Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 2 marzo 2012

Zio Paperone, la cancrena e il bubbone

I politici europei decidono di accelerare la fornitura di capitali al fondo di salvataggio permanente in seguito alle pressioni internazionali che chiedono di rafforzare le difese contro la crisi del debito. Il Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, dice di essere ragionevolmente soddisfatto del secondo prestito a...
tre anni concesso alle banche europee. Il calo dei rendimenti sulle obbligazioni di stato facilita l'obiettivo del governo Monti di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013.

Maurizio Piglia - Direttore investimenti della banca Savings & Investments: "Il bubbone italiano prima o poi va inciso, gli italiani hanno capito bene e di più dei loro politici, il punto è che in questo momento sono completamente ostaggio di questa classe politica, devono liberarsene".


16 commenti:

  1. 20120302
    Nonostante i prestiti delle BCE alle banche al 1 %; la direzione della associazione delle banche italiane ABI si è dimessa ...."scandalizzata" perchè il governo ha ridotto alcune commissioni bancarie e il governo "spaventato" ha promesso di cambiare le norme in approvazione.
    LE BANCHE NON NE HANNO MAI ABBASTANZA !

    CLINT

    RispondiElimina
  2. certo che hanno preso il denaro, chi non lo prenderebbe all'1%
    dando in garanzia titoli dei pigs che rendono il 5%.
    cosicche'c'e' un guadagno senza fare nulla del 4%.
    se mi dessero qualche trilione, lo prenderei anche io alle stesse condizioni.
    luca

    RispondiElimina
  3. Concordo con il commento di CLINT.. E pensare che una volta ci si toglieva il cappello quando si entrava in banca.. Ma invece di protestare per un traforo, perchè la gente non va in piazza con i forconi contro i politici e i banchieri che mettono sempre al primo posto i loro interessi e mai quelli di coloro che dovrebbero SERVIRE??? Si, proprio SERVIRE...!!!
    E pensare che Mussari, un genio che nel 2008 quando tutti ormai intuivano che il bubbone stava scoppiando si è comprato per 10 mld di euro banca antonveneta (contratto rimasto segreto), ed ha portato sul LASTRICO la piu antica banca italiana (MPS)beh i compari banchieri cosa hanno fatto??? Lo hanno promosso a capo dell ABI!!! Ma possibile che mi incazzo solo io per queste cose??? Ma in un paese normale è possibile che MUSSARI venga promosso capo dell ABI e PASSERA ministro a farci le lezioni di economia ed etica???!!
    Scusa Luciano per lo sfogo, grazie e avanti cosi Vloganza!

    bruno

    RispondiElimina
  4. Francamente sig. Luciano non comprendo la sua meraviglia nei confronti delle risposte che fornisce il Piglia.
    Sta dicendo cose ovvie per chi vive coi piedi per terra e non ama cullarsi con le illusioni.
    Abbiamo la casa che brucia, vogliamo smetterla di continuare a buttarci dentro combustibile e cominciare a spegnere le fiamme?
    Perchè prima o poi con il sistema in uso in BCE la casa piaccia o meno verrà giù e seppellirà tutti quelli che ci sono dentro, cioè noi tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. luigiza, fammi capire bene... i rendimenti a breve si sono più che dimezzati, quelli sul decennale sono scesi sotto il 5%, il differenziale con la spagna è adesso a favore dell'italia, i mercati azionari sono tutti su qualche tipo di massimo... però tu vedi la casa che brucia e ci seppellisce tutti senza via di scampo... complimenti per la chiaroveggenza ma non pretenderai mica di essere preso sul serio?

      a sentire come luciano espone gli argomenti e poi leggere un commento come il tuo sembra proprio che lui sia nel futuro e che tu sia rimasto all'era delle streghe

      eman

      Elimina
    2. Evidentemente non hai ascoltato le risposte del Piglia in merito agli argomenti che sollevi.

      Io sarò rimasto nell'era delle streghe ma voi, a mio giudizio, siete in quello dei sogni.
      per inciso è lo stesso nel quale vive, sempre a mio giudizio, l'attuale presidente del Consiglio italiano: prof. Mario Monti.

      Stampa Mario (Draghi), stampa moneta che qualcuno prima o poi pagherà il conto.
      Come visto che crescita reale non c'é, poco importa.
      Ciò che conta é che lo popolo sovrano rimanga nell'illusione che tutto si aggiusterà.
      Certo per magia.

      Elimina
    3. Maurizio Piglia5 marzo 2012 00:26

      @Eman
      Ho avuto occasione diverse volte di dire che le performance dei mercati finanziari sono decisamente "scollate" dalla realta' economica.
      Se dovessimo dare retta a spread e rendimenti del decennale, 3 mesi fa il Paese era rovinato, e adesso va alla grande. La realta' quotidiana, di tutti i giorni, e' che il Paese era avviato alla recessione 3 mesi fa, con tassi di disoccupazione alti e segni di " disagio economico" (leggi: poverta'!) diffuso sia 3 mesi fa che adesso.
      Se ti scegli di farti guidare dai mercati finanziari e non di aprire la finestra e guardar fuori o fare 4 passi e parlare con la gente, non puoi additare chi sceglie di farlo come "rimasto all'era delle streghe". Lui poi ti additera' (giustamente) come "vivente nel mondo dei sogni".
      In realta', avete scelto di vedere due realta' diverse...ma, credimi, eman, ci lavoro da quasi vent'anni, e' dal 1999 che i mercati finanziari hanno scelto di distaccarsi completamente dalla realta', complici quantita' di soldi ridicoli quanto i "fantastiliardi" di Disney immessi dalle banche centrali. Apri la finestra, guarda fuori...gli spread non sono la gente per strada.

