Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 13 luglio 2012

Moody's fa saltare la mosca al naso

Il costo dei finanziamenti statali diminuisce a un asta del Tesoro solo poche ore dopo che Moody's Investors Service ha declassato il merito creditizio dell'Italia di due livelli a causa del peggioramento delle prospettive economiche e politiche, ma il rendimento del Btp decennale sale per il secondo giorno e...
torna sopra al 6 percento.

Gianluca Braguzzi - Responsabile finanziario di PairsTech Capital Mgmt a Mantova: "È un brutto segnale quando il Btp perde quota mentre l'azionario recupera, prelude a una nuova fase di difficoltà per le prossime aste e a una serie di problematiche che senza ripresa di ciclo produttivo e occupazione possono solo peggiorare".


28 commenti:

  1. In questo particolare momento è stata certamente inopportuna la valutazione di Moody's, ma non possiamo pretendere nemmeno di essere premiati ed osannati solo perchè abbiamo sempre onorato i nostri debiti. Se questo è avvenuto non sono state certamente le classi politiche che si sono succedute a pagarne il fio, ma come sempre le tasche degli italiani e poi anche di questi bisogna fare un bel distinguo.
    Diciamo invece che Moody's ha sottolineato che il nostro sistema politico attuale è entrato in una fase talmente comatosa dove gli stessi attori non sanno più a quale categoria di zombi appartenere.
    Il centro sinistra - Questo attinge i voti dai dipendenti della spesa pubblica ed è permeato dalla retorica dello Stato Sociale .Se poi questo costa di più vuol dire che invece di essere "sociale " è " ASOCIALE ". Inoltre - adesso- è spinto al montismo dall'uomo del colle che, come sappiamo tutti è un ex PCI.
    Il centro destra - Anche qui ci sono i rappresentanti della spesa pubblica che sono tutti gli ex DC e gli ex MSI . A decoro tutta una serie di cialtroni vecchi , di mezza età e giovanissimi.Per brevità diciamo che entrambi gli schieramenti devono godere immensamente quando riescono a fregarti i tuoi risparmi. E' sì cari signori miei ! Qui più nessuno fa gli affari sui, lo Stato vuole sapere anche quanti peli ti spuntano dal naso e, quando lo sanno si divertono a strapparteli. Il risultato è Moody's e la nostra pochezza sta in 3.650.000 dipendenti pubblici contro 60.000.000 di cittadini. Questo fa 1 dipendente pubblico ogni 14,5 persone. E' un soffocamento che porta alla disfatta che ci meritiamo proprio a causa delle nostre scelte politico-ideologiche. Ideologie che terminano in tutti quegli "ismi" finiti e sepolti con la caduta del muro di Berlino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo ci vuole un partito in grado di riformare l'economia e modernizzare il paese in chiave storica ma che non è una visione liberal-distruttiva dello stato. Perchè il tentativo è questo fare a pezzi lo stato ( Ducati 15000 posti letto in meno adirittura il dipertimento di fisica è stato tagliato ! Dopo il bosone ! Ma daiiiii !!!!! Questo vuol dire a priore spostare la ricerca altrove ... ) e quando non ci sarà più avanzo primario e i risparmi degli italiani saranno o finiti o emigrati con loro a che cosa si agrapperanno ? Dopo Moody's dirà : bhè noi ve l'avevamo detto ...
      esiliato

      Elimina
    2. Il tuo è il tipico commento della destra liberista talebana. Con la scusa del debito pubblico, volete eliminare lo stato sociale per avere un mondo di liberi cannibali. Che il debito sia stato in Italia usato per ungere la casta e sia sfuggito di mano, è certo. Che questo sia il pretesto per abbattere lo stato sociale che il movimento operaio si è conquistato in 1 secolo, stia tranquillo che non avverrà così facilmente, se sarà necessario andremo contro di voi anche ad uno scontro violento. E anche voi vi farete molto male. Attenti a non tirare troppo la corda.
      PS: visto che è lei odia il dipendente pubblico (invidioso?) perchè non prova a sostituirne uno a caso, diciamo un funzionario che fa gli appalti: secondo me non è in grado manco di scrivere le premesse di un provvedimento amministrativo di indizione del bando.

