Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 6 aprile 2012

Politici cialtroni, ladri e profittatori andatevene!

Il rendimento dell'obbligazione decennale della Spagna registra il maggiore guadagno settimanale da gennaio dopo che il Primo Ministro, Mariano Rajoy, ha ammesso che la quarta economia europea è in "estrema difficoltà". L'euro tratta intorno al minimo di tre settimane contro il dollaro in reazione ai timori...
su una recrudescenza della crisi del debito sovrano.

Maurizio Piglia - Direttore investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Come è possibile che questa incredibile sfilata di facce di culo non abbia capito che è arrivato il momento di andarsene e di lasciare il paese nelle mani di gente civile e onesta, politici andatevene".


31 commenti:

  1. Capisco la sofferenza ed il disgusto di Maurizio, che è anche di tutti coloro che hanno ancora onestà intellettuale in questo paese, ma occorre riconoscere che, propendendo per quanto cercava di evidenziare Luciano, la politica cialtrona e parassitaria è sostenuta sia direttamente che indirettamente da non meno di 1,5 milioni di italiani che vivono più o meno meschinamente di politica (anche accontentandosi delle briciole) e di non meno di 3,5 milioni di dipendenti del settore pubblico e correlato, la maggioranza dei quali non svolgono un lavoro veramente utile per il paese, ma che è frutto di clientelismo e partitocrazia (agli antipodi della meritocrazia), sovrastrutture parassitarie, enti inutili, opere pubbliche faraoniche e non giustificate e legittimate, collusioni mafiose, ecc.. Non sono la maggiornanza del paese ma ne occupano tutti i gangli e paralizzano ogni cambiamento ed inducano alla rassegnazione ed impotenza le persone oneste, reprimendo ogni anelito di libertà e vera democrazia. Sono convinto anch'io con Maurizio che era meglio fallire e ricominciare, come nel dopoguerra, così invece la crisi sarà permanente e molto più grave, devastante, conflittuale ...

    RispondiElimina
  2. Nessuno potrà dire che Maurizio non sia stato chiaro! Bravo Piglia e bravo anche Luciano!

    RispondiElimina
  3. Ottimo commento Maciknight,
    sono d'accordo con Piglia col suo disgusto e la rabbia, ed ha purtroppo ragione Luciano che dice che ci sta tanta gente che si trova bene in quel compromesso.
    Ha ancora ragione Piglia quando dice che Monti ora dovrebbe forzare la mano su una buona legge sulla corruzione, una buona legge sulla giustizia, sui rimborsi elettorali, su una buona legge sul conflitto di interessi. Da dove cominciare? sicuramente ognuna di queste come la tocchi prendi la scossa, ma come dice Piglia Monti dovrebbe far vedere bene chi sarebbe contrario a queste riforme che tutti, anzi la stragrande maggioranza degli Italiani chiede e vorrebbe, così da mettere in evidenza i responsabili di coloro che le cose non vengano cambiate, da ricordare poi ad un'eventuale ricorso alle urne.

    RispondiElimina
  4. Vi seguo da qualche anno e oggi Maurizio ha proprio superato se stesso. In buona parte concordo con Lui sui tagli ai costi (non solo dei grandi politici o delle grandi caste ma anche dei dipendenti "fannulloni"). Maurizio potrebbe spiega quanto era morale per Enrico Berlinguer prendere soldi dalla RUSSIA per fare politica.
    Saluti e Buona Pasqua.
    Ivan

    RispondiElimina
  5. Forse un golpe militare può fare quello che ha detto Maurizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardi che ormai la Difesa è una SPA di soli professionisti. E, se i militari non sono parte del popolo nessuno puo' piu' fare un golpe, tipo quello dei garofani in Portogallo : )

      Insomma ci hanno già pensato a puntare l'arma del popolo armato. Comunque, se anche questi professionisti volessero ribellarsi ( e non ci credo ), c'è pronto comunque l'esercito dei banchieri meglio noto come Eurogendfor, contro le sommosse popolari, e curiosamente già visto a Roma.

