Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

giovedì 24 novembre 2011

L'euro tiene ma la crisi peggiora - Forex

L'euro si rafforza dal minimo delle ultime sette settimane contro il dollaro in seguito alla pubblicazione dei dati tedeschi che mostrano il miglioramento della fiducia del mondo degli affari e l'accelerazione della crescita economica, nonostante il peggioramento della crisi del debito sovrano. Lo yen pareggia i...
guadagni nel rapporto con il dollaro dopo i commenti di Standard & Poor's sulla mancanza di progressi nella gestione del debito che potrebbero portare al declassamento del merito creditizio del Giappone.

Gabriele Vedani - Direttore generale Italia FXCM a Legnano: "Il mercato non è più preoccupato solo per la capacità delle singole nazioni di rifinanziare il debito in scadenza, il problema comincia a diventare molto più grande, di sfiducia sull'intero volume del debito, questo potrebbe pesare in maniera significativa sulle sorti dell'euro".

- EUR, JPY

- Risposta a Lucia Rosati: "Come viene fissato il valore di una moneta sul mercato e qual'è il rapporto fra tassi dei Btp e cambio dell'euro?"


2 commenti:

  1. Credo che il problema dei BTP non sia solamente la diminuita creditibilita' dell'Italia ma la ENORMEMENTE diminuita credibilita' dell'Europa che non sta fecendo NULLA! Dove' finito il fondo EFSF che doveva essere portato in leva a 3 trilioni di euro? In questo momento il problema non e' l'Italia ma la GERMANIA.
    marco

    RispondiElimina
  2. Io invece condivido con quanto detto mesi fa (ora non mi ricordo la persona precisa che l'ha esposta) sul fatto che il 'default concordato' della grecia al 50% senza far scattare i CDS ha tolto le fondamenta di garanzia per molte entità (parlo di veri possessori di bond) e in aggiunta alle regole di basilea 3 hanno influenzato la liquidità normale verso i titoli Sovrani.
    Christian

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".