Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 15 giugno 2012

Su materie prime e chi visse sperando

Le materie prime sono in rialzo in seguito alle speculazioni sulla possibilità che la Federal Reserve e le altre banche centrali decidano di implementare altre operazioni di stimolo all'economia. Aumenta il prezzo del petrolio dopo che l'Opec ha chiesto ai sui membri di ridurre la produzione in eccesso. Il gas...
naturale sale del 14 percento in reazione alla crescita minore delle stime delle scorte degli Stati Uniti.

Lorenzo Paloscia - Trader e gestore di Etruria Capital Mgmt a Chicago, Illinois: "Tutte le volte che si parla di Quantitative Easing o di sostegno all'economia i prezzi delle materie prime sono i primi a salire, un effetto che non va sottovalutato perché inflazionistico e deprimente dell'economia reale".


6 commenti:

  1. OT:
    se domani non torna Piglia inizio lo sciopero della fame.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bell'idea. Da parte mia poi sarebbe il massimo del paradosso. Dopo aver accantonato viveri per parecchi mesi per precauzione, in attesa di eventi sociali sgradevoli causati dalla pessima gestione della crisi, adesso mi ritrovo ad essere psicologicamente disgustato dalla realtà che mi circonda, a tal punto da non aver più appetito ... se mi mettessi pure a fare lo sciopero della fame, i viveri diverrebbero un simbolo kafkiano della più completa beffarda irriverenza verso l'intelligenza applicata alla previsione e prevenzione dei rischi ... oltre all'omesso passaggio finale del "CHI VISSE SPERANDO", in tal guisa potrebbero finire anche coloro che VISSERO CON PREVIDENZA (o quantomeno si supponeva lo fosse)

      Elimina
    2. Benvenuto nel nostro mondo, dove è vero tutto e l'incontrario di tutto.
      Esiliato.da.crisi.finita
      E ringraziamo tutti Monti che sta rimettendoci la faccia a furia di defendere un paese ( sia pur con una potenzialità incredibile ) come il nostro.

      Elimina
  2. ...poveri noi trader che ancora lavoriamo a mano....

    Grande Lorenzo!! e grande NG!!

    un saluto
    jackis

    RispondiElimina
  3. Il modo di dire è noto anche ad altre regioni d'Italia e le immagini associate ad ogni puntata di Vloganza sono indovinatissime.

    RispondiElimina
  4. E' una battuta fatta da Abantantuono in Mediterraneo. Il top!

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".