      Elimina
    3. Concordo si deve far presente che non sono gli stati nazionali ad essere falliti ma la politica neoliberale mondiale è fallita. Una riforma fordiana a livello mondiale è un'alternativa per salvare le apparenze in realtà è tutto il sistema capitalista che è morto. Quando avremo automatismi alla japanese e ia avanzate bhè parlare di movimento operaio non avrà neanche più senso perchè non ci saranno più operai e così sarà per gli impiegati. Allora avremo solo manodopera specializzata come sta già avvenendo nei paesi più sviluppati. IL problema è che siamo ad un bivio della storia ove verrà a costituirsi una massa enerme di disoccupati. Il rilancio dell'economia deve rispettare i principi fordiani su cui l'economia è nata, questo solo per tirare avanti il carettino un pò. Ma dopo si assisterà al non-senso della società su come viene percepita oggi. Quindi gli stati nazionali dovranno aumentare gli impiegati non diminuirli ... stando a logica, ma la logica usato oggi è inversa ovvero quella di creare entropia sociale per esigenze monetarie al di là della concezione umana del rispetto verso non solo della storia ma nel rispetto dei fondamentali diritti dell'essere umano. IL capitalismo sta morendo il resto è solo una conseguenza.
      esiliato

      Elimina
  2. L'argentina sì l'Italia no perchè ? ora anche limitazioni all'informazione ? Poi limitazioni alla libertà personale ?
    Moody ha avvertito solo gentilmente l'Italia per il suo bene ed è anche stato dato di uscire dall'euro per il suo bene e adesso non lo dico solo io, le dichiarazioni di Moody sono state fatte fuori dall'orario di apertura del mercato, e proprio quel giorno era previsto un ribalzo su eurusd su weekly ... e lo spread si abassato ? Bo magari qualcuno ha ipotizzato che se andiamo acanti così una riforma fordiana a livello globale sarà necessaria magari solo una voce nei corridoi ... bò è solo un'ipotesi. Ma tutto ha un limite anche una moneta come l'euro. Ma si preferisce tirare il caretto per non distruggere the game ? ( eurusd ) e quanto fattura al giorno eurusd ? Allora parliamo chiaro è più importante una moneta o il popolo italiano ?
    esiliato

    RispondiElimina
  3. Lehman Brothers è stata una vittima sacrificale era una delle banche riconosciuta per la sua eccellenza negli anni 70-80 i sub prime servono solo a distrarre l'attenzione dal vero problema ( e sì se sono un problema perchè non sono fallite le banche ? ) il vero problema sono gli squilibri creati dalla caduta del muro e una conseguente politica economica scellerata e gli squilibri venutisi a crearsi nell'ue per una politica monetaria senza nessun senso logico. Ora siamo in due a dire ciao euro.
    esiliato

    RispondiElimina
  4. Ottima, ironicamente intelligente e divertente titolazione del pezzo da parte di Luciano, non solo con riferimento metaforico. Occorre rendere merito a Gianluca Braguzzi di aver resistito imperterrito ad un tormento persistente: per tutta la durata dell'intervista le mosche lo hanno molestato al naso, con accanimento pervicace, sembrava il trailer del Signore delle Mosche ...