      Elimina
    2. C'è anche di peggio, una polizia internazionale composta da diversti stati europei, indipendente dal comando del singolo stato,.. ed ha pure la sede centrale a Vicenza
      http://www.eurogendfor.eu/
      Quindi, consideriamoci già al ruolo di servi della gleba, o schiavi se preferisce.

      Elimina
    3. Per Neriana.
      Neriana, sei troppo inteligente per dire queste cose sulle Forze Armate oppure hai visto troppi film americani.
      Non possono fare nulla fin tanto non gli viene ordinato dal popolo sovrano oppure fin tanto i politic non gli chiedono di andare contro loro stessi ovvero popolo sovrano.
      Guarda i Marò, hai sentito re Giorgio ? e quello sarebbe il capo supremo delle Forze Armate ???
      A parte che Noi abbiamo un codice militare diverso il quale recita "se un comando dato è ritenuto sbagliato, il sottoposto ha il diritto/dovere di disubbidire".
      Per fortuna che la leva è finita, sopratutto per come si faceva, sapevi quando partivi ma non sapevi se tornavi!!!! e non stavamo in guerra.
      Basterebbe recarsi al Comsubin e al 9° per avere un segnale, tutte le altre forze comprese quelle dell'ordine si adeguerebbero, anche la polizia ma quest'ultima solo per causa di forza maggiore.
      E' l'unica che non gode della mia fiducia, sarà che non sono militari!!!!.
      Sai benissimo che al tempo del vetennio il DUX andava chiedendo al questore cosa voleva la gente e con chi si sarebbero schierati i carabinieri; figuriamoci se questi quattro pagliacci politici possono anche solo minimamente sostituirsi al DUCE, le galline sono più coraggiose.

      Con rispetto,

      Davide.

      PS: Piglia, grazie. C'è chi svende il paese che lo nutre, lo ingrassa e c'è chi è dovuto scappare dallo stesso ma "combatte" per salvarlo. Che differenza ma questo siamo Noi. I falsi italiani stanno al potere, il colpo di Stato è già avvenuto da tempo.

      Elimina
    4. Per Davide

      Gentile Davide, un paese va difeso dai cittadini e sono questi a dovere essere armati se si è in una democrazia e che rendono un esercito rappresentativo e democratico. Un esercito di soli professionisti non è rappresentativo e questo lo si vede dalla facilità con cui si va in teatri di guerra senza più nessuna critica popolare, visto che chi va, comunque ci va per professione, e non per difendere realmente interessi nazionali. Fra l’altro prima erano rappresentate tutte le professionalità, oggi è solo occasione d’impiego di certe aree geografiche. Ho seguito poco la vicenda dei Marò, perché tutto sommato non l’ho compresa nella sua essenza. D’altra parte il rispetto per le Forze Armate non è un atto di Fede, e dopo avere visto un Ministro della Difesa al Columbus Day, Maserati alla Difesa, elicotteri che portano a spasso Ferrari per spot pubblicitari, case d’ordinanza che diventano ville per privilegiati ammetto che il rispetto diventa difficile, come è difficile in genere in Italia per tutte le Istituzioni, non ultimi strani sottosegretari alla Difesa, o vice Presidenti del Senato sponsorizzatori di KuliNudi….Quando l’Esercito era democratico, era anche serio. Evidentemente sono tempi in cui il cittadino nutre lo Stato e non viceversa. C’est tout

      Elimina
  6. Maurizio, ma cosa aspetti a posare il portafoglio e dare una mano
    ai giovani scendendo in politica!!! L' Italia Ha bisogno di te!!!

