Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 8 giugno 2012

Cina in azione, America in allerta, Europa in Germania

La Cina riduce il costo del denaro per la prima volta dal 2008 e allenta i controlli sui tassi praticati dalle banche. Il Presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, indica la crisi europea come un rischio per l'economia americana. Il Cancelliere  Angela Merkel, sostiene che la Germania intende usare gli...
strumenti attuali per stabilizzare la zona euro.

Philip Corsano - Economista di Gnostam a Todi: "Abbiamo perso l'incisività di chiedere la rendicontabilità a chi governa, siamo in una situazione dove lo status quo non si tocca e tutto viene riversato su un contribuente sempre più emarginato che vota per i partiti di protesta".


20 commenti:

  1. Bellisima parola rendicondatività. Ciao Luciano grande Philip ciao
    esiliato

    RispondiElimina
  2. Rendicontazione, assunzione di responsabilità, azione di responsabilità, dignità, onestà, ecc., valori ormai persino difficilmente citati e considerati tramontati dalla nostra classe politica, indegna e parassitaria. Ecco perché apprezzo molto interventi come questo di Philip Corsano, ma poi inevitabilmente devo affermare realisticamente che sono persuaso che ormai la situazione è IRRIFORMABILE e PURTROPPO solo tramite eventi traumatici potrà cambiare qualcosa ... e non mi riferisco a eventi sismici o meteorologici ...

    RispondiElimina
  3. prima del caos ... devono secondo me nazionalizzare il più possibile ( tutto quello che fa acqua autostrade tv radio cliniche ecc ecc ), investire in ricerca e sviluppo, dare cogestione economica nelle fabbriche dove sia possibile, investire loro stessi nel forex che fattura 5000 md di usd al giorno e tagliare stipendi assurdi ... e riogarnizzare lo stato ... niente province nuove scuole quadri per dipendenti publici a supporto della società, ma l'idea migliore è investire 500 md di euro mel forex con un team trader con i coglioni tirono fuori 200 md all'anno ... e subito devono applicare il tradimento allo stato come reato gravissimo ... un dogma ( tutti quei atti che vanno contro il benessere dello stesso devono venire puniti ) e cacciare via i parassiti sociali che ci hanno conciato così ... n'altra utopia ciao
    esiliato.molto.esiliato.tra.un.pò
    ps io sono contrario a qualsiasi forma di dittatura ma una cosa del genere non la chiamerei tale ma solo salva.italia che così non farà sprofondare il globo in un altro 29 ... ma Maciknight ha ragione si aspetterà l'inevitabile

    RispondiElimina
  4. accountability=rendicontabilità=redde rationem. Non abbiamo scoperto niente, il principio viene dai Romani, ripreso anche dal Vangelo http://it.wikipedia.org/wiki/Redde_rationem. Il che dimostra che gira rigira, siam sempre gli stessi, con gli stessi problemi, anche in epoca smartphone.

    RispondiElimina
  5. cara merkel finirai anche tu nel bunker ma quel giorno l,europa non esistera,, piu .il passato ritornera purtoppo,.

    RispondiElimina
  6. Sempre avvincenti gli interventi di Corsano, che oltre alla passione, esprime un candore che non lascia indifferenti.

    Avete parlato di "cultura della trasparenza".

    La nostra politica non ha mai dato prova di "rendicontabilità", su questo non si discute.

    Io, però, mi chiedo se questa le sia mai stata chiesta in modo convincente.

    Gli elettori possono chiedere trasparenza all'eletto? Di quale strumento dispongono per punire il candidato che non si dimostra trasparente? Il voto?

    Ripeto quanto ho scritto qualche riga più su: in quarant'anni (e più) di politica italiana, la trasparenza non ha mai fatto capolino in politica. Quindi questo significa che gli elettori non sono interessati all'accountability oppure il voto non è uno strumento efficiente.

    Se qualcuno trovasse sbagliata questa conclusione, sarei grato che mi spiegasse dove sta l'errore.

    Se invece almeno una delle due condizioni (o addirittura entrambe) fosse vera, allora dovremmo tirare le somme: inutile parlare di trasparenza perché non è prioritaria per i cittadini oppure perché il sistema democratico non ha strumenti per imporla.

    La mia personale opinione è che quasi tutti i cittadini se ne strafreghino di libertà, trasparenza e responsabilità individuale e sarebbero pronti a barattarle immmediatamente in cambio di uno stipendio sicuro, quaranta giorni di vacanza e pensione a cinquantacinque anni.

    E questo i politici (tutti quanti, vecchi e nuovi) lo sanno bene.

