Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 19 giugno 2012

È necessario sganciare il debito sovrano dalle banche

Il G20 concentra la risposta alla crisi finanziaria europea sulla stabilizzazione delle banche e il FMI raddoppia la capacità di prestito per schermare il resto dell'economia mondiale. La Grecia potrebbe cercare di rinegoziare gli accordi internazionali. I rendimenti spagnoli diminuiscono e cala dal record...
il costo per assicurare il debito del paese.

Gianluca Braguzzi - Responsabile finanziario di PairsTech Capital Mgmt a Mantova: "La scarsa appetibilità del debito pubblico si è realizzata in seguito all'impegno delle stato a garantire le emissioni bancarie piuttosto che le giacenze di conto corrente, è per questo che i mercati mettono in crisi le valutazioni dei titoli italiani".


5 commenti:

  1. Scusi ma con un debito che è oltre tre volte la somma incassata dallo stato non sembra che sia un debito esagerato ? poi con gli interessi che stanno arrivando al 10 per cento dell'entrate ... insomma non mi sembra che i numeri gli diano ragione. Mi scusi lo dico da profano.
    esiliato

    RispondiElimina
  2. e poi non è chiaro il paradosso se si vogliono ( giustamente ) sganciare dai debiti sovrani ... bhè perchè ? se sono sicuri come dice non ci dovrebbero essere problemi ... ma evidentemente qualcosa non mi torna ...

    RispondiElimina
  3. volevo dire che l'attacco era ( perchè ormai non c'è più interesse) giustificato ... ovvero un paese come l'Italia purtroppo non può mantenere un debito così alto ... perchè se l'economia decrese e il debito sale ...
    scusi.per.le.note.critiche
    esiliato

    RispondiElimina
  4. "protratte uno stato agonico" ... la definizione perfetta del sud europa ...

    RispondiElimina
  5. Gianluca Braguzzi20 giugno 2012 19:21

    I tassi hanno inziato a salire senza il presupposto che il debito stesse lievitando fuori misura come ci hanno "venduto". Ovviamente ora il rialzo del costo del debito sta producendo i suoi dannosi effetti, contribunedo a rendere sempre più difficile l'inversione di questo circolo vizioso.
    I debiti irredimibili sono quelli delle banche (o almeno di molte di loro) è chiaro che se questi vengono garantiti da stati a loro volta fortemente indebitati contribuiscono a rendere non sostenibili anche i corrispondenti debiti pubblici.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".