Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 3 febbraio 2012

Obtorto collo e a denti stretti, ovvero se la Grecia è fallita l'Italia può solo sperare che la tensione da crisi continui

La Grecia cerca di aggiudicarsi il secondo prestito internazionale e apre un nuovo capitolo della sua battaglia per rimanere nella zona euro. Il pacchetto di salvataggio che secondo i politici europei e i creditori del debito greco dovrebbe essere confezionato nei prossimi giorni, comprende una perdita di oltre il 70...
percento per gli obbligazionisti in uno scambio volontario e prestiti che potrebbero superare i 130 miliardi di euro adesso in discussione.

Maurizio Piglia - Direttore investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Questo governo di non eletti è impotente a fare quello che veramente serve perché è comunque sostenuto dalla stessa maggioranza che ha creato tutto il problema, la quale non appoggerà mai le riforme della casta e del sistema di  corruzione e di spreco che ha causato".

- Risposta a Corin: "La volontà europea di non fare uscire la Grecia dall'euro somiglia a quella del Bilderberg Club che vuole limitare le sovranità nazionali e il progresso?"

- Obtorto collo, letteralmente con il collo storto, è una locuzione latina in uso nel linguaggio comune per indicare l'accettazione, contro la propria volontà, di imposizioni esterne. Si può tradurre con malvolentieri o perché costretto. Da Wikipidia.org.


38 commenti:

  1. Grande Maurizio, in questo video era in ottima forma, senza esitazioni, pause e tentennamenti, conciso e cinicamente analitico, fino all'esaustivo monologo finale, ci ha fatto intendere come stanno le cose e cosa ci attenderà. Sono convinto anch'io che non ci siano scappatoie e che prima o poi si arriverà ai ferri corti, la corda si psezzerà e sfocerà la violenza latente e finora repressa. Con gli attuali politici e l'attuale sistema finanziario e monetario non ci sono alternative

    RispondiElimina
  2. ... semplicemente fantastico Maurizio P. ... anche se il BIG ONE non avverrà grazie alle stamperie degli Stati Sovrani..
    e se anche un giorno dovesse arrivare , i soliti noti si salverebbero in tempo ..
    complimenti dovuti al conduttore per l'ottimo lavoro

    fiorentino dispettoso

    RispondiElimina
  3. Luigi Moschella3 febbraio 2012 18:43

    Sto ascoltando maurizio. Sei di una super chiarezza ed efficacia. Ma qual'è la tua società d'investimento che cim metto un pò di soldi per scappare dall'Italia che vieta lo short

    RispondiElimina
  4. caro piglia dal 28 11 2011 al 02 02 2012 ho guadagnato 95.000 euro scommettendo sui rialzi dei mercati .alle persone bisogna dire anche che con i mercati si possono guadagnare tanti soldi. grande bonelli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia4 febbraio 2012 06:46

      Caro Flavio,
      Oltre a rallegrarmi per te, Franco, piu' sotto, ha in parte risposto.

      Io, personalmente, ho rinunciato alle piccole gare del "io ho fatto...etc.", mi ricordano troppo le gare delle scuole medie a chi faceva pipi' piu' lontano.

      Ma ho consultato le mie statistiche, aggiornate allo 03 02 2012 partendo dal 28 11 2011 e 100.000 $ del mio cliente medio allora sono diventati 111.635 $ a ieri.
      Il mio cliente medio e' contento, io pure e proseguiamo per la nostra strada.

      Che io abbia dei seri dubbi sull'impatto sociale dell'eccessiva finanziarizzazione non vuol dire che esprimo opinioni sulla direzione del mercato o che non sono capace di usare i movimenti nell'un senso e nell'altro o di sfruttare la volatilita'.
      Vuole solo dire che sono consapevole che un panettiere o un idraulico (come mio padre), o un imprenditore che prende materiali grezzi e li trasforma in qualcosa, facciano qualcosa di piu'utile per la societa', qualcosa che io non sono cpace di fare. Io, purtroppo per me, so comprare basso e vendere alto o vedere un disequilibrio e usarlo.