    Quello che non capisco è perché dobbiamo fare finta di non sapere che funziona così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Funziona esattamente così, Purtroppo.
      Il cittadino non vuole rendicontazione perchè ha, e ha avuto per anni ciò per cui ha votato il politico. Stipendio sicuro (forestale per esempio) per un lavoro inutile, pagato dal produttore di reddito che ha sempre pensato a lavorare (e guadagnare) sempre di più. La democrazia assegna un voto a testa senza distinzione che sia produttore di reddito o di spesa. In Italia la maggioranza decide DEMOCRATICAMENTE che il produttore di reddito deve fornire crescenti risorse per pareggiare i costi dei produttori di spesa. Così la penso dal 1992, anno in cui ho smesso di votare essendomi accorto della mancanza della rappresentatività.
      Avrete capito che non sono un forestale !!
      Leggete Gabrio Casati (pseudonimo) LUIGINI CONTRO CONTADINI
      Spega tutto SCIENTIFICAMENTE, e annuncia la INEVITABILE conclusione.
      GRAZIE LUCIANO, Vloganza è stupendo !!!

      Elimina
    2. Purtroppo le cose stanno pressapoco nei termini da te descritti. Salvo rare sperimentazioni localistiche di democrazia partecipata (a livello comunale), nella stragrande maggioranza dei casi la popolazione non ha la minima idea di cosa sia la democrazia e la trasparenza e di come si dovrebbe esercitare. NEL MEDIOEVO IN MOLTE LOCALITA', SOPRATTUTTO MONTANE, ERANO PIU' EVOLUTI E DEMOCRATICI. Il nostro sistema politico partitocratico è quanto di più OPACO esista al mondo, e sembra se ne stiano accorgendo solo ultimamente ... QUANDO ORMAI E' TROPPO TARDI. Sugli strumenti per punire i politici che hanno tradito il mandato, mi astengo per non prendermi una denuncia penale per apologia di reato ed istigazione ...

      Elimina
    3. libertà di pensiero ... sono idee noi non possiamo attuarle l'apologia di reato va intesa come un piano atto a danneggiare non a migliorare. Fino ad ora abbiamo ragionato come aiutare e questo non può venire prescritto come reato. Invero chi danneggia il prossimo senza motivo si può intravedere qualche norma giuridica a norma della tutela individuale ma sono cose che fin'ora non ho letto ad esempio ho citato il fenomeno delle nazionalizzazioni bhè ecco è una strada già imboccata dall'Argentina, quindi niente di nuovo. Alla fine sono tutte vecchie idee ... certo che la nazionalizzazione di servizio in profitto è l'ultima spiaggia come l'utilizzo delle riserve auree mi sembra una cosa scontata. Ciao
      esiliato

      Elimina
    4. più esattamente le riserve auree non dovrebbero venire toccate ma questa è solo la mia opinione invece si può tranquillamente prendere spunto dall'Argentina.

      Elimina
    5. Concordo. Però ci son differenze: in UK USA FRANCIA Scandinavia e anche Germania non è come da noi; noi (+ Spagna Grecia Portogallo) siamo + simili alla Russia. Appunto paesi non abituati al binomio libertà-responsabilità.

      Elimina
  7. Ottimo intervento come sempre, il commento di Alberto ha già detto cio che volevo scrivere e mi trova pienamente d'accordo, aggiungo solo che osservando la situazione di economia reale (parlo di Italia e qualche altro stato in cui ho avuto il modo di viverci) questa crisi ha distrutto parte del commercio e della produzione come se fossimo in una guerra ma ciò che è frustrante e che non c'è distruzione (a parte i sogni e parte delle illusioni dei cittadini) fisica di infrastrutture come in una guerra combattuta per strada, questo mi fa pensare che non si è ancora mosso a pieno la coscienza della popolazione la quale potrebbe portare ad un cambiamento.
    Ale.

    RispondiElimina
  8. la merkel e la germania sono la vergogna della zona europa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu pensa che la Germania maledice il giorno in cui è entrata nell'euro una sua uscita gli viene costare 1500 e restare 500 m,d di euro ...
      siamo noi la maledizione della germania perchè devono pagare loro con il loro lavoro le nostre deficenze sistematiche ? ... la germania deve venire presa a modello. Punto.
      esiliato

      Elimina
    2. Non credo proprio che i mangiatori di crauti e birra maledicano l'euro anzi!!Tu malediresti un sistema che ti permette di sbaragliare la concorrenza sul piano produttivo - esportativo ,ed avere denaro a pioggia a tasso inferiore rispetto all'inflazione!
      Se tu leggessi un po' di resoconti storico finanziari ti renderesti conto che prima dell'euro a livello di esportazioni la stessa Italia, gia' allora malgovernata , faceva pelo e contropelo ai tedeschi . Poi se fosse come dici ,visto che i tedeschi sono soltanto opportunisti e per niente generosi e solidali ,sarebbero usciti dall' euro gia' da tempo.L'euro forse cadra' e se sara' cosi' spero che anche la Germania faccia un bel sonoro Kaput !
      Roby678

