Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 6 settembre 2011

Il futuro dell'Italia é adesso

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, cerca supporto per le misure di austerità da €45.5 mld. La CGIL chiama gli italiani a protestare nelle strade. Il Presidente Napolitano invita a non sottovalutare i segnali allarmanti che arrivano dai mercati finanziari. Il peggioramento della valutazione sull'affidabilità creditizia dell'Italia é probabile, secondo gli economisti della Societe Generale. I ministri delle finanze e i banchieri centrali delle nazioni del G7 si preparano all'incontro di Marsiglia del 9 e 10 settembre.

Maurizio Piglia - Direttore investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Ogni giorno che passa in cui il governo non fa niente di risolutivo il problema si aggrava in maniera esponenziale, pensano di avere dei mesi o degli anni ma non hanno nemmeno delle settimane".


22 commenti:

  1. Maurizio, sei un mito....e grazie infinite a Luciano che ci dà sempre la preziosa opportunità di poterlo ascoltare.

    RispondiElimina
  2. ciao Maurizio cosa consigli a tutti i cassettisti incastrati sull'azionario su titoli di banche italiane?

    Abbiamo qualche speranza di recupero o consigli di vendere in perdita e metterci una pietra sopra?

    RispondiElimina
  3. Grande Maurizio, troppo forte finanlmente uno che parla veramente chiaro e che ti mette davanti alla situazione reale......

    RispondiElimina
  4. Maurizio troppo forte, speriamo di cavalcare la gamba ribassista e portare un pò di fieno in cascina.

    RispondiElimina
  5. Per quanto apprezzi l'onestà con cui vengono espressi i concetti penso sia facile e indoveroso nei nostri confronti dipingere scenari apocalittici quando si sta dall'altra parte del mondo e quando si è sicuri di non venirne minimamente toccati

    RispondiElimina
  6. In effetti se avessero saputo tirarsi fuori da questa situazione lo avrebbero fatto da tanti mesi.
    Vloganza e' LIBERTA'.
    Grazie
    Lorenzo DZ

    RispondiElimina
  7. Mitico Maurizio, da oltre un anno sei come un profeta, condivido tutto ciò che dici...anche le virgole. Ci "pigli" sempre ed è sempre un piacere vedere i tuoi video, peccato che vloganza non c'era nel 2007.

    RispondiElimina
  8. Cosa fare mantere le posizioni azionarie secondo lei?

    RispondiElimina
  9. se basta fare cadere il governo per risolvere tutti i problemi del mondo, la situazione non è così grave

    RispondiElimina
  10. Maurizio, la seguo dai suoi primi video su Vloganza e purtroppo tutto è andato come lei
    ha ripetuto più volte.
    Ora dopo avere ascoltato quest'ultimo sono
    sinceramente SPAVENTATO.
    Vorrei sapere se le sue parole sono "esagerate"
    per l'incazzatura verso il governo Italiano oppure veramente pensa nella secoda gamba drammatica ???????????
    Grazie Alessandro

    RispondiElimina
  11. Maurizio Piglia6 settembre 2011 23:30

    @ Anonimo "penso sia facile e indoveroso nei nostri confronti dipingere scenari apocalittici quando si sta dall'altra parte del mondo e quando si è sicuri di non venirne minimamente toccati "

    Innanzitutto io ho una figlia e due nipoti in Italia, e, se hai seguito tutti i miei video, ho sempre dichiarato che non solo odio aver ragione, ma che nessuno sara' "intoccato" da quello che succedera', la globalizzazione e' ormai diffusa. e quel che succedera' in Europa e in USA colpira' anche qui...ancorche' in misura minore. Cio' detto, ho cercato deliberatamente un Paese governato in maniera sensata da gente civile, dove la bufera venisse affrontata con senso di solidarieta' e seriamente da politici di non importa quale denominazione (L'attuale Governo NZ e' conservatore e non riscuote tutta la mia approvazione, ma sta lavorando bene e l'opposizione non ha alternative credibili...temo che rivotero' questo governo :) ).Cio' ulteriormente precisato, io sono convinto che dire la verita' alla gente sia trattarli da adulti, da persone, e differenziarsi dai politicanti, abituati a mentire senza battere ciglio dicendo alla gente non quello che succede o succedera', ma a dire loro quello che pensano la gente voglia sentire. Credimi, se ti dico la verita', e' perche' ti rispetto...

    RispondiElimina
  12. Il problema dell'Italia è un eccesso di democrazia: ognuno fa quello che gli pare e solo per tornaconto personale.

    La colpa non è solo del governo o della politica, che non possono trovare soluzione ad un lassismo sociale, che negli ultimi venti anni è degenerato, ponendo quali obiettivi principali della vita: il divertimento, le vacanze e costosi cellulari.

    Le deduzioni del Sig. Pigna sono ben indirizzate, ma sembrano scaturire da una valutazione asettica, di spettatore e non attore delle vicende.

