Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 22 giugno 2012

Interessi di campanile

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, ospita Francia, Spagna e Germania a Roma in un confronto destinato a mettere pressione su Angela Merkel affinché consenta l'uso del fondo di salvataggio per comprare obbligazioni dei paesi a rischio, un incontro in cui l'Italia cerca per la prima volta...
l'aiuto internazionale.

Maurizio Piglia - Direttore degli investimenti della banca Savings & Investmensts a Auckland, Nuova Zelanda: "Tutti oramai avanzano le soluzioni più improbabili pur di cercare di isolare la Germania e di spezzare la resistenza alla via più facile che è quella di usare la stampante".


11 commenti:

  1. Berlusconi vuole ricandidarsi? In questi mesi leggo e sento critiche a Monti come mai ne ho lette sugli squinternati governi Prodi o su quelli tragicomici berlusconiani.

    L'evidenza dice che tantissimi italiani sono più avversi a Monti che a Berlusconi. Anche nei commenti di Vloganza, assai raramente compare qualche ammissione esplicita che questo governo sia migliore di quelli degli ultimi decenni.

    Personalmente ho constatato che gli stessi che lo scorso novembre hanno ballato e stappato spumante quando Berlusconi se n'è andato, appena hanno capito che certi privilegi (pensioni retributive e posto fisso) erano in pericolo, a denti stretti hanno cominciato a rimpiangere i tempi del bunga-bunga.

    Se Berlusconi torna promettendo di rimettere tutto come era prima, cioè caricare di debito figli e nipoti a vantaggio di padri e nonni ripristinando così la tipica politica patriarcale, vincerà a mani basse.

    Del resto è il tipico tratto italiano: indignarsi per i comportamenti altrui senza badare ai propri e parlare a vanvera di meritocrazia. Quale meritocrazia esiste nell'art 18 o negli scatti d'anzianità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente è l'esatto contrario. Monti ha perso le "speranze" anche degli irriducibili dopo che di tagli neppure l'ombra.

      Il Berlusconi era ed è invischiato e quindi lo si dava/dà per colluso al sistema, ma il signor Monti aveva tutto per fare tutto perchè non ricattabile.

      E' accaduto proprio l'esatto contrario di quello che dici ma si sa, l'italiano ama vedere la sua realtà non quella esistente.

      Ora, vediamo quanto impiegheranno i giornalai a riempire le pagine di un uomo politicamente morto da anni rispetto ad un Governo che di tecnico ha un fico secco.
      Il "nano" è un ottimo diversivo per non palare dei "non fatti".

      Saluti, Davide.

      Elimina
  2. Tutti i nodi vengono al pettine !
    Io penso di aver perso il conto degli anni in cui sostengo la necessità degli Stati Uniti d'Europa e quindi, prima della moneta , la politica che permetta la costruzione e le regole generali. Sono tre i pilastri che devono essere appoggiati su solidi plinti:
    POLITICA ESTERA COMUNE , ESERCITO COMUNE e ...solo dopo aver gettato i primi due , la MONETA COMUNE. Qui abbiamo fatto esattamente il contrario partendo dal fondo e sperando che la moneta comune accelerasse il processo politico che avrebbe dato il via agli altri due. Una idiozia addirittura antieconomica se pensiamo al pilastro dell'Esercito Comune e del rapporto in investimenti solo in questo settore tra USA e Europa. Un rapporto 3 a 1. Fatevi due conti in miliardi di dollari e avrete una positiva sorpresa sull'aumento del PIL europeo.

    RispondiElimina
  3. Pil comune questa sarà la vera forza ...
    esiliato

    RispondiElimina
  4. La rinegoziazione degli interessi potrebbe essere un'ottima proposta (già messa in preventivo dai mercati) se fosse però accompagnata da un rinnovamento della classe politica italiana, per cui la totalità dei nuovi parlamentari dovrebbe provenire dalla società civile, quindi movimenti ed associazioni, dotati di competenze specifiche in ogni settore e decisi ad agire nellinteresse pubblico, condizione potenzialmente in essere ma che sarà impedita in ogni modo (senza scrupoli) dalle cariatidi e parassiti che detengono ancora il potere politico e materiale di questo paese e che non intendono mollarlo per nessun motivo, fino alla distruzione del paese

    RispondiElimina
  5. Maurizio ti contraddici forse perché sei lontano...non capisco le tue considerazioni sul Cav...e' per qualcuno forse l'unico che può rompere questa situazione di assedio finanziario a noi e all'Italia...hai sempre detto che questa Unione monetaria e' poggiata sulle falsità accettate a suo tempo per interessi di pochi a scapito del popolo....vedi Grecia.
    Noi questi abbiamo per rompere un filo conduttore che dura dal dopoguerra ai giorni nostri...e come l'assedio di Alesia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia25 giugno 2012 12:18

      L'assedio di Alesia e' finito male....ha vinto Cesare.
      Che era l'assediante.
      Se Il Cav. Banana fosse l'ultima speranza del Paese...il Paese merita di perire senza remissione e scomparire dalla storia.

      Elimina
    2. Appunto...Ed e finita male per la gente che era in mezzo.....intendo dire che se continuiamo a pagare non rimarrà in tasca nulla e al prossimo giro allora si che verremo spazzati via...adesso il bilancio dello stato e in pareggio e forse anche in avanzo primario e magari potremmo rinnegare il debito o ristrutturarlo. Per te che sei in "fuga" prova a trovarmi una classe dirigente e politica che stando fuori dal parlamento e rinunciando a delle ideologie sia veramente in grado di cambiare questo paese invece di sfuttarlo e sfruttare il proprio popolo. Ciao grande Maurizio...grazie

      Elimina
  6. Uno dei motivi del crash dell'autunno 87 furono le tensioni nel golfo persico, storia che si sta ripetendo in questi giorni.

    Buon segno, forse il Minsky moment si sta avvicinando e finalmente quello che dovrà succedere sarà realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia25 giugno 2012 12:18

      Si, penso che un Minsky moment si avvicini a grandi passi...speriamo ripulisca quel che deve ripulire...

      Elimina
  7. cosa è la deleveraging deflation? Una deflazione provocata da una deindebitamento di households and firms?

    Grazie!

    Jole

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".