Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 24 luglio 2012

Draghiii tira fuori il bazooka!

Moody's Investors Service peggiora le prospettive sul giudizio massimo di AAA con cui valuta il merito creditizio di Germania, Olanda e Lussemburgo a causa dell'aumento dell'incertezza sulla crisi del debito europea. Il governo del Cancelliere Angela Merkel risponde citando il verdetto dei mercati...
finanziari che hanno ricompensato la Germania con un costo dei finanziamenti ai minimi storici.

Giulio Baresani Varini - Responsabile pianificazione del risparmio di Millenium Sim a Milano: "La Bce è l'unica che può usare il bazooka, non con un altro LTRO o con un taglio dai tassi ma comprando obbligazioni illimitatamente fino a un livello di spread che giudica adeguato, se questo non avviene non c'è soluzione e anche i tedeschi ne risentiranno".


13 commenti:

  1. Siamo arrivati alla battaglia finale o più semplicemente a scoprire le carte dei tedeschi...Noi siamo nudi da anni, solo i giornalai NON SAPEVANO!!!

    I paesi cattivi hanno fatto e stanno facendo importanti riforme, l'Italia non vine trattata come merita, dovremmo essere ben sopra la Francia a questo punto.
    La colpa è Nostra, come al solito, visto che non battiamo i pugni.

    Mi chiedo come ancora si può pretendere di difendere la Germania, dopo tutto quello che ha ottenuto.

    La faccenda poi del salva stati, prima approvato poi rimandato è stata una beffa all'italiana di vecchi tempi, mi ricorda tanto il Berlusconi che prometteva e poi dopo aver avuto l'aiuto della BCE ritrattava tutto.

    Forse pochi hanno capito che la Germania non ha solo rotto a Noi tutti ma anche al resto del mondo, americani in primis, figuriamoci gli inglesi.

    Più di chiedere un intervento di Draghi, soggetto poi alle critiche se non minacce dei tedeschi, sarebbe forse il caso di chiedere a Monti di non versare più le quote europee, gli aiuti ai paesi in difficoltà e, questa è politica, smobilitare tutte le truppe e i mezzi presenti all'estero.

    Mi spiegate per cortesia perchè se io sto male devo mantenere una comunità, quella europea, aiutare Spagna, Portogallo, Grecia, Irlanda + le banche di prima tedesche e francesi, pacificare mezzo mondo? ecc....

    Se siamo messi così male, cosa cavolo stiamo facendo ? tagliare, tagliare e ancora tagliare tutto ciò che non rientra negli interessi nazionali diretti.

    Oggi l'interesse nazionale è recuperare soldi e allora incominciamo da quello che sta fuori confini.

    Perchè non sento nessun giornalaio dire, affermare questo ? perchè nessuno pone questa domanda a Monti ?

    Saluti, Davide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Davide: due cose

      "[...]I paesi cattivi hanno fatto e stanno facendo importanti riforme[...]"
      correggimi se sbaglio: noi abbiamo fatto la riforma delle pensioni, introdotto un fumoso principio del pareggio di bilancio, un'inutile riforma del mercato del lavoro che non ha cambiato la sostanza, aumentato le tasse per sopperire alle esigenze più immediate, ridotto di poco il numero di parlamentari (dalla prossima legislatura), annunciato (annunciato, solamente annunciato) vendita di asset e tagli delle province. liberalizzazioni: prossimi allo zero.

      questi sarebbero i compiti fatti a casa? stiamo scherzando, vero?

      non ce l'ho con Monti, che rispetto a chiunque altro presidente del consiglio che lo ha preceduto appartiene a un altro pianeta, ma con il parlamento, la classe politica tutta (ho solo pochi nomi a cui porto rispetto, tra cui Pietro Ichino e Nicola Rossi) e con chi li ha votati

      sulle quote europee: se ci lamentiamo noi, allora i tedeschi hanno doppiamente ragione

      secondo me l'euro è un progetto da portare avanti, ma piuttosto di sentire queste continue lamentele su quanto sono cattivi gli altri, preferirei uscire in questo istante per poi "godermi" lo spettacolino che si presenterebbe da lì a cinque minuti

      ma anche in quel caso, troveremmo colpevoli al di fuori dei confini nazionali, anche a costo di cercarli fin su Plutone

      Ciao

      Elimina
    2. Luciano c'è qualcosa che non và ... i cds di spagna e italia sono al massimo storico e l'euro ha rotto al rialzo ( a dire la verità lo aspettavo ma non è questo il problema ) come si concilia il tutto ?
      Moody ha detto che incomincia a creparsi il costrutto tedesco e per ipocrisia tedesca ora si aspetta il nulla osta alla stampa ? Vai Draghi ... ma che non sia un pretesto per non andare avanti nel piano di tagli ...
      esiliato

      Elimina
    3. Perchè non sento nessun giornalaio dire, affermare questo ? perchè nessuno pone questa domanda a Monti ?

      Perchè se ciò che tu auspichi venisse attuato la stagione delle stragi ricomincerebbe immediatamente.

      Elimina
  2. Alberto, sai cosa ho notato ? che tu non leggi quello che la gente scrive, hai i tuoi preconcetti, tipico atteggiamento italico vecchio stile dove io sono il ganzo, l'onesto e tutti gli altri sono il male, e rispondi autoascoltandoti.

    Chi frigna, ho detto di non chiedere a Draghi ma di tagliare i nostri soldi verso terzi...oppure siamo obbligati a dare e non a chiedere ???

    Fammi capire, il pretendere di non versare le quote all'Europa che cosa ha che fare con il discorso che anche la Germania potrebbe farlo ?

    Io non voglio €urobond, non voglio aiuti di altri paesi e, se la BCE non fa da Banca Centrale, non voglio regalare i soldi che mi servono a stranieri. Dimmi, dove sta il piagnisteo ?

