Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 9 novembre 2011

Stiamo pagando tutti il conto del personaggio Berlusconi

Il rendimento sul Btp decennale supera il 7 percento, la soglia che ha forzato Irlanda, Portogallo e Grecia a cercare l'aiuto finanziario dell'Europa e del Fondo monetario internazionale. Il mercato azionario e l'euro segnano forti ribassi mentre anche il rendimento sul debito a due, cinque, e trenta anni sale al...
record dell'era dell'euro. La Clearnet, una cassa di compensazione che garantisce il completamento delle contrattazioni degli investitori, ha alzato il livello di deposito che richiede per trattare valori italiani.

Vanni Lucchelli - Consulente indipendente e socio di Compagnia Fiduciaria Lombarda: "Oggi abbiamo toccato con mano cosa significa la credibilità di un governante, nemmeno dopo che ha detto che si sarebbe dimesso i mercati finanziari hanno creduto alle sue parole, Berlusconi ha costruito il suo personaggio e adesso lo stiamo pagando tutti".

- Risposta a Francesco Ballati: "Non era meglio lasciare che il governo Berlusconi passasse le misure urgenti e solo dopo cercare il cambiamento?"

- Correzione al video: BNP Paribas e Credit Agricole detenevano €308 mld di debito pubblico e privato italiano alla fine di giugno 2011.


5 commenti:

  1. Ringrazio Luciano per avermi citato e Vanni per la risposta. A prescindere dall'operato passato ed attuale di Berlusconi, dai contrasti tra questo e Tremonti, ecc.. ritengo che questo momento non era il migliore per una crisi di governo. E quando dico "contenti tutti quelli che volevano far saltare il governo" mi riferisco non solo all'opposizione ma anche ai componenti stessi della maggioranza. Ed il crollo odierno dei btp è derivante dalla fase di ulteriore incertezza che si è innescata da ieri (del resto tra berlusconi al governo (presenza certa) e un vuoto di 3 mesi (incertezza delle dimissioni?) per le elezioni lo spread si è allargato istantaneamente di 100 punti base). Traendo le conclusioni il mercato prezza 100 punti base in piu l'attesa di 3 mesi per un nuovo governo che non tenersi berlusconi per x mesi. L'incertezza è molto peggio di una certezza (anche se non del tutto buona). Il tutto, ripeto, in questa delicatissima fase.

    RispondiElimina
  2. Visco aveva detto che l'Italia puo' sostenere un tasso sul debito al 8 % con una crescita zero per un periodo di due anni .

    RispondiElimina
  3. Non cè dubbio che il prossimo governo adotterà misure da "lacrime e sangue" e inoltre da ieri cè l'ipotesi di un governo Monti.
    Mi chiedo se ci sarà la possibilità di inserire anche Bini Smaghi che certo i mercati penso non disprezzerebbero considerato che faceva parte dell'esecutivo della BCE.

    RispondiElimina
  4. Non nascondo che sta storia della credibilità mi sta dando i nervi. Non c'è niente di credibile al mondo. Non lo è la moneta, non lo è il sistema finanziario, non lo sono le leggi internazionali...e ancora mi si parla di credibilità ?Diciamo che il bluff di Berlusconi non è più sinergetico al sistema del grande bluff, e che in un'economia vampiresca, 'è deciso che sbandierare la ricchezza privata degli italiani, ha reso l'Italia più appetibile per una speculazione da parte degli indebitati globali, che ora mandano l'esattore,bocconiano, uomo di fiducia dell'eurocrazia, liberista, presidente europeo della Commissione Trilaterale, membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, Advisor per Goldman Sachs. Insomma, un uomo un programma. E tutti a vederlo come il Salvatore, non ,mememori delle stragi fatte in suo nome. Suvvia...non tiriamo fuori sta palla della credibilità, visto che anche l'unità d'Italia è ancora poco credibile dopo 150 anni patetici, fatta da mercenari e massoni, esattamente come l'unità d'europa.....

    RispondiElimina
  5. Ottima intervista. Complimenti per questi video che cercano di dare un po' di chiarezza in un momento estrememamente delicato.
    marco

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".