Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 14 novembre 2011

Il nemico dell'Italia è la politica, non Goldman Sachs

L'ex Commissario europeo Mario Monti, è il nuovo Presidente del Consiglio incaricato di formare un governo che ristabilisca la fiducia nella capacità dell'Italia di ridurre il debito pubblico. Silvio Berlusconi dice che le dimissioni non significano la sua uscita dalla scena politica e invita la Bce a diventare la fonte di...
finanziamento di ultima istanza. Il Cancelliere tedesco Angela Merkel, propone una revisione dell'Unione europea con legami politici più stretti e regole di bilancio più severe. Il mercato azionario europeo è in ribasso in reazione all'aumento del costo dei finanziamenti dell'Italia seguito alla vendita di 3 miliardi di euro di debito.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "Non c'è un disegno di Goldman Sachs contro l'Italia, l'Italia è nei casini di suo non ha bisogno di spintarelle ulteriori, l'Italia ha questo debito enorme e non cresce, la colpa è di una classe politica che non è intenzionata a farla crescere, non di Goldman Sachs".


20 commenti:

  1. Adesso un ragioniere svizzero, che vive di speculazione deve venirci a spiegarci le nostre idee senza farcele capire, mah... quando capiranno che sono circondati e che si devono arrendere :-), sarà sempre troppo tardi.

    Ma li sentite ogni tanto gli interventi alla radio ticinese dei "politici" svizzeri?

    RispondiElimina
  2. Monti ha già fatto un miracolo.

    Dopo aver solo accennato le sue intenzioni, per la prima volta nella storia della Repubblica (e forse dell'unità) italiana, non ci sono politici disposti a fare da ministri.

    Ad averne di uomini di Bilderberg. Invece ci troviamo dei pagliacci come Bossi o Di Pietro.

    RispondiElimina
  3. Chi gli spiega allo svizzero che "se hai 70 case" l'ICI la paghi comunque per 69 case, tranne quella dove eleggi la tua residenza?
    Detto questo impoverire i Comuni è stato un grave errore, ma che ce lo venga a dire uno che lavora Lugano coi soldi dei capitali fuggiti all'estero, beh mi pare un po' troppo.

    RispondiElimina
  4. Cari Anonimi, sono italiano, vivo in Italia e pago l'ICI.

    Mi rendo conto di aver operato una semplificazione riferendomi a chi avendo 70 case non ci paga le tasse. Avrei dovuto specificare che non mi riferivo all'ICI, ma ad una eventuale tassa patrimoniale.
    Tassa che assieme all'IVA si risparmia impiegando una società di comodo.
    Avrei dovuto citare quanto pesino in termini di elusione fiscale le società "non operative", quelle che tanti usano per intestare case, auto, barche.

    Ma chi si "arrabbia" sa benissimo a cosa mi riferisco :-)

    Roberto Malnati

    RispondiElimina
  5. Tanti auguri Roberto.

    RispondiElimina
  6. Basterebbe richiedere, come Germania e Inghilterra l'applicazione del meccanismo Rubik, l'imposta del 27,35% sui fondi depositati in Svizzera...sarebbero dei bei soldi. Ma chi lo dovrebbe chiedere è in palese conflitto d'interesse.

    RispondiElimina
  7. Solo il binomio Monti e Draghi potranno salvarci!!! Ma guardiamoci attorno!! In 20 e dico 20 anni la politica (dalla destra alla sinistra al centro) non ha risolto nemmeno il minimo problema strutturale dell'italia sia economico, fiscale,normativo, legislativo e sociale...ma rendiamoci conto di avere una falsa democrazia riguardo al sistema elettorale, e sulla mancata lotta seria all'evasione (italiani di serie a che non pagano tasse e cittadini di serie b che le pagano anche troppo); spread con la febbre tra 450 e 550 punti....con tutto cià fino a due settimana cosa faceva la politica? Ordinava altre auto blu Maserati da 120milaeuro per generali dell'arma e per vari schieramenti politici.
    BASTA!!!!! Monti ha dato l esempio...fuori dal gossip dei salotti buoni, guida in autonomia la propria auto ( non ha benefit o privilegi politic), ora sta cercando di mediare con questi maledetti e cancerogeni politici ma presto incominciera a tirare fuori l'ascia per ridurre il debito......ci vogliono anche leggi severe per chi non amministra bene (reato amministrativo penale e risarcitorio e nei casi piu gravi il carcere!!!!! )
    Essendo un pacifista convinto....sono convinto che questi signori nostri governanti purtroppo si riescono a disossarli dallo stato solo incominciando a ricreare gli anni di piombo!!! Amaramente dico....ci vuole il terrore!!!!altrimenti questa sottospecie di esseri non capiranno ij che situazione siamo arrivati!!!! ANCOR PRIMA DEI RIMEDI ECONOMICI ..SI DEVE BONIFICARE LA BASE SU CUI POI OPERARE.....