      E' come userai quei 95.000 euro che ti definira' come persona, non l'averli "fatti"...qualcun altro, come dice Franco..li ha persi. Speriamo quel qualcun altro fosse qualcuno peggiore di te e li "meritasse" meno...ma...non lo sapremo mai vero?
      Un saluto

      Elimina
    2. Dai Maurizio.....Ginaccio, Avvocato del diavolo!! Ma perche' fai sempre sistematicamente pubblicita' negativa ai mercati finanziari? Capisco che ce ne siano certi meglio di altri, io personalmente penso che i mercati dei cambi siano difficilissimi sia per presercavere che per accrescere ricchezza! Penso (ed e' un opinione fino ad un certo punto) che a piazza Affari al rialzo non si sia stroricamente mai guadagnato granche'!....ma e' un dato di fatto al 100% che a Wall Sreet dagli anni 30 fino al 2003 si siano fatti SEMPRE dei gran soldi!!! E non funziona che uno guadadagna a spese di uno che perde! ma da dove te le sei inventata questa Maurizio? perche' sei sempre cosi fortemente anti capitalista? non e' mica reato accrescere la propria ricchezza! o che quelli bravi lo facciano sistematicamente (ma non a spese di nessuno!). Poi guarda come ho gia' accennato recentemente, Wall Street e' aperta a tutti, e' democratica, ci partecipano la stragrande maggioranza dei risparmiatori USA ricchi e mento ricchi, idraulici compresi! Pensano che sia meglio fare un investimento in borsa, che storicamente ha sempre offerto dei buoni ritorni, piuttosto che seppellire i soldi in banca a tasso zero o quasi

      Elimina
    3. La borsa di wall street forse sarà così sicuramente. Ma mi chiedo, e seguo Vloganza dal suo nascere, chi aveva previsto il tracollo della borsa di Milano il luglio- agosto scorso?? Signori NESSUNO. Ripeto NESSUNO anche dei più importanti commentatori di questo sito. Quindi chi si è trovato investito in quel periodo ora ha il capitale imbrigliato con minusvalenze potenziali alte. Flavio o Bonelli (quest'ultimo se operasse a Milano, cosa che non fa, sarebbe stato sicuramente scarico). Certo buone le analisi ma ci vuole anche una buona dose di fortuna. Del senno del poi sono piene le fosse e così pure dell'avevo detto, o le mie previsioni si sono verificate puntualmente, o l'analisi dei grafici storici puntualmente l'avevano anticipato..... A difesa di Maurizio, che non ne ha bisogno e di cui condivido tutto, penso che la crescita di un paese non nasca in borsa ma nell'economia reale, investendo in infrastrutture, beni materiali, in comunicazione: questo fa crescere il PIL non la borsa. Che dopo tutti investano in borsa E CHE QUALCUNO CI GUADAGNI, che investano in borsa anche l'idraulico e anche il sottoscritto pirla (mi dico pirla in quanto non ero scarico al momento in cui tutti NON hanno previsto il tracollo del luglio 2011 considerata la crescita da gennaio a giugno 2011 con trend rialzista; alla faccia di guardare il mese di gennaio per avere una idea di come andrà l'anno, nel 2011 gennaio è stato SFAVILLANTE promettendo un 2011 STRATOSFERICO), è pur vero ma c'è chi perde e chi guadagna e come detto sopra non è tutta scienza ma una buona dose di fortuna. Maggiori interessi maggior rischio sul capitale c'è chi scende e c'è chi sale. Con la sterlina ho visto gente che, con poco capitale impegnato, si è fatta la macchina, la casa, ha coinvolto i vicini a far la pipì sempre più in là, salvo poi rimetterci tutto lui e i suoi vicini e dover trasferirsi altrove per non essere mobizzato.

      Un post dovrebbe essere breve, mi scuso per la lun ghezza.
      Un cordiale saluto soprattutto a Bonelli che in ogni caso infonde sempre fiducia, anche nei momenti peggiori, Franco.