    RispondiElimina
  5. Solo i ciechi non vedono i conflitti di interesse di queste cd agenzie di rating, soggetti privati proprietà di fondi di investimento e di banche d'affari, autoelevatisi a oggettivi valutatori del debito. Andate a vedere chi sono i proprietarid di queste agenzie e poi ne parliamo. E come mai non hanno mai declassato gli USA e UK che stanno messi da far schifo? e uno che ci ha provato con gli USA l'hanno silurato seduta stante? parliamoci chiaro: questi soggetti privati sono il braccio esecutivo della finanza anglosassone che ha interesse ad una deflagrazione dell'euro, unico vero concorrente globale del dollaro.
    L'intervistatore dice che il timing non è sospetto. Ma allora perchè lasciargli libertà di esternare quando vogliono loro? se è una valutazione oggettiva, visti gli effetti che ha sui mercati, dovrebbe essere temporizzata a scadenze fisse riconosciute dai valutati, non come gli gira a loro (a uccello libero come si dice in tuscania). L'esame di maturità si fa ad una certa data nota a tutti gli studenti, non quando gli pare al professore. O no? e gli esami si fanno con metodi e criteri di valutazione prefissati e noti. Questi che criteri usano? chi raccoglie i dati? come? boh...
    Che l'italia sia zavorrata da sto debito, ok. Ma che venga messa al livello di bulgaria Isole Samoa e altri staterelli con PIL, ricchezza privata (che è la garanzia finale del debito pubblico di uno stato, se lo stato vuole, forse non se lo ricordano sti valutatori...)industria manufatturriera, livelli consumo, del tutto assolutamente diversi, significa che non sanno manco fare i conti della serva, figuriamoci i valutatori.
    La colpa è di questi nani politici europei, che invece di unirsi e risolvere i problemi, pensavano che avendo l'euro, tutto andasse a posto da sè senza unione politica e fiscale, e ora si fanno i dispettucci come i bambini. Tanto valeva allora non fare sto euro e restare con le monete nazionali.
    E poi voi economisti dovreste rispondere ad una domanda com'è che fino a pochi anni fa, sto debito non era un problema, tutto andava ok, e ora è un problema? l'italia va avanti con questo debito da 30 anni, dal CAF, e ora è arrivata l'apocalisse. Perchè?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido sui conflitti di interesse ma tieni presenti che l?italia non ha sovranità monetaria. Ciao Moody's in questo caso ci ha solo avvertito ma quello che è nato dopo è stato : non c'è la farete dovete uscire dall'euro ...
      esiliato

      Elimina
  6. Ammetto che questa volta ho tentennato e dubitato. Poi, al minuto 11:30, Vloganza è uscita prepotentemente con un altro capolavoro di onestà intellettuale.

    Dopo gli "speculatori", le agenzie di rating sono la migliore cartina di tornasole per fare emergere la diffusa ritrosìa al ragionamento.

    Nella testolina di molti, Moody's + S&P sono un covo di multimiliardari panciuti vestiti in gessato con la giacca a coda e in testa un alto cilindro di raso che, tra uno sbuffo di sigaro e l'altro, sono determinati a conquistare il mondo. Più facile svuotare l'oceano con il cucchiaino che cancellare quest'immagine, pena il sarcasmo più dozzinale.

    Braguzzi dice che non trova affidabile Moody's. Vuol forse dire che chiunque investa è LIBERO di dare retta o meno alle agenzie di rating? Sembra proprio che intenda dire quello.

    Se le cose stanno così, dove starebbe tutto lo strapotere delle agenzie, se poi l'investitore non è vincolato al loro giudizio?

    In realtà, e anche nel video si accenna, i così detti investitori istituzionali (cioè UNA PARTE di quelli che operano sul mercato) sono tenuti a comperare titoli a basso rischio, là dove l'affidabilità è classificata proprio dalle suddette agenzie.

    Anche in questo caso, però, non è Moody's a imporsi, bensì è l'autorità di vigilanza competente >>> PUBBLICA <<< ad autorizzare le agenzie di valutazione.

    Questo può essere un punto di inizio per cercare di capire perché le agenzie di rating hanno tanto potere, al netto di suggestioni in stile Goldfinger.

    Quindi Braguzzi ha giustamente ricordato che come investitore privato nessuno è tenuto a dare retta a questi signori e Luciano ha altrettanto fatto bene a ricordare che è l'Italia a essersi messa nei guai nei decenni, che non ci hanno messo gli altri.

    Ma a dire cose del genere si rischia di rimanere inascoltati o derisi.

    Luciano, ogni video che mandi in cui ti opponi alla faciloneria del "dagli al plutocrate", è una medaglia sul petto.

    Viva Vloganza!

    RispondiElimina
  7. Per Cinico Senese.

    "PS: visto che è lei odia il dipendente pubblico (invidioso?) perchè non prova a sostituirne uno a caso, diciamo un funzionario che fa gli appalti: secondo me non è in grado manco di scrivere le premesse di un provvedimento amministrativo di indizione del bando."