    RispondiElimina
  8. Concordo con il dottor Giovannetti e questa volta anche con Roberto

    Ing64

    RispondiElimina
  9. ... il problema di chi si arrabbia...sulle cose da Te dette .. sono gli stessi che comandano e d ecidono..grazie all'ignoranza e gli egoismi di soggetti incredibilmente votati ed eletti ...
    condividendo l'analisi Roberto M. .. come posso difendere i pochi risparmi ancora rimasti ?
    grazie per la tua eventuale risposta.. da firenze con stima e rispetto..

    FIORENTINO DISPETTOSO

    RispondiElimina
  10. Ricordo x completezza di informazione che l'ICI l'ha tolta PRODI mentre Berlush l'ha tolta solo ai ricchi cioè a se stesso.

    RispondiElimina
  11. Penso che l’idea di patrimoniale è abbastanza invisa, perché non siamo più nel 1992, dove si usciva da un periodo di bengodi, e con le imprese con delle riserve. Le industrie sono in via di chiudere i cancelli se non lo hanno già fatto, le aziende agricole sono fallimentari con prezzi energetici alle stelle e prezzi del grano pari a quelli di 30 anni fa, gli immobiliaristi hanno sul gobbo un immenso invenduto vista la crisi del credito delle banche, e l’incapacità di accedere ai mutui da parte dei giovani, sia perché sono precari, sia perché guadagnano molto meno rispetto ai loro genitori. Difficilmente le banche rilascerebbero credito per pagare le tasse che non sono direttamente produttive. Vero che Berlusconi ha sempre detto che l’Italia usciva meglio degli altri dalla crisi, ma, nei fatti e con Tremonti, sono stati fatti tagli in tutto, e dunque Monti non puo’ avere forbici magiche. Penso che, il duetto Germania Francia, abbia fatto più danni dello stesso Berlusconi, dato che se il problema è la credibilità, mettere così mondialmente l’Italia dietro la lavagna, esprimendo palese scetticismo, abbia aggravato molto lo spread e la credibilità dell’Italia. Sarebbe stato molto meglio vedere un’Europa unita, cercare di risolvere problemi. ..poi, poco democraticamente e a porte chiuse, imporre un controllo ai bilanci italiani, anche mettendo Monti o qualsivoglia controllore o garante. Ovviamente condivido che la classe politica italiana oltre ad essere la più pagata del mondo è anche ormai palesemente un oclocrazia. Forse l’Italia, dovrebbe rinegoziare il debito, per evitare ondate di speculazione, visto che le regole della finanza, sono governate da scommettitori con regole non da Mercato, ma da vera e propria bisca clandestina, e queste regole possono fare saltare gli Stati che vogliono. Alla fine, un investiore preferisce un tasso del 6 o 7 %, piuttosto che uno Stato sano, e l’Italia che ancora assets interessanti, come ENI ENEL , oltre a poco debito privato, è davvero allettante per qualsiasi speculatore. ( Neriana)

    RispondiElimina
  12. Diciamo pure che sarebbe più giusto fare pagare una sorta di tassa di utilizzo a chi realmente usufruisce di detrerminati beni.

    L'Italia è il paese in cui si vende il maggior numero di Ferrari, in cui gira una altissimo numero di automobili di lusso e in cui sono ormeggiate e sono in rimessaggio una quantità impensabile di barche e motoscafi.

    Purtroppo, come fà notare Roberto Malnati, tanti di questi beni sono intestati a società di comodo e i presunti ricchi, che dichiarano un reddito superiore ai 400.000 sarebbero meno dell'1% della popolazione.

    Alla classe politica italiana, di qualsiasi sponda e colore si spacci, dell'Italia non gliene frega niente. D'altronde mandarci a votare con la legge Porcellum ha già dimostrato a suo tempo in che considerazione siamo tenuti in questo paese.

    E in un clima come questo il Ministero della Difesa avrebbe commissionato un bel numero di Maserati blindate, tanto per non farsi mancare niente...