    RispondiElimina
  7. Certo, sarebbe carino che i politici se ne andassero tutti alle Maldive, o in Siberia, ma prima i dirigenti di partito dovrebbero restituire il miliardo e mezzo di euro che hanno idebitamente percepito per i rimborsi spese delle elezioni. Non è nemmeno vero che la classe politica è stata scelta dagli italiani, visto che da decenni gli italiani possono solo fare una X sulla lista di un partito con scelte blindate dai dirigenti. Cosi' ci si ritrovani i Calearo a sinistra, ma trasmigranti a destra e vari scillipotismi. Dire che la classe dirigente politica è scelta dagli italiani è assurdo. E' come dire che le zebre scelgono di avere le strisce. Ma proprio perchè i dirigenti hanno scelto , blindando le liste, i rappresentanti, sono palesemente responsabili del fallimento e per questo sono loro che devono rinfondere i danni fatti alla Nazione. L'altra soluzione è lasciare fallire il paese, liberandosi cosi di tutti quei privilegi che si sono calcarizzati negli anni. Le entrate fiscali di IVA e tasse, basterebbero allora a garantire una pensione a tutti i pensionati, e basterebbero persino al sistema sanitario pubblico. Dicono che non si puo' fare perchè gli italiani perderebbero i loro risparmi ? A parte che la maggioranza degli italiani il risparmio non sa piu nemmeno cosa è, ma anche perdessero 50mila euro, non è nulla rispetto alla perdita di lavoro, di competitività, di figli a carico per mantenere le lobby. Insomma una tabula rasa è l'unica soluzione sostenibile, se si vuole provare ad avere un futuro.
    La Lega è sempre stata difesa e sempre lo sarà, perchè con il suo finto populismo raccoglie lo scontento degli elettori , mantenedo cos' la classe dirigente in toto al Governo e tutto sonmmato ha sostituito i partiti dell'estrema sinistra ormai troppo arcipelaghizzati per essere utili al sistema di potere.

    RispondiElimina
  8. In Italia, avremmo bisogno di uomini come Maurizio. Che parlino e spieghino cosi' chiarmamente come fa' lui, la situazione che stiamo vivendo.L unica consolazione che ci resta è quella di sapere che esistono italiani che hanno ancora del buon senso. Grazie Luciano e Maurizio siete fantastici .

    RispondiElimina
  9. Visto le festività religose, qualche cosa di biblico ci vuole : )

    Dal Vangelo secondo Luca

    "redde rationem villicationis tuae: iam enim non poteris villicare"

    RispondiElimina
  10. Monti non ha nessun vero potere. Non puo' riformare il finanziamento ai partiti. Penso che il vero problema e' che abbiamo un sistema politico irriformabile, senza la dissoluzione dei partiti.

    Bisognerebbe permettere liste di indipendenti. Ma questo si dice da sempre. L'iniziativa di Beppe Grilli dove e' finita?

    Oggi si vince in politica con una campagnia publicitaria. Forza Italia e' uno slogan pubblicitario. Come vedere saponette, Ava coma Lava!

    Le campagne pubblicitarie costano. Quando i soldi comprano campagne publicitarie, e chi finanzia le campagne publicitarie sono per lo piu' grosse banche e industrie monopolistiche, [almeno questo e' quello che e' evidenziato da anni negli US, e reso ancora piu' potente dalla sentenza della Corte Suprema su societa' come individui, pertanto capaci di finanziare direttamente Political Action Groups], allora assistiamo ad un risk shifting su scale colossale. Oggi il rischio impresa lo assume il piu' umile dei dipendenti e taxpayers. Quelli che profittano dal rischio impresa, banche, industrie monopolistiche, hanno una "put option" implicita che i politici hanno passato ai contribuenti. Vedi ECB ~ LTRO e "stimulus package" negli USA.

    Un cordiale saluto a Maurizio e a tutti che contribusicono a questo utile dibattito.

    RispondiElimina
  11. MITICO PIGLIA!!!

    Ciao.
    Mario

    RispondiElimina
  12. 20120408

    MaurizioPiglia è passato per qualche giorno in Italia e ragionando si è riempito di tristezza:
    mi ha fatto tenerezza !