    Tipico atteggiamento italico, vecchio stile...pensare al bene comune no, c'è sempre uno che vuol mangiare al posto tuo vero ?
    INVIDIOSO...allora se c'è invidia vuol dire che c'è qualche cosa da invidiare ??? non è così ?
    E come si concilia con le dichiarazioni di "bassi stipendi, lavori impegnativi, socialmente utili/necessari ecc...."

    Pensa te, tutti invidiosi di sacrivifacarsi per la comunità, al costo di fare il dipendente pubblico quando invece si potrebbe farlo nel privato. Pensa te che uomini che abbiamo nella pubblica amministrazione, uomini che si sacrificano e che fanno a gara per scrificarsi, siamo tutti invidiosi.

    Ma allora come mai la cosa pubblica fa così schifo ? altro che bosone!!!!

    Saluti, Davide.

    PS: le persone comuni hanno a che fare tutti giorni con il dipendent della P.A, cerchiamo di smetterla con questa cosa "dello stato sociale" che nulla ha a che fare con il parassita. Siamo arrivati al punto che i dipendenti veri, finalmente, denunciano chi ruba ovvero non lavora e lo fanno adesso perchè prima sarebbero stati spediti via. Anche nella P.A è giunto, internamente, il momento dei conti e quando inizieranno a tagliare veramente ne vedremo delle belle, bellissime denunce perchè di certo chi è entrato per merito e ha sempre lavorato, non si farà cacciare da quello piazzato dal politoco o dal sindacalista di turno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione io ne so qualcosa. Ma se tagli i dipendenti pubblici tagli il pil e devi diminuire le tasse ma con il debito così alto se non vendono o non riescono a vendere il patrimonio edile sarà dura uscire dalla voragine allora sarebbe meglio pagare dipendenti pubblici per generare pil qualora questi generano ricchezza che non vuol dire come succede oggi generare burocrazia che distrugge la ricchezza e quindi aggrappiamoci al bosone che è l'unica alternativa possibili di sviluppo made in europe ma visti i tagli mi sa che si preparono ad un furto. Ovvero mi sarebbe piaciuto che invece degli tagli al dip. di Fisica sarebbero arrivate risorse aggiuntive in vista di un sviluppo tecnologico dovuto alle nuove scoperte. Ma tanto siamo in italia dove corri a Palo Alto ... ditemi se sbaglio ? Come si fa a ragionare così ? Ma dai stiamo finendo in basso ... con tutto il rispetto signor Monti il genio degli italiani va sfruttato non emigrato.
      esiliato.bosonico

      Elimina
    2. Esiliato, tu confondi SPESA con INVESTIMENTI; assumere gente che non serve è una spesa, fare ponti, strade, scuole, laboratori, centrali ecc...sono investimenti.

      Nel 1° caso generi debito e bruci cassa, nel 2° caso crei i presupposti per incassare quelle tasse che ti permettono di mantenere e migliorare i servizi pubblici.

      In pratica un bidello in più del necessario crea una cancrena mentre un investimento genera sempre cassa e si ripaga N volte.(per cortesia non tiriamo fuori gli investimenti all'italiana, stiamo parlando di normalità e quindi non facciamo i furbi)

      Mi stai dicendo che tu credi al socialismo ? pagare uno a prescindere ????

      Allora abbiamo risolto, 2000 mld di debito, assumiamo ancora vai...peccato che chi i soldi li deve mettere, per mantenere forestali e professori, abbia deciso che sia meglio darsi fuoco che continuare, ma questa è la penultima cosa che viene fatta, vedi Tunisia, perchè altri decideranno diversamente.

      Saluti, Davide.

      PS: da uno che trada e che quindi conosce come il mondo funziona, dare/avere/competere, non posso credere che creda a "meglio pagare dipendenti pubblici per generare pil qualora questi generano ricchezza" anche perchè il dipendente pubblico è NECESSARIO, non deve produrre ricchezza, deve SOLO FARE QUELLO CHE GLI VIENE ORDINATO.

      Sono assunti per necessità, se potessimo farne a meno lo faremmo ma nella vita facciamo altro e quindi deleghiamo altri al posto nostro.

      Il punto è che quando i nostri dipendenti invertono la catena di comando, questo si chima colpo di Stato.

