Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 11 aprile 2012

Con le corde tirate al limite di rottura

L'Italia vende €11 miliardi di Buoni ordinari del Tesoro con rendimenti in aumento per la prima volta da novembre e più che raddoppiati in confronto al mese scorso, mentre si riaccende la crisi del debito. I maggiori investitori giapponesi dicono che è troppo presto per comprare obbligazioni italiane e...
spagnole. Il mercato azionario europeo rimbalza dal minimo di due mesi.

Vanni  Lucchelli - Consulente indipendente e socio di Compagnia Fiduciaria Lombarda a Milano: "Le corde sono state tirate fino al limite di rottura, è necessario rispondere alle domande pressanti dei cittadini italiani con riforme strutturali di lungo periodo che possano agevolare la crescita".


4 commenti:

  1. L'Italia dei miracoli. Io penso che il problema è che i cosidetti "poteri forti" , pur di non apparire hanno messo in politica, buttafuori/autisti diventati tesorieri, escort di varia specie e natura messe come ministri, , donne delle pulizie assurte a vice presidenti del Senato, transessuali e Luxurie varie, secessionisti armati e non, agli interni, alle semplificazioni, alla giustizia,o presidenti della Camera, picchiatori come ministri della Difesa, avvocati di mafiosi e corrotti come presidenti del Senato o alla giustizia, filosofi disoccupati in ogni buco, specialisti di rassegne cinematografiche, o padrini / papi che dir si voglia, come presidenti del consiglio, gigolo come segretari speciali al Senato, porno produttori falliti come ministri dello sviluppo ed altre amenità , e tutta questa accozzaglia è quella che legifera..suvvia….
    Francamente chiedersi perchè v a male il paese diventa solo un inutile sport salottiero per perditempo.

    RispondiElimina
  2. a parte buttafuori e autisti non ho capito che ci fanno i transessuali in cotanta lista... sono forse mascalzoni anche loro?

    eman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i transessuali vanno benissimo ... se sono persone preparate ... se sono come sta luxuria ... che poi ruba una pensione parlamentare e la ritrovi all'isola dei famosi ... siamo allo stesso livello di scilipoti ... ciao

      Elimina
    2. Io direi che con la faccenda della "preparazione" qui siamo andati allo sfascio.

      Meglio mettere "con esperienza", altrimenti basta fare come er Trota, comprare titoli e via.

      In parlamento non c'è uno che fosse uno che abbia l'esperienza per legiferare su quella o altra materia.

      Cosa ne sa uno che mai ha lavorato di imprese, dipendenti, ricerca, commercio ecc....

      E' lo stesso problema dells scuola, fai una legge dove imponi un periodo lavorativo, anni. Poi vediamo se la formazione rimane scollegata con la realtà.

      In parlamento solo chi lavora o ha lavorato, operai, impiegati, autonomi, imprenditori, ricercatori ecc...basta nulla facenti.

      Davide.

      Elimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".