    Chi ha ... "una certa età" come me, volendo limitarsi .... agli ultimi 20 anni (seconda Repubblica) ha convissuto con
    --- una sinistra italiana che dopo secoli ha una sola ricetta per risolvere i problemi cioè aumentare le tasse ... e poi si lamenta che diminuisce l'occupazione ?
    --- con una destra che aveva il consenso, aveva il programma, aveva il tempo..... e ha scelto di andare a puttane ?
    --- con l'umbertosauro della val padana che raccoglie consensi sparando cazzate !
    --- con una UE-BCE che si sperava portasse una iniezione di razionalità e invece produce bizantinismi contabili che sono bluff quando non sono truffe vere e proprie.
    Comincio a credere e ... sperare nella coincidenza tra:
    - la profezia Maya che per dicembre 2012 ... a mio avviso ha previsto.... lo spread a 2000;
    - nei rapporti di Fibonacci: a dicembre 2012 (col pagamento a conguaglio dell' IMU )la pressione tributaria reale (non media con gli evasori ) per i contribuenti che pagano, supererà il 61,8 %.
    Domani è Pasquetta ricordiamici di far correre le uove... senza chiederci di chi sono.

    Buona Pasqua

    CLINT

    RispondiElimina
  13. Buona Pasqua a tutti i lettori di Vloganza!! Il pungente e ottimo Piglia a quest ora avrà anche gia cenato... Viva Vloganza!!

    bruno

    RispondiElimina
  14. Devo fare i miei piu' sentiti complimenti al dott. Piglia.
    E' uno dei pochi che ha il coraggio e l'onesta' intellettuale per dire cio' che in molti vorrebbero dire.
    Non c'e' futuro di "pace" in questa europa se non si inverte la rotta.
    Troppa economia vecchia e troppa gente che non vuole lavorare seriamente, cie' rendere un servizio di valore alla societa' .
    Gli stipendi sono bassi: ma c' e' vero valore aggiunto nel lavoro che si fa ogni giorno?
    Mi sembra che il nostro paese non sappia far altro che non lavorare e lamentarsi..
    Serve una riscossa, che dall' alto non arrivera' se non si sveglia la base.
    Bisogno insegnare nuovamente ai nostri figli, ( se noi sappiamo come...) a pescare un pesce per sfamarci, e non ad aspettare il piatto gia' pronto.
    Complimenti dinuovo e mi auguro che questo progetto di Luciano abbia un grande fututo e arrivi al piu' grande numero di gente, gente che vuol essere consapevole e non accetta di vivere con gli occhi chiusi.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE LUCIANO ,DI AVERCI DATO IL PIACER DI ASCOLTARE PIGLIA,DIRETTO,VERO,UN VULCANO,SIAMO VICINI ALLA TEMPESTA PERFETTA,MA NESSUNO SE NE ACCORGE, E POCHI NE PARLANO,I NOSTRI POLITICI STANNO SUL COLLE !!! NEL LORO CASTELLO DORATO!!!,PREPARANDOSI LA LORO ARCA,DOVREBBERO SCENDERE CON LA PLEBE PER SINTIRE IL POLSO DELLA 3,4 SETTIMANA DOVE MANCANO GLI SCUDI,ATTENZIONEE A TIRAR TROPPO LA CORDA,RICORDO A LOR SIGNORI CHE SE SI VA A FONDO TITANIC VIENE GIU ANCHE LA PRIMA CLASSE EXTRA LUX.....BUONA PASQUETTA..ELIO.

      Elimina
  15. "lasciate in mano il paese a della gente onesta, andatevene in massa"

    Io queste parole le ho già sentite rivolgere ai democristiani di Andreotti-Fanfani-Forlani-Piccoli-Moro-etc, ai socialisti di Craxi, a Berlusconi. E sto parlando "solo" degli ultimi quarant'anni. Prima di loro le stesse parole potevano essere gridate a Einaudi e De Gasperi (Guareschi lo fece e pagò con il carcere) e Togliatti. Prima di loro il ventennio. Prima ancora classi politiche che non fecero mancare scandali finanziari, sperpero di denaro pubblico e una guerra mondiale.

    Ad ogni modo, chi sarebbe questa "gente onesta"? Nomi?

    "Una buona legge sulla corruzione": e chi la vota?

    "[...]la gente che questi politici li ha votati[...]". BINGOOOO!!!!