      Elimina
    3. Tu fraintendi benchè io sia anarcocapitalista e quindi tendenzialmente antistatalista non vuol dire necessariamente non essere socialista, a determinate condizioni, tutto può essere auspicabile. Ma io non intendevo i bidelli io intendevo e mi è sembrato abbastanza chiaro ricercatori, tecnici, ingegneri e via discorrendo, ovvero quel genere di richezza prodotta intellettualmente che servirà da slancio forse magari in prospettiva di una nuova rivoluzione industriale basata sull'alta tecnologia e la ricerca spaziale. Ma forse sono sempre avanti con i tempi. Poi non considero il socialismo un male anzi a determinate condizione è un bene per chi ad esempio non riesce nemmeno a sfamarsi. Purtroppo sono solo sogni come l'anarcocapitalismo destinati a non realizzarsi mai per la mediocricità insita nel sistema. Ma distruggere la vita di altre persone non giustifica l'esistenza di una moneta anzi è vero il contrario. Quindi è necessario fare solo quello che viene ordinato dal mercato mai remare contro. Vediamo quando si riprende se si riprende l'euro.
      esiliato

      Elimina
  8. Cerchiamo di fare chiarezza sul numero di dipendenti pubblici e cerchiamo di ragionare con logica facendo un esempio.
    In casa vostra, normalmente, quando mettete sul fuoco la pentola per far bollire la pasta , adoperate due pentole oppure una sola ? Tutti, almeno che vostra moglie voglia gli spaghetti mentre voi i rigatoni, mettono sul fuoco una sola petola. Se tutti i giorni ne faceste bollire due di pentole avreste aumentato i vostri costi del doppio. Ovviamente tutti sono liberi di mettere due pentole sul fuoco, ma a patto che non sia io a pagarvi la bolletta del gas ne il vostro vicino di casa perchè, se così fosse, avremo un mondo non propriamente bilanciato. Lo Stato e tutti i servizi che offre, in moltissimi casi fa bollire due o anche tre pentole alla volta per un solo commensale. Come ci sia arrivato nel tempo lo sanno anche le pietre e il risultato è la follia di debito pubblico che abbiamo accumulato. Quindi bisogna tagliare andando a riorganizzare tutto il sistema.
    Ora, senza generalizzare, come fare per ricollocare il personale ? E questo personale è disposto a cambiar mestiere oppure preferisce la comodità del timbro burocratico ? Se non si mette mano alla ristrutturazione di queste cifre, con i livelli di produzione nazionali che, a causa della crisi, sono sempre tendenzialmente verso il meno, mi sapere dire dove si andranno a prendere i soldi per finanziare l'enormità del numero ? Usciamo dall'euro così con la lira andremo a competere con i cinesi vendendo magliette ? Ritornerebbe forse in Italia la Fiat che si è nel frattempo internazionalizzata ? Percentualmente quanti sono i nostri campioni nazionali rispetto alla miriade di piccole imprese che non riescono più a competere ? Il fatto , cari signori miei è che la nostra economia è più labour che h.t. C'è poca alta tecnologia. Quello che si definisce "labour" vuol dire fare magliette o scarpe da ginnastica e qui devi competere con il prezzo della Cina o della Cambogia. Cosa fai ? Fai per caso le scarpette con le molle e metti sulle strighe delle luci ad intermittenza per diversificare ? Una visione estremamente limitata ed esteticamente ridanciana di uomini estemamente miopi con la schiena appoggiata al campanile del proprio Comune.
    E' normale che ci siano dipendenti pubblici che fanno il loro dovere ed è pur vero che ce ne sono altri che s'imboscano. E' altrettanto vero che ci sono i falsi invalidi ed altri - i veri invalidi- dove non si danno seguito alle pratiche. Il dramma stà nel sistema che si è ingenerato a cui in una qualche maniere si deve pur mettere mano in quanto è fortemente sbilanciato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido solo se tolgono i privilegi indotti alla classe politica e parlo di super stipendi e pensioni d'oro ... iniziamo da lì a fare i tagli o un bel giorno ci sveglieremo nel peggiore dei mondi e visto che tutti filava liscio quando c'era la lira facciamo pure un referendum per uscire dall'euro e usiamo il concetto di inflazione monetaria fediano per aggiustare i valori dell'inflazione dello spread giornalistico o differenziale. Vediamo se sbaglio, vediamo se non è l'unico sistema per risolvera la crisi in un lasso di tempo accettabile.
      esiliato

