Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 17 ottobre 2011

La finanza non può distruggere il benessere mondiale

I responsabili delle finanze mondiali danno una settimana di tempo all'Europa per adottare una strategia che risolva la crisi del debito sovrano, ma la Germania affonda le aspettative su una soluzione veloce. Il G20 starebbe considerando un elenco di 50 banche ritenute indispensabili per l'economia globale a cui imporre un aumento di capitale. I banchieri si oppongono all'aumento delle perdite sul debito greco e del capitale. Le proteste contro la crescente diseguaglianza dei redditi si espandono in quattro continenti.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "La ricchezza che non si diffonde ma si concentra nelle mani di pochi porta l'economia mondiale al collasso, alla continua richiesta di nuovi fondi da parte degli stati per permettere il rinnovo e la concentrazione dei privilegi".


6 commenti:

  1. Sì, assurdo che si continui a sentirsi in obbligo di prendere le distanze dal comunismo, morto e sepolto prima ancora dell'89.

    Al comunismo è stato affibbiato il ruolo di appestato storico (non senza ottime ragioni), quando sarebbe invece bene dare al socialismo questa veste.

    Non è un caso che qua in Italia non ce ne siamo fatti mancare nemmeno una, delle gradazioni di socialismo. Da quello mussoliniano a quello marxista e, ovviamente, quello cristiano.

    Pure l'attuale presidente del consiglio ha precisissime origini socialiste, come quasi tutti i componenti la maggioranza.

    E se cominciassimo a pensare al socialismo, come al tumore da debellare?

    RispondiElimina
  2. Bravi!
    ^_^
    A Warren Buffett basta lasciare anche meno della metà visto che si alimenta a panino, coca cola e noccioline, cambia l'auto dopo che è grandinato così ottiene lo sconto etc...etc..
    Buona serata
    Riccardo

    RispondiElimina
  3. Intervento davvero interessante!
    Complimenti a Malnati!

    Francesco F - Hans Castorp

    RispondiElimina
  4. analisi tecnica su Ichimoku:
    http://www.kikkichimoku.com/home/2011/10/18/fib-aggiornamento-brutto.html

    RispondiElimina
  5. vecchiume! mitico mitico! e' il termine che meglio definisce le banche oggi.
    Una volta si chiamava" foresta pietrificata", lo e' ancora oggi!

    RispondiElimina
  6. ...e ricominceranno di nuovo senza regole..
    E fra pochi mesi saremo alle solite ma molto più poveri e molto più incazzati.
    Saluti.
    Riccardo

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".