      Elimina
    3. Aspetta e abbi fede la Merkel è un astro discendente e se la matematica non è un'opinione gli costa sia restare che uscire quindi dal loro punto di vista era meglio non entrare mai, certo che ragionare solo dalla parte itagliota è un atto di fede. Scusa l'ironia.
      esiliato.pangermanico

      Elimina
  9. Alberto e Maclkight Cinico Sense e vari Anonimi:

    Una cosa e' chiara, l'elettorato n on puo' chiedere "accountability" se si e' abituato ad un sistema quasi feudale di distribuzione di "indulgenze" pensioni, lavori fittizi ma ben pagati, e non accetta che in effetti questo sistema porta tutto al collasso, ma adirittura ambisce al lavoro protetto della famosa "Casta".

    Purtroppo questa crisi ha portato al pettine troppi nodi da poter risolvere in simultaneo, come ci viene chiesto di fare oggi.

    Secondo voi e' giusto "svendere" o come si dice nella stampa, "dismettere" asset di Stato in questo frangente, per fare fronte a una crisi che si e' evoluta in una crisi bancaria Europea? Perche' non viene fatto un referedum a riguardo, 1. E' giusto per uno Stato in fallimento indebitarsi di piu' svendendo assets, per fare fronte ad una crisi del settore privato?
    2. E' giusto promettere una Europa Uniti, quando non abbiamo in Italia, neanche un consenso su quello che e' il funzionamento all'interno dei ns. stessi stati, [esempio Monti ancora deve abolire le famose provincie].

    Chiaramente nel Malestrom di una crisi di debito sovrano, una crisi istituzionale a livello di Stati, regolamentazione EU, interfaccia Stati, insolvibilita' delle banche, vuoto di leadership a livello Europeo, {Merkel}, vuoto di leadership a livello dei singoli Stati, non ci sono piu' prigionieri, e' un si salvi chi puo' una corsa verso l'uscita, un abbandono di ogni forma di coerenza intellettuale.

    Questo dopo 30 mesi di pronuncie, proclami, che la crisi e sotto controllo. Come si e' detto gia' varie volte, il giudizio della Storia sara' implacabile con Merkel. Ma anche con Draghi, con la stessa commissione Europea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Philip, secondo me i tanti nodi a cui fai riferimento, possono essere sciolti in una mossa sola e la soluzione sta nella tante volte citata "cessione di sovranità".

      Metti un finlandese (o un altro il cui collegio elettorale sia a migliaia di chilometri di distanza dai nostri confini) a sorvegliare la spesa della regione Calabria (anche della Lombardia, ci mancherebbe) e quei nodi si scioglierebbero in pochi anni.

      La soluzione esiste, ma i cittadini la vorrebbero percorrere? Ci scommetto casa mia, che la maggioranza sarebbe contraria.

      Svendere gli asset è solo bene, purché sia un'asta aperta a tutti e trasparente e non una cessione agli amici degli amici. Se così sarà e se il ricavato andasse interamente ad abbassare il debito, avremmo ottenuto un triplo risultato: esserci tolti un po' di fardello di dosso, riportare un po' di fiducia tra gli investitori e avere tolto potere a politici e amministratori locali.

      Ai referendum non credo. E' democrazia diretta, per modo di dire.

      La vera democrazia diretta la abbiamo solo quando il cittadino sperimenta sulla propria pelle e sul proprio portafoglio, le conseguenze del proprio voto e non le conseguenze del voto di una maggioranza informe.

      Una società in cui tutti i servizi sono erogati secondo regole di mercato costringerebbe il cittadino a praticare scelte responsabili, anziché perseverare su prese di posizione capricciose di cui non deve rispondere a nessuno.

      Elimina
  10. Daniele, ma quei lavori inutili e di stipendio sicuro sono solo PARTE di una realta' economica. Oggi il 70% lavora senza garanzie, e paga il 58.1% di tasse, se non di piu' se aggiunge l'IVA e varie altre tasse [Bolli auto, ICI IMU].

    Chiaramente questa e tassazione senza rappresentazione. E dovrebbe esser riferita alla corte di giustizia dell Aia. E essenzialmente una attivita fuori legge come gli Highway-men che esargivano una tassa per il passaggio, senza per altro avere nessuna autorita, o giurisdizione. E' una forma di banditismo. Incredibile pero' che i questa crisi non solo le tasse non scendano, ma le tasse salgono tutto il tempo. E i nuovi proventi, [dovrebbero essere messi in escrow per uso diretto dai contribuenti], chissa dove vanno a finire? Sicuramente non per ridurre il ns. debito sovrano, [i famosi tagli della spesa dove sono]? Ecco la vera necessita di Rendicontabilita'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Philip la seguo sempre con molto interesse.Grazie.
      Tito.

      Elimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".