    I PRIMI colpevoli di questa situazione sono i CITTADINI. E' così difficile ammetterlo?

    Tutti insieme, via: "i cittadini italiani SONO la casta." Gli altri (politici) sono solo i loro scagnozzi, incaricati di mantenere rendite di posizione e privilegi, come il posto fisso.

    L'unica speranza è affidata agli immigrati e ai giovani, quei pochi giovani che non si lasciano plagiare dalla vecchia retorica del "lasciate in mano il paese a della gente onesta".

    Su una cosa concordo con Piglia, quando dice che sarebbe meglio che Monti, come aveva ipotizzato, apra la crisi anziché far passare una riforma del lavoro annacquata.

    Come se ne esce? Finendola di invocare tutele.

    Ogni "diritto" di cui si chiede alla politica di farsi garante, lo paghiamo a caro prezzo per tanto tempo. Che lo Stato si occupi solo di garantire la sicurezza della persona e della proprietà, al resto ci DOBBIAMO pensare da soli.

    RispondiElimina
  16. I momenti sono senza dubbio veramente difficili e questo Stato andrebbe riformato alle radici. Si parla di fine della Seconda Repubblica e di nascita di una Terza con una modifica del patto costituzionale tramite una Assemblea Costituente. Sono cose che affascinano, ma questo dipende sempre dalla volontà degli uomini e dagli interessi in campo. Siamo in una democrazia e , gioco forza , dobbiamo sottostare a queste Forche Caudine della mediazione. Piglia ci spiega dalla N.Z come funziona in quel paese i rapporti di lavoro. Una cosa semplice e diretta che nel tempo ha creato una mentalità condivisa con ottimi livelli salariali. Per contro , dobbiamo dire che in N.Zealand il numero di abitanti per Kmq. è tra 14/15 persone su una superficie di circa 270.000,- Kmq, mentre per l'Italia che ha una superficie di circa 300.000,- Kmq, il numero di abitanti per kmq. è tra il 190/200. Il differenziale è evidente e penso che il rapporto sia più facile da gestire a causa del numero inferiore di teste da convincere e di un sistema, quello anglosassone , veramente diverso dal nostro nella natura stessa del sistema giudiziario che fa una enorme differenza rispetto al nostro ormai inadatto ai tempi . Un principo diretto e comprensibile potrebbe valere anche da noi e sono certo che verrebbe compreso immediatamente da tutti, ma con il microcefalismo diffuso spiegato in un mio precedente intervento, la speranza che Monti possa impiegare la mannaia mi pare lontanissima come molto confusa è la questione di questo spraed che non è imbrigialto per niente. I cambiamenti implicano l'accettazione del concetto di rischio e fanno pensare subito alla perdita. Eppure a volte è meglio prendere una modesta perdita, ma salvare il grosso del capitale. Un difficile concetto da digerire. Forse è meglio spostarsi in New Zealand a fare gelati. La proposta me la fece un tipo di Auckland che tosava montoni nel lontano 1978. Se lasciavamo allora questo paese sarebbe stato meglio? Boh!
    Giorgio

    RispondiElimina
  17. jean claude junker, presidente dell euro gruppo,ha pronunciato la sola fase mai detta da un politico senza menzogna:noi tutti sappiamo cosa fare,l'unica cosa è che non sappiamo come farci rieleggere dopo averla fatta......