    Se ti piace tanto l'€ tienitelo, io a queste condizioni, visto che ho fondato io l'Europa, non mi sta più bene. Se ti fa schifo l'Italia sei libero di andare.

    L'Europa era un dare e avere, al di la dell'€ è stato un errore fare entrare paesi solo per opportunismo. I fondatori, i padri fondatori avevano altro per la testa e Adenauer, se fosse in vita, chiederebbe agli Americani di radere al suolo un'altra volta la Germania e per Noi bè, invocherebbero, seppur soffrendo, il metodo Mussolini contro la mafia.

    Fammi una cortesia, cerca di vivere il tuo tempo e questo vuol dire sotterrare il "Calimero" che c'è in ogni italiano. A Cesare quel che è di Cesare, punto.

    PS: di quel che i tedeschi vogliono, dicono, non mi frega più nulla; è dal 2007 che facciamo quello che vogliono, dal famoso innalzamento dei tassi del trikeko quando tutto il mondo tagliava. E' una ruota che gira, adesso tocca Noi o ai francesi o altri, ma non ai tedeschi. Le scoietà funzionano così.

    Saluti, Davide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "[...]che tu non leggi quello che la gente scrive[...]": faccio di più, cito le parole testuali

      mi limitavo a far notare che i tanto paventati "sforzi" (a cui aggiungo, mi ero dimenticato, alcuni tagli alle spese per la giustizia, ma ancora nessuna riforma della giustizia civile), a ben guardare siano poca cosa.

      mi sembra che su questo punto, dato che tu m'insegno come leggere i commenti altrui, non hai sollevato obiezioni: e allora di quali sforzi parlavi?

      il piagnisteo consiste appunto nel far passare per rivoluzioni epocali, quelli che in altri paesi sono piccole riforme, consolidate da decenni

      i tempi in cui vivo mi pare dicano molto chiaramente che:
      1) non possiamo più confidare sulla politichetta della svalutazione, nemmeno se uscissimo dall'euro
      2) in giro per il mondo si trova manodopera a buon mercato e la concorrenza sulle professioni si alza sempre più di livello qualitativo
      3) la fiducia nella capacità di ripagare i prestiti è finito e con esso il clientelismo e l'assistenzialismo
      4) l'Italia non ha appeal per gli investitori per problemi di giustizia, fiscalità e mercato del lavoro,

      ti giuro, ero convintissimo che il mio tempo mi dicesse proprio questo. invece mi dici che sto sbagliando. cosa mi sta dicendo il mio tempo, che non capisco?

      "[...]I fondatori, i padri fondatori [...]" eh già. La cultura del "onora il padre e la madre" è dura a morire. Arriverà mai quella del "onora i figli"? Io mi batto per questa.

      Se l'impianto Europeo non ti piace, la tua critica dovrebbe partire dalle fondamenta, mettendo in discussione proprio le capacità e le motivazioni dei "padri fondatori"

      ad ogni modo, tanti anni di pace in Europa non si sono mai visti. e a leggere i nostri commenti, nei miei difficilmente troverai espressioni come "radere al suolo".

      questione di valori: il mio è il libero mercato, qualcosa di diametralmente opposto alla violenza

      Elimina
  3. Mal può durar il rosignuolo in gabbia,
    più vi sta il gardelino, e più il fanello;
    la rondine in un dì vi mor di rabbia.

    Chi brama onor di sprone o di cappello,
    serva re, duca, cardinale o papa;
    io no, che poco curo questo e quello.

    In casa mia mi sa meglio una rapa
    ch’io cuoca, e cotta s’un stecco me inforco,
    e mondo, e spargo poi di acetto e sapa,

    che all’altrui mensa tordo, starna o porco...(Ludovico Ariosto)

    rino.

    RispondiElimina
  4. qualcuno ci vuole convincere che è meglio servire in paradiso che regnare all'inferno... e per far ciò, si inventa un paradiso (l'euro) e un inferno (la lira)... io credo che si tratti di un purgatorio in ogni caso.... ma che almeno, come viverci, lo si possa decidere noi... W la Lira :-)

    RispondiElimina
  5. ....e il bazooka arrivò. Eureca!

    maia isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e si scoprì che era caricato a salve...

      posso segnalare un'iniziativa che a prima vista sembrerebbe interessante ? Michele Boldrin è anche stato ospite di Vloganza in passato... fermareildeclino.it

      Elimina
    2. Ciao Marco,

      ci dicono che è ancora in costruzione e che sarà comunque un marchingegno costoso.

      Anche a me sembra potenzialmente interessante il manifesto di Boldrin & Co. In attesa dei dettagli, che ne pensate?

      Elimina
    3. In quel manifesto c'è anche Irene Tinagli, altra ospite di Vloganza, di cui apprezzo moltissimo la posizione sul tema del mercato del lavoro.

      Oscar Giannino, che dalla sua trasmissione radiofonica sponsorizza l'iniziativa, sottolinea che se non riceveranno un numero convincente di adesioni, il manifesto rimarrà lì dov'è.

      Io mi auguro di no.

      Elimina
  6. ma porca paletta ancora non l'avete capito che la Germania HA tutto l'interesse a prolungare questo stato di cose????gli interessi sul debito della Germania sono rasenti lo ZERO...MENTRE L€ RIMANE DEBOLE...e tutto ciò avvantaggia la Germania...se l'Italia uscisse dall'€ assieme alla Spagna e Portogallo e fon dano assieme l'EUROMED. svalutato del 10% e con una propria banca centrale pronta a STAMPARE DENARO...(in stile anglosassone)..la Germania finirà a picco in recessione con interessi sul debito in crescita

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".