      Elimina
    2. La mia esperienza di funzionarietto asburgico oramai lunghetta dice che: dei dipendenti pubblici degli enti pubblici locali e ministeriali 1 su 3 potrebbe essere eliminato, non se ne accorgerebbe nessuno, ossia con una tranquilla riorganizzazione del lavoro dell'ufficio il lavoro di quello potrebbe essere redistribuito agli altri; 2) dei restanti 2, 1 potrebbe essere eliminato con una vera a) informatizzazione dei processi amministrativi b) processo per obiettivo e non per atto; 3) se vuoi far aumentare la produttività, cioè far lavorare di + la gente, devi premiare chi lavora di più ed è creativo (carriera o soldi) ma i sindacati si oppongono se no perdono iscritti; 4) i dirigenti li puoi mandare tutti via, quando non ci sono si lavora meglio: mettono i bastoni tra le ruote per conto dei politici; 6) trasferire forzatamente impiegati da sud a nord, da un settore all'altro (ma questo presuppone un analisi dei processi che non farà mai nessuno perchè se non vengon fuori le gabbole).
      Ma questo è solo un elenco delle cause perse. Nessuno le farà mai. La strada allora è quella intrapresa da diversi anni: blocco del turn over, così naturaliter la PA si restringerà sempre + e scomparirà, ma intanto la produttività e l'efficienza comunque non aumenterà.infatti nel cahier de doleance di FMI BCE imprenitori bla bla c'è sempre sta litania sulla PA...

      Elimina
    3. Infatti ci conviene abbandonare in massa uno stato vergognoso tanto qualunque cosa fai o promuovi cercheranno sempre una loro via clienterale
      esiliato

      Elimina
  9. Cara Vloganza sulle agenie di rating, il ministro Grilli, economista, bocconiano, la pensa come me :-) alcuni stralci dell'intervista del corriere: ..."Le agenzie di rating, che sono aziende private in potenziale conflitto d'interesse con i propri clienti, esponenti di una cultura solo americana..." e ancora "In un'economia di mercato è assolutamente normale che vi sia una valutazione dei crediti privati, un voto di affidabilità su un debitore, può essere discutibile che ciò possa essere richiesto anche per uno Stato. L'aspetto grave, che una democrazia non dovrebbe sottovalutare, è però un altro. Un giudizio privato, pur legittimo, rientra poi automaticamente nelle procedure, di natura pubblica, di un ente regolatore che difende gli interessi di tutti. Il vero nodo è questo" (traduzione mia: ma questi signori che criteri di giudizio adottano?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grilli ha anche ragione e giustissima la sua levata di scudi in difesa dell'italianità. Però il declassamento , giusto o sbagliato esso sia c'è stato e di queste "soffiate" il mercato fa i suoi conti.
      E' perfettamente inutile reagire alle accusazioni che ci piovono sulla testa da oltre oceano oppure dall'atteggiamento della Merkel che ha nuovamente ribadito la sua rigità. I nostri problemi ce li dobbiamo risolvere da soli e questi, si risolvono solo lavorando , ristrutturando e vendendo quello che non ci serve del patrimonio pubblico . Come nessuno di noi è così generoso di pagare la bolletta del gas del vicino, perchè dovrebbero essere gli altri a pagare i nostri errori ? Se questo dovesse essere il pensiero di molti, il mio consiglio è di iniziare a fare colazione a casa propria e non al bar. Può essere che al bar nel cappuccino mettano gli allucinogeni !

      Elimina
    2. Dall'andamento attuale di questi credit default swap si vede bene che il loro giudizio sui paesi cosiddetti PIGS è molto peggiore di quello dato da Moody's quindi è normale che non ci sia stata alcuna reazione negativa delle borse e sulle aste dei BTP, perchè Moody's non ha aggiunto alcuna informazione che gli operatori dei mercati finanziari già non conoscessero.