      Elimina
  5. Concordo con la lucida analisi di Maurizio, per l'Italia credo tuttavia che per quanto venga vessata dai politici non ci sarà alcuna manifestazione focosa di piazza. Nel veneto, dove io risiedo, sono già 50 i piccoli imprenditori che si sono suicidati per la crisi. Voglia perchè le banche non concedono credito e voglia perchè lo stato non paga i suoi debiti nei loro confronti e di conseguenza ci sono i fallimenti e perdita dei posti di lavoro. Qui nel veneto, una volta locomotiva dell'Italia, i politicanti sono riusciti a distruggere tutto e la reazione non è la protesta ma il SUICIDIO di chi produceva reddito e aumentava il PIL. I media non ne parlano, ma la triste realtà è questa. Noi italiani non siamo purtroppo come i francesi. Nel vicentino dicono: "più batti il baccalà più buono viene" (il baccalà è il piatto tipico vicentino ed effettivamente va battuto perchè sia più tenero e buono al palato). A questa casta piace battere il baccalà (gente comune). E' triste dirlo ma è così.
    Per Flavio buon per te, ma guarda che Maurizio non dice che qualcuno non può arricchirsi, dice che non produce ricchezza cioè crescita in quanto si ha crescita zero dalle manovre di trading. Tu hai guadagnato 95.000 € altri li hanno corrispondentemente persi = crescita zero.
    Un cordiale saluto, Franco.

    RispondiElimina
  6. Titolo de "ilgazzettino.it" (di Vicenza) di questa mattina:

    "Senza lavoro da dicembre, artigiano di 52
    anni cade in depressione e si toglie la vita".

    Un altro si aggiunge alla lista nera.

    Franco

    RispondiElimina
  7. GRANDE MAURIZIO . NELLE MARCHE ZONA CALZATURIERA PER ECCELLENZA CIVITANOVA MARCHE-CASETTE D'ETE ECC.. TUTTI I BRAND HANNO ESTANNO DELOCALIZZANDO VARIE FASI DI LAVORAZIONE DELLA FILIERA DI CUI IO SONO PARTE . GLI STESSI PERSONAGGI VEDI DELLA VALLE CLETO SAGRIPANTI PRESIDENTE ANCI VANNO IN TV A VANTARSI DEL MADE IN ITALY QUANDO LORO SONO I PRIMI A DELOCALIZZARE CREANDO IL DESERTO NEL NOSTRO OPEROSO DISTRETTO . TUTTO CIO' NON E' PER COMPETITIVITA' MA PER L'AVIDITA' DI MANAGER SFRONTATI.

    RispondiElimina
  8. Grande Maurizio, è sempre un piacere ascoltarti! Quando ci parli un po' di più della Nuova Zelanda?
    Quanto al fallimento del progetto euro concordo con te, ma forse gli effetti negativi della dissoluzione della zona euro sono maggiori di quelli di un mantenimento dell'euro...
    A tal proposito linko un interessante articolo di un bravo blogger, a mio avviso, http://phastidio.net/2012/02/02/ma-quanto-e-facile-uscire-dalleuro/#more-7673 così Luciano magari può avere degli spunti per una delle prossie interviste...
    Saluti a tutti
    Pierantonio Fabrizio Maria

    RispondiElimina
  9. E poi dicono che i TG non sono istruttivi....

    http://www.video.mediaset.it/video/tg5/full/281057/edizione-ore-2000-dell1-febbraio.html#tf-s1-c1-o1-p2
    (minuto 6 e 03)

    Sig.Piglia come possiamo definirlo,un lapsus freudiano??

    RispondiElimina
  10. Sto ascoltando l'intervista.

    Finalmente qualcuno che parla chiaro e dice cose che pure le scimmie hanno capita da tempo, i burocrati di Bruxelles no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una mia curiosità personale visto che hai scritto che pure le scimmie hanno capito da tempo...

      Vorrei solo capire il partito del PD di che animale è simpatizzante????????

      Visto che l'ho votato, vorrei almeno sapere che BESTIA SONO!!

