Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 22 febbraio 2012

Il problema Grecia è stato isolato, il contagio non c'è più

Il salvataggio della Grecia rinforza il rialzo che ha guidato i rendimenti di Italia e Spagna lontano dai record massimi dell'era dell'euro e concede tempo ai politici per realizzare disciplina di bilancio e crescita economica. Comunque l'Europa non ha ancora eliminato la minaccia di un'insolvenza, gli investitori...
Avvertono che la Grecia è destinata a violare presto i termini del suo secondo salvataggio in tre anni.

Giulio Baresani Varini - Responsabile pianificazione del risparmio di Millenium Sim a Milano: "La sfortuna della Grecia è stata la formazione del governo Monti che le ha tolto la possibilità di contagiare tutti gli altri e quindi quella leva del ricatto sull'Europa che la Grecia ha avuto fino a quel momento".


1 commento:

  1. Ha ragione Baresani Varini quando dice che per attirare investimenti i greci devono deflazionare l'economia, visto che non possono per ora uscire dall'euro e svalutare, devono usare la svalutazione interna, anche se è dolorosa....abbassare salari stipendi prezzi (dei beni reali sopratutto case) e generare le condizioni di maggiore concorrenza.
    A tal proposito volevo chiedere a Luciano, sempre bravo, se con qualche ospite può affrontare le differenze tra una svalutazione esterna (tipo quelle che faceva l'Italia con la Lira) e una svalutazione o deflazione interna - tipo quella che stanno facendo fare alla Grecia e in parte a noi con le liberalizzazioni - in termini di costi sociali, efficacia e tempi necessari al raggiungimento del nuovo equilibrio.
    Grazie
    Pierantonio F M

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".