

      Giavazzi suggerisce di mettere in vendita società pubbliche, ad esempio quote di Terna e Snam Rete Gas. Le azioni delle due società che si intendono vendere dovrebbero essere trasferite alla Cassa Depositi e Prestiti, cosa che, non so quanto in parte, è comunque già accaduta. L'idea sarebbe di dare quelle azioni alla Banca Centrale Europea in cambio di finanziamenti che sarebbero usati per comprare obbligazioni statali. Un procedimento simile a quanto fanno le banche con i BTP che passano alla BCE.

      Pare che Giavazzi dia per scontato che le azioni di società pubbliche destinate alla vendita siano un collaterale accettabile per la BCE. E poi, aggiungo io, magari la CDP rincara usando i BTP comprati con i soldi della BCE per accedere a ulteriori finanziamenti della BCE, in un mirabolante ciclo miracoloso.

      È una proposta che rende perfettamente lo stato di urgenza in cui si trova l'Italia. La domanda è se il paese può farcela da solo, e in fretta. L'alternativa è chiedere l'intervento dei fondi EFSF/ESM, che potrebbe arrivare con il supporto BCE, e cedere parte della sovranità nazionale.

      Saluti

      Elimina
    2. Tra le misure per abbattere il debito, oggi su La Stampa Deaglio (Mario, non Enrico) suggerisce di ricorrere alle riserve aurifere.

      Ne abbiamo un po' meno di 2500 tonnellate, con l'oro a 42 euro al grammo, centesimo più centesimo meno, arriviamo non molto sopra i 100 mld, su quasi 2000 mld di debito: un ventesimo, quindi.

      Tra l'altro lo stesso Deaglio scrive "[...] Gli accordi internazionali ci permettono di metterne sul mercato solo piccole quantità ogni anno (pari all’incirca a uno-due miliardi di euro)[...]"

      Però aggiunge: "[...] il resto potrebbe essere dato in garanzia di una linea di credito con un ente internazionale per un pronto intervento in caso di spread troppo elevato, oppure per ricomprare una parte dei titoli di debito dagli interessi più costosi"

      Non so bene se questa operazione sia praticabile, ma nel caso lo fosse, a cosa servirebbe la nostra riserva, se non per fare fronte a periodi come questo, almeno per attenuare la pressione fiscale?

      Non è certo una soluzione strutturale, ma potrebbe regalare un po' di ossigeno, ad esempio per recuperare risorse per quel sospiratissimo taglio del cuneo fiscale.

      Elimina
    3. Gli ADC li fai solo quando hai tappato le falle, così come avviene in qualsiasi azienda quotata e non.

      Fare continui ADC per lo Stato porta al solito risultato, allungare l'agonia per poi rimanere senza alcuna risorsa.

      Il caso della leva fiscale è eclatante e non è bastato, evidentemente, una storia di 20 anni per far capire che non poteva essere una soluzione.

      Cosa diversa se si avviasse veramente un taglio netto delle perdite, alla conclusione delle stesse si potrebbe fare l'ennesimo ADC ma questa volta risolutivo.

      Ecco, solo allora si potrà parlare di ADC ma l'oro rimarrà una mosca rispetto alla mole del debito totale, meglio lasciarlo stare.

      Saluti, Davide.

      Elimina
    4. Grazie mille!

      insomma...la giornalista voleva "farmi credere" che la CDP potrebbe "scontare" delle azioni come se queste fossero un credito??? ... a me sembra una cosa abbastanza senza-senso...cmq....

      Da quanto ho capito, la CDP accederà ai finanziamenti della BCE per comprare le imprese al momento di proprietà del Tesoro. Domanda: lo Stato può emettere una garanzia per coprire questa richiesta di credito così come fece per le banche a Dicembre 2011 e Febbraio 2012? Se si, quanti miliardi "tirerebbe su" la CDP?

      Accanto a questa operazione della CDP, credo che il Governo varerà una seconda spending review e un prelievo forzoso dai conti correnti (prelievo proporzionale e progressivo). Forse, cercheranno di """aggredire""" i capitali depositati in Svizzera...

      Che ne pensate?

      Buon ferragosto a tutti!

      Andrea

      Elimina
  15. Salve commento in Inglese.

    https://docs.google.com/file/d/0B5Rv29OeYApzbTVhRDVOY3RMQ1U/edit

    Buon ferragosto

    RispondiElimina
  16. ma video non ne vengono più pubblicati?
    grazie

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".