    RispondiElimina
  18. Leggendo i commenti al video di Luciano e Maurizio a proposito della nostra classe politica, mi è tornato alla mente una metafora storica che utilizzavo tanti anni fa e che credo sia più che mai attuale ed appropriata: quella dei nobili medievali che durante un'epidemia di peste si chiudono nel loro castello e cercano di esorcizzare la paura gozzovigliando e facendo finta di niente, lasciando il popolo al suo destino, dopo averlo depredato dei viveri. Non si rendono neppure conto di vivere "assediati".
    Invece per quanto riguarda i richiami ad emigrare o a come reagire nell'immediato, posso fornire almeno un modesto consiglio, con la speranza che, se e quando lo applicherete, i Vostri pensieri positivi di riconoscenza e magari qualche atto di generosità sia rivolto alla mia umile persona … :-)
    Sono convinto che la crisi assumere forme gravi, disarticolate ed imprevedibili, che collasseranno il sistema politico e finanziario (e non sono un catastrofista) e ci saranno gravissime ripercussioni, per cui tornerà in auge il terreno inteso nella sua destinazione primaria di sfruttamento alimentare (altroché "cementificazione", che ha sottratto milioni di ha all'agricoltura). L'orto fatevelo sotto casa, se potete, perché se lo fate lontano, saranno altri a raccoglierne i frutti, non basterà recintarlo. Chi vuole fare investimenti compri terreni agricoli fertili, poi quando sarà il momento si potranno vendere a piccoli lotti per fare orti. SI TORNERA' ALL'ALTO MEDIOEVO, QUANDO IN EPOCA LONGOBARDA UN ORTO VALEVA QUANTO UNA CASA. Della serie la storia ripropone i suoi cicli ...

    RispondiElimina
  19. La situazione finanziaria dell'occidente la chiamerei Zabrisky point, n ricordo della bellissima scena dell'esplosione finale ( esplosione di tutto l'usa e getta ) fatta dal grande e profetico Antonioni...sul pezzo dei Pink Floyd.
    Per chi la vuole rivedere qui c'è il video
    http://www.youtube.com/watch?v=ResQFDDsDAI

    Fra l'altro ai tempi di Antonioni, anocra non era prevedibile che gli anziani avrebbero dovuto lavorare sine dia , mantendo i giovani ai quali il mercato del lavoro ha sbattuto la porta in faccia. Insomma a maggior ragione una scena profetica del grande Antonioni.

    RispondiElimina
  20. .. molte cose giuste ... ma in questa situazione come mai il dott. piglia è long sui mercati ?

    RispondiElimina
  21. Come se ne esce sig. Luciano?

    Ma é ovvio: con la Ferocia.
    Tempo al tempo.

    RispondiElimina
  22. Maurizio Piglia10 aprile 2012 20:02

    @Anonimo
    Aperto short di S&P oggi 11 Aprile. Ero short di volatilita' da Novembre a oltre 29. Adesso, con la vola 20.77, ho aperto uno short S&P protettivo.
    Prega che non vada long io di vola....se no' cominciamo ad avere qualche probabilita' di rivedere il 2008.....
    Lo short S&P di solito e' il primo passo del sistema , quando comincia ad usare le protezioni.
    Ma la mia posizione sul mercato e' cosi' rilevante???

    RispondiElimina
  23. .. per me si , visto che non conoscendoti personalmente ti considero un'ottimo professionista ;

    .. e se dovessi spingermi oltre , anche sincero , (qualità rara ).

    Ringrazio della puntuale risposta , arrivederci al suo prossimo video .

    prima anonimo .. ora fiorentino dispettoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia11 aprile 2012 17:05

      Chiuso lo short S&P. Oggi 12 Aprile. VIX 19.66 Un hedge e' un hedge....e un coefficiente ha cambiato segno e passato un valore.
      Mi e' costato qualche dollaro...ma i costi sono funzionali ai guadagni...sempre short vola.
      Un saluto

      Elimina
  24. piu che i politici io direi che cialtroni e molto ignoranti sono gli italiani. che credono ancora alla stessa gente che sparla a vanvera da anni.
    e continua inesorabilmente a votarli.

    RispondiElimina
  25. Grandissimo Superhero Maurizio Piglia! Aiutaci tu!
    ...e Dio ci scampi dai politici, tutti, dai partiti, dai tecnici e da Mario Monti! Basta corrotti, basta cialtroni!
    E basta dover leggere -caro Alberto- che la colpa è dei cittadini che li ha votati...per favore non mi sembra difficile vedere che non c'è mai stata alternativa! Concordo con Philip: siamo in un sistema irriformabile ...a meno di una rivolta a mano armata. Avanti cmq alle liste civiche!!! E che ben venga chi si oppone ai partiti.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".