Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 10 febbraio 2012

Se non un toro è almeno un vitello - Analisi tecnica

"Un mercato azionario che sale in maniera continuativa come è successo negli ultimi quattro mesi difficilmente si rovescia da un giorno all'altro, dobbiamo distinguere tra le flessioni che sono preludio a ulteriori rialzi, che adesso è l'ipotesi più probabile, e inversioni complete di tendenza...


 - dice Gaetano Evangelista, Amministratore...
unico di Age Italia a Bari - un'eventuale correzione sarà una buona opportunità per comprare azioni a prezzi scontati rispetto ai livelli attuali".


6 commenti:

  1. Speriamo che il mercato resti VITELLO, anche se il mio "sentiment" non è positivo.

    A proposito delle notizie che scorrono nel portale, si legge di una ulteriore tranche di BTP che verrà emessa a metà febbraio con rendimento lordo 6% scadenza 2014, non lasciamoci impressionare in quanto il tutto dipende dal prezzo di aggiudicazione. La seconda tranche di metà gennaio è stata aggiuducata al prezzo di 103,19. La terza di metà febbraio penso andrà ad un prezzo ben più alto per cui il 6% può essere uno specchietto per le allodole.
    Saluti, Franco.

    RispondiElimina
  2. Ho la sensazione che gli hedge found non siano da guardare in questo periodo. Nel 2011 hanno sempre cannato.
    Sarebbe possibile conoscere il punto di arrivo di questa correzione? sono indeciso se prendere profitto, o lasciar correre. Per una volta, i guadagni ci sono e sono anche consistenti. Mi dispiacerebbe rinunciarvi.
    Grazie e complimenti per la qualità degli interventi proposti. Franco da Bassano.

    RispondiElimina
  3. Arrivo a 14400...poi si riparte...

    RispondiElimina
  4. Ottimo Evangelista, eppoi stavolta vedo che i suoi indicatori li abbiamo utilizzati per l'Eurostoxx, molto bene!
    Vedo anche che nella precedente, diceva visto il salire era il momento buono per uscire perchè comunque il mercato era short, ora le cose sembrerebbero cambiate.. quasi quasi ci rimetto un cippetto.
    Saluti.

    RispondiElimina
  5. Mi piace molto l'amalisi intermarket che fa Gaetano, è uno dei pochi che la fa bene, per quanto riguarda il trend sono d'accordo, non vedo le premesse per una flessione che inverta il ternd di fondo che si è generato negli ultimi mesi, ma attualmente potrebbero esserci prese di beneficio anche importanti magari sull'uscita di notizie o dati non positivi, per poi ripartire nuovamente.
    A proposito, volevo chiedere a Gaetano se saranno sempre i bancari i protagonisti a piazza affari o se vede una rotazione settoriale a favore di altri business, e se si quali.
    Grazie mille e saluti cordiali
    Pierantonio Fabrizio Maria

    PS Bravo come sempre a Luciano, fai un lavoro prezioso e professionale al massimo :)

    RispondiElimina
  6. Evangelista sa il fatto suo e sicuramente e' da lodare per aver indovinato questo rialzo. Ricordo ancora la sua intervista di inizio ottobre quando ha richiamato la partenza della borsa. Pero', sara' un mio limite, ma non riesco a comprare quando Atene brucia, con i dati di oggi che parlano chiaramente di recessione, con l'Iran che si sta dotando della bomba atomica, e con il dato di ieri sulle vendite in USA che non sono proprio sinonimo di grande salute. Sullo sfondo, un gigantesco debito che prima o poi dovrà essere ripagato, con nocumento per i consumi.
    Forse nono sono brava a connettere i punti, magari mi sfugge qualcosa, ma per il momento rimango alla finestra.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".