      Elimina
  5. Come liberarsi di questa classe politica? L'opportunità l'avevamo ma l'abbiamo persa: bastava regalare loro una bella crociera Costa con il comandante Schettino (che è il parente demente del capitano Uncino), adesso chissa quando si ripresenterà l'occasione ...

    RispondiElimina
  6. Maurizio: THE BEST.

    Il problema è proprio come liberarci di questa classe politica. Maurizio ha centrato il "sentiment" degli italiani, o almeno di quelli di cui io faccio parte, CI SENTIAMO OSTAGGI. Purtroppo non è che si possa fare una rivoluzione come quella francese per cui la cosa ci è difficile. Ci vorrebbero dei REFERENDUM ad hoc. Questi peraltro non vogliono neanche cambiare la legge elettorale per cui anche nuove elezioni penso modificheranno poco. Ricordiamoci peraltro che Monti sta operando con un parlamento i cui componenti sono quelli di prima, che ci hanno portato al disastro, parlamento che è portavoce di sé stesso, delle corporazioni e delle lobby.
    L'unica cosa sulla quale non sono d'accordo con Maurizio è che gli italiani hanno SEMPRE capito. No! se hanno continuato per quasi 20 anni a dare il voto (per me sbagliando) ad un cavaliere guascone che mentre faceva il BUNGA-BUNGA lasciava il paese a sprofondare. Berlusconi non ha mai voluto cambiare gli italiani, piuttosto si è adattato a loro offrendogli modelli e simboli sbagliati e rincalzandone i vizi. Ora forse, passata la sbornia gli italiani si sono svegliati, AMARO RISVEGLIO: constatiamo che il pifferaio magico (a cui peraltro non ho mai dato il voto) ci ha portato nel burrone. Condivido totalmente invece il fatto che le prossime manovre (purtroppo per altri 20 anni a venire) saranno manovre da cavallo per portare l'indebitamento dal 120% al 60%.
    Grazie a Luciano per il video e per l'incalzare delle domande.
    Un saluto, Franco.

    RispondiElimina
  7. "Gli italiani hanno sempre capito più della loro classe politica, il problema è che ora sono ostaggio di questa classe politica e devono liberarsene"

    I taxisti non sembrano affatto ostaggi di Gasparri.

    Così come i NoTav non lo sono di Vendola.

    Così come i disoccupati siciliani non lo sono del governatore Lombardo.

    Così come gli allevatori che non pagano le multe sulle quote latte non lo sono della Lega Nord.

    Propongo una piccola modifica alla frase finale di Piglia: gli italiani devono piantarla di essere COMPLICI della classe politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia5 marzo 2012 00:29

      Abbastanza giusto.

      Diciamo che i COMPLICI si stanno svegliando dal sogno...e passando in un incubo in cui sono OSTAGGI.
      Di gente che hanno votato loro...si

      Elimina
  8. Concordo assolutamente con Alberto,un esempio.Abito in un piccolo comune di 11000 abitanti composto da 2 frazioni rispettivamente di 6000 e 5000 abitanti a 5 chilometri di distanza (vi faccio immaginare l'amore fra le 2).Nella frazione maggiore c'è la scuola media nuova con 200 posti vuoti nell'altra frazione un istituto fatiscente che doveva essere demolito 5 anni fa quando fu costruita la scuola nuova.Provate ad indovinare come ha vinto le elezioni il Sindaco l'anno scorso.Il costo del nuovo inutile plesso è stimato in 4 milioni di euro e servirà ad ospitare 90 bambini e avrà un costo di gestione di 100.000 euro annui.Non abito nella"solita"Sicilia",ma nella"civilissima" Emilia Romagna.

    RispondiElimina
  9. IL deficit Spagnolo passa dal 4,6 al 5,8 col pil in cotrazione in seguito ad aggiustamenti fiscali l'Italia in recessione dopo diverse manovre volte ad azzerare il disavanzo ,non solo primario,Gli USA crescono del 3 % e il deficit rimane al 10%.L' Europa avrò parecchi "difetti",uno su tutti quello di voler ripagare i suoi debiti.

    RispondiElimina
  10. Il duetto Maurizio Gaetano è qualcosa di immancabile ed irrinunciabile per coloro che desiderano assistere ad una discussine costruttiva e intelligente che parte da opinioni diverse, più pessimistica quella di Maurizio e più ottimistica quella di Gaetano; io non me la perdo mai!!!
    Bravi!
    Pierantonio Fabrizio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dire Luciano, non Getano...mi sono confuso guaardando il video successivo
      Susami ancora Luciano e grazie per lo splendido lavoro che fai
      PFM

      Elimina
  11. Ha ha , e vero. Sai come sarei "intelligente" se potessi avere in prestito a 1% fondo per investire al 5%, sempre restando il fatto che quando il PIIG bond nel quale investo si svaluta nuovamente, frigno e piango e supplico per altri soldi, mentre mi faccio un nido d'oro a Gstaad, con i soldi dei miei salari da "genio" depositati in Lichtenstein. E' una vergogna.

    RispondiElimina