      Quello che mi chiedo è questo:
      come si comporterebbero i partiti che sostengono il governo Monti se lo spread fosse già stabilmente da qualche tempo a 250?
      Riformulo diversamente la domanda:
      per tenere insieme questa cozzaglia non è più opportuno tenere lo spread a questi livelli e un declassamento ogni tanto...?
      rino.

      Elimina
  10. posso suggerire di trattare l'argomento "Libor" in una prossima intervista ? riporto uno stralcio da yahoo finanza...

    Scandalo Libor. Il Dipartimento di Giustizia Usa sta costituendo un procedimento penale contro le grandi banche e le persone colpevoli di aver manipolato il tasso di interesse globale. In particolare, l'indagine si concentra su come le banche abbiano fatto ad impostare il London Interbank Offered Rate, noto come Libor e le modalità tecniche usate. La Barclays PLC, che è già stato multata di $ 450 milioni.Oltre a Barclays (Londra: BARC.L - notizie) , altre banche tra cui Citigroup (NYSE: C - notizie) , JP Morgan Chase & Co, la Royal Bank of Scotland (Londra: RBS.L - notizie) e Deutsche Bank (Xetra: 514000 - notizie) potrebbero essere coinvolte, in seguito ad alcuni documenti della Fed di New York (Francoforte: A0DKRK - notizie) pubblicati in seguito a specifiche richieste di molti membri el Congresso, e in base ai quali si ipotizza che la stessa Fed fosse a conoscenza delle alterazioni già dal 2007 ma che non abbia preso nessuna iniziativa per evitare problemi su scala mondiale.

    RispondiElimina
  11. @Anonimo: tenere assieme questa ACcozzaglia è una cosa positiva ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tante situazione che non tornano Marco:
      la politica europea che x non fare una svalutazione monetaria (di questo passo inevitabile) sta tentando la strada di una svalutazione interna (salari e tagli).

      Il nostro Presidente della Repubblica che insiste su una riforma elettorale per avere un nuovo governo di grandi intese. Togliendo il premio di maggioranza non si rischia che il M5S prenda la maggioranza relativa....

      e poi ci c'è la cozzaglia, cè un mio commento in un'altro video.
      rino.

      Elimina
  12. Una domanda a Luciano di tipo tecnico: è possibile nei commenti cliccare su un nome e vedere i suoi commenti fatti in precedenza?
    Grazie,rino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rino,

      il sistema non permette quella possibilità. Ma puoi provare a fare una ricerca sul sito con il nome e/o la parola che ti interessa e con un po' di pazienza dovresti trovare quello che cerchi.

      Saluti

      Elimina
    2. Ciao Luciano spero che non ti arrabbi ma alcune cose che ho scritte avrei intenzione di riportarle in un contesto da @diritti riservati poi magari possiamo dividere la proprietà intelettuale , ma secondo te se utilizzano le nostre idee uscite dal dibattito di Vloganza quanti soldi ci devono dare ? ( hahahah ) Bhè scherzo viva l'italia, ma attento a non farti craccare le proprietà intelettuali. Cioè se il sistema euro non dovesse funzionare noi ( alla fine sei stato tu a spronarmi nell'idea ) abbiamo ideolicamente ideato una via d'uscita che gli para pure lo stato sociale ( sono un pò troppo ottimistico ) dividiamo ?
      esiliato

      Elimina
  13. Gianluca Braguzzi18 luglio 2012 07:26

    @Alberto le agenzie di rating sono fuori timing e per me gestore poco interessanti. Come ha ricordato Luciano magari per un gestore di fondi giapponese fanno legge...con conseguenze pesanti sulle scelte di allocazione:

    @ Cinico Senese: ho effettuato un approfondito studio sul perchè improvvisamente vi è stato un cambio di view sul debtio pubblico italiano che pur crescendo non ha mai assunto dinamiche anomale: TRATTASI DELLA garanzia offerta dallo stato su una serie di emissioni e sui 103.000 euro sui c/c ( garanzia che poi come disse un ministro non è esigibile...). Evento di "copertura"che se si verificasse, anche in misura ridottissima, comportarebbe una moltiplicazione del debito pubblico e siccome è inevitabile arrivare lì, se non si vogliono lasciare fallire numerose tra le banche nazionali più importanti....

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".