      Elimina
    2. Non ti rispondo perchè non comprendo il legame tra ciò che chiedi e ciò che ho scritto io, persona poi che del politichese italiota non gliene ne frega assolutamente nulla.

      Elimina
  11. A me il monologo di 8 minuti di Piglia è piaciuto, anche perchè altrimenti è tutto un interrompere....

    diciamo la verita', 30 minuti per Piglia sono pochi.....per lui dovreste dedicare piu' tempo.

    Francesco.

    RispondiElimina
  12. Il povero Luciano non so se riuscirebbe a tenere a bada il terremoto Piglia per più di mezz'ora, mi sembra che a volte arrivino al limite del battibecco perchè Luciano e più diplomatico mentre Piglia è pane al pane e vino al vino.

    RispondiElimina
  13. domenica pomeriggio:fuori è un gelo assoluto...
    fra una lettura e l'altra , è stata musica per le mie orecchie la video-intervista al sig. Piglia. Davvero grande!

    m.isa

    RispondiElimina
  14. sperar una lenta agonia
    un piccolo sogno d'anarchia
    questo l'italia può sperar
    per natura anarchica
    con radici dalla roccia al mar
    con il sangue imbevuto
    nel passato dell'inganno amica
    così si porge : con un saluto
    verso il mondo è il suo dono
    menafregismo che non chiede perdono

    RispondiElimina
  15. Complimenti a Maurizio Piglia per la sua chiarezza. Condivido pienamente quanto dice e sono d'accordo che Monti dovrebbe essere il primo a dare l'esempio a noi cittadini!
    Credo che l'unica soluzione per l'Italia sia di cacciare TUTTI i politici; sarebber necessario un CAMBIO COMPLETO di TUTTA la classe politica.
    Complimenti ancora a Maurizio e a Luciano.
    marco

    RispondiElimina
  16. Maurizio, apparte il fatto che piaci alla mia fidanzata , ed inizio ad essere un po' geloso, come posso fare per avere un conto in new zeland

    RispondiElimina
  17. Grazie Maurizio , grazie Luciano.

    Sempre estremamente interessante. Una cosa non mi è chiara però...
    Cosa succederà alla Grecia abbandonata al suo destino? Anche qui la longa manus della Mafia? Quella almeno è efficiente e dispone dei quatrini necessari per rimettere in piedi il sistema. Il suo Sistema

    RispondiElimina
  18. caro piglia le persone che guadagnano soldi investendo nelle borse non sono PEGGIORI.SEMPLICEMEINTE SONO BRAVE AD INVESTIRE I PROPRI SOLDI.i 100.000 dollari dei tuoi clienti se li investivi in btp unicredito fondiaria ecc ecc al momento giusto NON SERVIVA LA LAUREA ALLA BOCCONI ,investimenti che tu non farai mai, ti avrebbero reso molto di più. guadagnare soldi in borsa non è reato. bonelli sei un grande amichevolmente FLAVIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Piglia7 febbraio 2012 00:34

      Beh, vedi, continui a non fornirci basi di valutazione...ma succede spesso con chi misura tutto con criteri da Bar Sport al lunedi' ( e non avertene a male..e' esattamente l'approccio che hai usato qui..).

      Dunque, tu ci dici "ho fatto 95.000 Eur". Io ti rispondo in base 100 per dare una risposta realistica, una risposta che avrei potuto limitare a : " Ah si?? Io ho "fatto" 3.150.000 $ nello stesso periodo"

      Avrei potuto non stare a specificarti che i 3.150.000 $ sono esattamente l'11,63% del capitale che ho impiegato per quel periodo, e apparire " BRAVO AD INVESTIRE" ( chissa' perche' maiuscolo...), cosa di cui mi preoccupo solo nei confronti di chi mi paga.

      Preferisco apparire per quel che sono, un modesto professionista....ah, mi sono dimenticato di dirti di annualizzare quell'11,63% per 2 mesi...che con criteri grossolani, largo circa, viene qualcosa di meglio del 65% all'anno..ma giochero' pulito anche qui, quei 2 mesi sono stati veramente buoni, e su una media di 5 anni mi limito ad aver ritornato il 15/16% all'anno (2008 incluso).

