Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 2 aprile 2012

Aprire il credito per favorire il lavoro

La disoccupazione in Italia sale al massimo dal 2000 a febbraio e nella zona euro raggiunge il livello più alto in oltre 14 anni, mentre l'attività manifatturiera rallenta per l'ottavo mese consecutivo. Le obbligazioni italiane guidano i rialzi del debito sovrano europeo a alto rendimento in reazione al miglioramento...
dell'attività manifatturiera cinese.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "La ripresa del mercato del lavoro è essenziale per l'Europa, se le banche non vengono presto piegate a favorire l'accesso al credito delle aziende e dei precari, il recinto del mercato del lavoro continuerà a restringersi sempre di più".


4 commenti:

  1. Buona sera.

    Video bellissimo, Luciano. Un unico filo che lega il problema della Disoccupazione Europea al "parlato" aiuto cinese.

    Una domanda tecnica per il Dott.Malnati.

    Secondo Lei, l'Europa sta imboccando la strada della Stagflazione? In altre parole, visto il prezzo del petrolio, ci dobbiamo attendere inflazione e disoccupazione?

    Grazie per l'opportunità di riflettere.

    Aldo

    RispondiElimina
  2. COMPLIMENTI LUCIANO PER LA SCELTA DEI TUOI OSPITI. CENTRATO E AFFONDATO,OTTIMO MAINATI,SE VOGLIAMO RIPARTIRE DEFISCALIZZARE,AIUTARE MEDIE PICCOLE IMPRESE, LE BANCHE DEBBONO RIAPRIRE I CORDONI DELLA BORSA,TORNANDO A FARE LE BANCHE AIUTANDO LE PERSONE E NON I NUMERI. GRAZIE BUONA SERA ELIO.

    RispondiElimina
  3. Scusate, ma come fanno le banche a finanziare le imprese se le imprese sono situate in un paese sull'orlo della bancarotta, corrotto, malgovernato, e sono ad un passo dal fallimento ? Il problema è che si è scelto di aiutare le imprese bancarie con un fiat money, che viene stornato ad idrovora dalle tasche delle imprese, dei dipendenti e dei pensionati e questo, in un momento di stagflazione è un crimine perche annichilisce le possibilità di consumi, e di conseguenza di fare lavorare le imprese. Se non cade un sistema malato, e lo si droga fino al parossismo, con debiti pagati da tutti, premiando il Leviatano che devasta l'economia reale ? Io non credo che questa catastrofe possa essere gestita da chi l'ha creata, come invece sta succedendo.
    Se il sig. Mercati, si basa sulla fiducia, sarebbe carino vedere che i colpevoli vengano messi al macero. Senza questo si galleggerà per poi affogare o essere mangiati dagli squali, che oggi qualcuno va a cercare negli Imperi Celesti, confondendoli con tonni pinnagialla.

    RispondiElimina
  4. Nessuno parla del MES? Nessuno parla di MMT? A chi ha sostenuto di "ridere" delle sbagliate previsioni di Piglia rispondo di godersela finchè dura; l'unico "errore" di Piglia è stato quello di non considerare il disegno che sta dietro certe mosse: nessuno può uscire dall'euro perchè si lederebbero gli interessi Francesi e tedeschi che non hanno nulla a che fare con i debiti pubblici. Consiglio vivamente di seguire su youtube il Summit MMT di rimini e, Luciano, se possibile mi piacerebbe conoscere la tua opinione in merito e, magari pure quella di Piglia. Cordialmente, Gianluigi (Gigi) Ligas

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".