    RispondiElimina
  13. Classe politica non solo misera ma anche MESCHINA! Condivido patrimoniale su grandi patrimoni ma non ICI prima casa. I comuni come le province (che avrebbero dovuto essere eliminate con la creazione delle regioni), le regioni medesime e lo stato nazionale dovrebbero cominciare a tagliare le spese superflue e immorali. E' concepibile che un consigliere della regione Lombardia se rinuncia all'auto blu percepisce un rimborso annuo di 50.000 euro!!!!
    Le pensioni dovrebbero essere commisurate ai versamenti effettuati e alla speranza di vita. In ogni caso penso che 40 anni di lavoro siano sufficienti per accerede alla pensione.
    marco

    RispondiElimina
  14. Domanda per chi mi voglia risp: è arrivato SUPER MARIO MONTI, che taglierà, cucirà e cucinerà il bollito Italia. Chi se lo mangia?
    No, perché il debito abnorme rimane e gli interessi rimangono. La crescita è zero e incomincia il periodo acuto della crisi con una recessione probabile...i toni per l' arrivo di questo supereroe mi sembrano entusiastici, ma ci possiamo davvero ancora salvare e rimetterci in carreggiata o assisteremo -impassibili- alla svendita dell' Italia a favore delle banche francesi e tedesche "farcite di titoli italiani"?. Insomma eroe o liquidatore della Merkel e Sarkosì?

    RispondiElimina
  15. Comunque il vero nemico dell'Italia, è sì, la politica, ma anche la BCE e sopratutto la Germania, che testona com'è non comprende che l'unico modo di uscire dalla crisi che ha preso Grecia, Italia, Slovenia , Belgio, Portogallo, e prossimamente anche francia, si superara facendo quello che farebbe una banca centrale, ovvero inflazionando l'Euro. Pittosto che questi no imperativi della Germania, arebbe più saggio che dicessero dei sì condizionati al controllo delle spese dei vari paesi del "club med" dell'area Euro. Se non fanno così si invitano a nozze gli shortisti, ai quali tutto sommato va bene avere interessi più alti. (Neriana)

    RispondiElimina
  16. Sembra che certi francesi, non abbiano apprezzato Mario Monti,e pensano che Goldman Sachs, non è poi Madre Teresa di Calcutta, e nemmeno Putin dei tempi (1999) in cui fu re travicello e abbattè il debito pubblico. Ecco che dice Le Monde....
    http://www.lemonde.fr/europe/article/2011/11/14/ave-mario_1603444_3214.html
    (Neriana)

    RispondiElimina
  17. @Venturi: Monti da solo farà niente, poiché per approvare qualsivoglia legge, la maggioranza dei voti in parlamento è un requisito necessario. L'incognita è rappresentata dall'opportunismo dei politici. Monti ha già dato prova di essere capace di scardinare monopoli (Microsoft) e le voci che vorrebbero Ichino e Nicola Rossi se non direttamente nell'esecutivo, come consiglieri molto prossimi, è assai incoraggiante per chi, come me, spera che qualcosa cambi nel mercato del lavoro e nella concorrenza.
    Naturalmente appena una parte politica si troverà scavalcata, si rischierà la crisi di governo e sarà l'ennesima prova che la democrazia rappresentativa è La Gabbia Invisibile da cui sarà difficilissimo uscire.

    @Neriana: se è per questo, nemmeno di Madre Teresa di Calcutta se ne parla un gran bene, se si legge Hitchens.
    Monti è di Goldman Sachs e Bilderberg: e allora?

    RispondiElimina
  18. Libero cittadino15 novembre 2011 22:47

    Caro Francesco nella soluzione Monti nessun politico vuole metterci la faccia. Questo può essere un fatto positivo o negativo staremo a vedere... Io non credo che questo espediente otterrà i risultati sperati perchè il problema stà alla base del problema ovvero l'euro. Una creazione artificiale senza basi solide realizzata con il solo scopo di creare un enorme Deutsch-Markt

    RispondiElimina
  19. @Neriana: Per favore Hitchens no grazie!!!!
    Ti consiglio di leggere e di informarti meglio
    su Madre Teresa di Calcutta.
    Alessandro

    RispondiElimina
  20. Sicuramente Berlusconi è il maggior responsabile di questo disastro, ma la volete capire che è il politico meno coglione che oggi abbiamo in Italia. Cosa avrebbe fatto Bersani con la sua truppa ( Franceschini, Rosi Bindi, Vendola, D'Alema, che quando arrivano le elezioni sono costretti a ricorrere a dei candidati in prestito, oppure Fini, che ha rovinato il MSI, poi ha rovinato Alleanza Nazionale,poi ha rovinato il Suo matrimonio, con la ex di Gaucci, poi ha rovinato il PDL. opuure Casini ex di quella DC che credo sia piena di responsabilità sui mali dell'Italia. L'unica verità è che l'Italia va commissariata, abbiamo una classe politica a livello del Sudan.
    Siamo una massa di incapaci esperti solo a dare la colpa ad altri.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".