      Handicap ulteriore, io uso "i soldi degli altri", cioe' della clientela. La clientela ha una cosa che si chiama "propensione al rischio" tutelata da miriadi di leggi etc. etc., per cui io mi devo limitare al profilo di rischio/rendimento che loro trovano di loro gradimento.

      Tu usi, almeno mi pare di capire, soldi tuoi, di cui devi rendere conto solo a te stesso. La rischiosita' di quel che fai e' solo affare tuo, da giustificare solo a te stesso. Non ho nessuna pretesa di sapere , e non mi interessa, quanto e quale capitale e con che leva hai utilizzato per "fare" 95.000 euro, cifra di tutto rispetto in valore assoluto ( anche se per te potrebbero essere i soldi delle sigarette o del cinema..), ti dico solo, cosi', a titolo di commento, se fossi in te non andrei in giro per la Rete a fare commenti piu' adatti al Bar dello Sport del Lunedi, specialmente commenti su profitti, "ho fatto" etc. etc.

      Di solito, chi lo fa, dimentica di parlarci delle perdite.
      Che ci sono sempre, invariabilmente.

      Elimina
    2. Maurizio Piglia7 febbraio 2012 00:35

      E il concetto di "investimenti" non ha niente a che vedere con il concetto di "puntate speculative". Tieni a mente che io sono favorevole agli speculatori, sono favorevole, perche' sono una parte del sistema, forniscono liquidita', hanno un ruolo preciso, ma il loro time frame non ha niente a che vedere, ne' lo avra' mai per sua natura, con "investimenti". Tu non hai investito in Unicredit o in Fondiaria o in BTP, hai fatto quel che a volte faccio anch'io, hai visto un disequilibrio e l'hai usato. Bravo. Alla prossima. Ma non riempirti la bocca con "investimento", investimento e' comprare azioni Apple nel 2033 a 42 dollari perche' il paradigma della societa' e' cambiato con l'introduzione di I-Tunes e tenerle fino adesso, oltre 450 dollari, perche' quel cambio di paradigma e' continuato nel tempo. O aver visto giusto all'IPO di Google attraverso tutte le voci che parlavano di sopravvalutazione intravedendo un leader di un settore che non esisteva ancora...quelli sono investimenti, cicli di 9/10 anni.
      Non la "mosconata" su societa' temporaneamente ipervendute... (in Borsa la chiamavamo cosi..) andata a buon fine. Unicredit, Fondiaria e lo stesso Governo Italiano non hanno ancora cambiato alcun paradigma o fatto intravedere l'arrivo di management capace..erano solo ipervendute...la reversione alle medie vale anche per loro.

      E il giudizio su che investimenti farei o non farei mai io e' una tua ipotesi irrilevante...tu non sai cosa faccio io o quali mercati/titoli tratto o no.

      Guadagnare in borsa non e' e non sara' mai reato. Io parlavo di semplici riflessioni morali sull'utilita' sociale o meno dell'eccessiva finanziarizzazione, in cui non ho cercato di coinvolgerti, ne' di colpevolizzarti. Le categorie morali appartengono a ciascuno di noi..io ho questa strana idea che devo , in qualche modo, tener conto dell'impatto globale di quel che faccio e trovare un equilibrio sostenibile per me e i miei simili.

      Tu no.

      Questo non fa di te una persona peggiore...a meno che tu non ti senta tale.

      Vedi tu...ma risparmiaci di dirci quanto "fai" ( omettendo quanto "perdi") perche' a questo, di dibattito non aggiunge niente.

      Elimina
    3. piglia sei sempre bravo a portare acqua al tuo mulino.ricorda che senza mercati, speculazione ,long,short leva ecc i tuoi clienti non avrebbero guadagnato niente.peggiore,bar dello sport ,perdite ecc. piglia io sono educato,onesto ecc. rispetto sempre le regole, buona fortuna flavio

      Elimina
  19. LuiMIR grandissimo videopurtroppo vero e realistico

    RispondiElimina
  20. Piglia, un uomo di grande preparazione.
    Stefano

    RispondiElimina
  21. Ottima analisi. Mentre ascoltavo pensavo a quale potrebbe essere una soluzione... parliamoci chiaro, il denaro continua a andare verso i mercati finanziari piuttosto che verso l'apparato produttivo perchè il ritorno è superiore. Mentre si parla di nuove teorie economiche (altre ancora!) come la Modern Money Theory, penso che la soluzione per rendere i mercati finanziari meno appetibili sia molto più semplice:

    1) impedire le operazioni a marginazione.
    Vuoi acquistare un contratto sul petrolio? Lo paghi per intero, non esponendoti per il 2%... e questo, alzando gradualmente i livelli di margine mese per mese nell'arco di uno o due anni, dovrebbe avvenire per tutti gli strumenti finanziari che oggi ne usufruiscono.

    2) Vietare i prodotti a leva, come gli Etf

    3) Permettere l'acquisto di CDS o simili solo a coloro che detengono lo strumento assicurato.

    4) Vietare la vendita allo scoperto di qualsiasi strumento finanziario. Una cosa ce l'hai o non ce l'hai. Vuoi scommettere al ribasso? Compri una put, ma non vendi una call (a meno che non sia coperta dal sottostante) e col premio incassato magari imposti un'altra operazione a leva.

    5) Vietare le dark pool.

    6) Vietare la vendita e l'uso di prodotti strutturati "esoterici" di difficile interpretazione.

    Ovviamente sono regole che andrebbero prese a livello mondiale, altro che lasciare il mercato libero di autoregolamentarsi!

    I risultati? Le materie prime si calmiererebbero, la volatilità si abbasserebbe, l'abnorme somma di prodotti finanziari in circolo per il globo, pari a 10 volte il pil mondiale, si sgonfierebbe, di conseguenza il denaro tornerebbe verso la produzione reale di beni più che di servizi... ma visto che i primi a soffrirne sarebbero gli anglosassoni (la maggior parte dei paradisi fiscali fanno aprte del commonwealth...) e gli americani dubito che possa essere preso in considerazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la finanza è comprare e vendere non vietare

      Elimina
    2. Oltre a leggere bisognerebbe capire cosa è stato scritto, se non è chiaro si chiedono lumi. Ritenta.

      Elimina
    3. Maurizio Piglia6 febbraio 2012 23:33

      Alcune cose hanno senso...altre mi lasciano con dei dubbi aperti Andrea; comunque e' vero che la finanziarizzazione fine a se stessa e' all'origine di parecchi mali, e controllare la leva e'

      1) Non impedirei la marginazione totalmente, si, alzerei i margini richiesti. I futures di commodity sono nati per favorire l'hedging di operatori del settore sulle fluttuazioni del fisico..sui futures di commodity, imporrei la consegna fisica per eliminare le transazioni speculative...penso che gli operatori del settore, i "commercials" sopporterebbero il costo aggiuntivo della consegna fisica (loro la fanno regolarmente lo stesso..) pur di vedere le volatilita' scendere.
      Sui futures finanziari puri, alzerei il margine (non per distruggere, ma per moderare gli eccessi).

      2)Prodotti a leva...si eliminano da soli, stai tranquillo. Il tracking error coi sottostanti e' tale che si elimineranno da soli.

      3)Perfettamente d'accordo ! CDS SOLO se hai il sottostante, solo per hedging e scambiati in una borsa e regolati giornalmente attraverso la Clearing House.

      4) Qui non sono d'accordo. Qui abbocchi all'amo di quelli che ti dicono che sono gli shortseller a far scendere i titoli...dimentica, sono i venditori outright che li fanno scendere, e basta. Far solo comprare le opzioni...fai il loro gioco!! Gli consegni la parte del trade cash e time value positiva e ti tieni la gamba cash e time value negativa?? No way...

      5) D' accordissimo. Gli scmbi concentrati in Borsa. Fai un blocco? Entro 30 minuti lo segnali pubblicamente..niente dark pool.

      6) Sai...teoricamente le controparti professionali dovrebbero sapere e capire cosa fanno. Vietare gli imbecilli per legge...e' difficile.

      Vedi che qualcosa si potrebbe fare, lasciando in piedi la struttura del mercato...altre misure veloci veloci?? Fai la Banca commerciale e di deposito? La tua attivita' e' fare prestiti con l'8% di vincolo di capitale. E BASTA. Fai la banca d'affari? Se sei nelle grane..fallisci. E buonasera..
      L'hedge fund fa l'hedge fund. come ha sempre fatto, e se finisce i soldi fallisce come ha sempre fatto.

      Facile..ma improbabile, come dici tu.
      Un saluto

      P.S. Per l'anonimo sopra..l'ultima volta che ho controllato la finanza era capitalizzazione e sconto e tassi di interesse e di sconto. Comprare e vendere e basta caratterizza anche un sacco di altre cose, il commercio di frutta, quello di pesce etc etc.

      Elimina
    4. Grazie Maurizio, ciao e alla prossima!

      Elimina
  22. d'accordo con Alessandro: SuperPiglia!

    RispondiElimina
  23. In effetti Maurizio, questa e' veramente una crisi di Leadership. "Lead from the front....." E' vero bisogna camminare quello che si predica.

    Leadership, e' quando si e' al fronte economico, ridurre il proprio salario. Monti dovrebbe lavorare gratis come Primo Ministro, non essendo eletto.

    Ma non sono d'accordo per quanto riguarda il commento di Monti sul posto di lavoro fisso. Pensi veramente che persone attaccate a poltrone pubbliche come con super colla, che non possono essere che come dici caudatari siano proponibili? Io che lavoro di mio ingegno, senza supporto alcuno, super-tartassato sono stufo di vedere persone che hanno solo il pregio di essere furbi ed infilarsi in "posti" sicuri mentre io non ho nulla di sicuro se non la certezza di dover pagare tasse su tasse, anche su redditi minuscoli. Non e' venuto il momento di chiedere a persone super protette di rinunciare a qualche privilegio? Non e' questo quello che dice Monti?

    Certo potrebbe lui per primo, rinunaciare al suo stipendo di PM, data che e' Senatore a vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monti da subito disse di aver rinunciato al suo stipendio di PM

      http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=42880&sez=HOME_ECONOMIA&npl&desc_sez

      così come Passera ha detto di essersi disfatto delle quote di ISP.

      Queste iniziative, però, vanno contro la logica meritocratica.

      A me, come a tutti, urta pensare che degli inetti, se non addirittura dei delinquenti, guadagnino più di 15.000 euro al mese, di denaro pubblico. Fosse privato, sarebbero affari di chi gli paga lo stipendio, ma che sia obbligato a contribuire alla loro ricchezza, mi fa davvero male.

      Arrivasse però il Messia che risolve ogni problema, perché mai non retribuirlo profumatamente?

      Il problema, semmai, è agganciare lo stipendio ai risultati.

      Proporrei che lo stipendio dei parlamentari fosse inversamente proporzionale a:
      - debito pubblico;
      - inflazione;
      - disoccupazione.

      Scommetto però che nessun Di Pietro o Vendola o Bossi o Storace delle mie ghette, nelle loro sciatte piazzate alla ricerca del facile consenso, si azzarderà mai a proporlo.

      Elimina
  24. Perche' Monti non ha diminuito gli stipendi dei Parlamentari?

    Attenzione che il lavoro per lo Stato dovrebbe essere un privilegio. Non confondiamo il vero servizio con "performance pay". Ricordati di quello che e' successo a RBS, la banca fallimentare che pero' per brevi periodi ha prodotti utili stratosferici, [falsi ed insostentibili] che ha permesso ell'ex Sir Fred Goodwin di pagarsi stipendi da favola. Intanto il povero taxpayer Inglese ha dovuto cacciare £45 bn!

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".