    Se riuscissimo ad eliminare il 50% degli sprechi e di ruberie varie (purtroppo generalizzate) non avremmo bisogno di manovre.

    Nel periodo invernale andiamo nelle scuole: termosifoni a 80° e finestre aperte perchè fa troppo caldo. Ma mi faccia il piacere .......

    RispondiElimina
  13. Maurizio Piglia7 settembre 2011 00:14

    @Alessandro
    Non sono mai, se posso, esagerato...e' che la realta' supera la fantasia, solo perche' la natura umana e' di dipingersi difficolta' minori del reale per rassicurarsi di poterle gestire.
    L'unico esempio storico di deleveraging del debito che posso seguire come guida e' il '29. Lo seguo fino a quando non vedro' che la realta' si stara' scostando da quel modello; finora non e' cosi, sta succedendo tutto come allora. Minimo nel 32, e massimi raggiunti allora ritoccati solo nel 56/59...24 anni dopo i minimi. Sembra solo che la velocita' sia un filo minore, quindi...tuffo nel 2012, e minimo nel 2014/16?? Predire il futuro e' contro i miei principi...ma qui e' come vedere un deja vu', finora....

    Quanto detto sopra, dovrebbe dare indicazioni a chi mi chiede cosa fare con posizioni su banche ( io credo che di banche, alla fine, ne fallira' qualcuna, ma di certo tutte devono ricapitalizzare..volete contribuire?)o posizioni azionarie..tenendo presente che quanto sopra e' la posizione di medio/lungo periodo. Il breve, il tattico, ve lo dovete giocare voi, e io non posso comunque, per tutta una serie di leggi, dirvi cosa fare con le vostre posizioni e i vostri soldi.

    RispondiElimina
  14. Ciao Maurizio, è la prima volta che ti ascolto e sono felice di averlo fatto. Ho già letto che, per motivi legali, non puoi dirci cosa fare. Tuttavia mi interessa avere una tua opinione "disinteressata" :) sull'oro, pensi che sia già in bolla o che invece sia uno dei mali minori se non una ancora di salvataggio? Grazie, e adesso che ti ho scoperto... continuerò a seguirti!

    RispondiElimina
  15. condivido al 100% complimenti per le domande e le risposte.

    RispondiElimina
  16. @Maurizio

    Intanto grazie mille per il lavoro svolto qui su Vloganza e per la risposta data qualche giorno fa sempre su queste pagine (ero quello di MSFT CSCO APPLE GOOG e co.)

    Quello che sto iniziando a chiedermi sulla situazione attuale dell'Italia è se sia o meno una situazione di crisi "pilotata" più o meno in modo concordato con gli esponenti locali per far passare alcune manovre impopolari.

    Mi spiego meglio..

    - la BCE ha "scioccamente" sovrareagito ad una finta inflazione da commodities alzando i tassi e mettendo in situazione di stress il sistema finanziario.
    - la Banca d'Italia in tempi non troppo sospetti ha obbligato a ricapitalizzazioni le diverse banche mettendole tecnicamente
    "in salvo" dalla tempesta in arrivo
    - la crisi di fiducia scatenata dalla riduzione dell'esposizione al debito dell'Italia di alcuni grandi istituti (Deutche Bank, tanto per dirne uno) ha scatenato una salita senza fine dei rendimenti
    - l'euro forte causato dall'innalzamento dei tassi ha gambizzato l'export di alcuni paesi mettendo finalmente in crisi anche chi si riteneva in diritto di imporre qualsivoglia misura ai paesi deboli (francia, germania), mettendo (finalmente) l'elettorato dei "paesi virtuosi" al corrente della propria vulnerabilità alla situazione dei pigs

    Supponendo che Trichet e soci non siano davvero così sciocchi da causare una crisi pilotata (e fra l'altro - almeno parzialmente - controllabile attraverso manovre monetarie), l'impressione è che si stia cercando di realizzare la stabilità fiscale in tempi molto stretti (prima dello scadere del mandato di Trichet?) ponendo i pigs di fronte ad una "finta" crisi che in realtà non è altro che l'anticipazione di quello che probabilmente si sarebbe verificato comunque da qui 10 anni.

    Sembrerebbe insomma che chi tiene le redini stia volontariamente ponendo alcuni paesi di fronte ad una situazione di vita/morte costringendo a accelerare il processo.

    Se questa interpretazione fosse corretta, sarebbe presumibile da qui a massimo 1-2 anni l'allentamento delle politiche monetarie sulla falsa riga di quelle americane (tassi a zero, QE) e la ripartenza vigorosa del sistema.

    E' possibile che Trichet e i vari capi delle nazioni stiano giocando a questo (pericoloso) gioco di finti ricatti volti a indirizzare il popolo bue verso il "minore dei mali" in tempi rapidi?

    RispondiElimina
  17. per la prima volta da quando ascolto Piglia mi sono SPAVENTATO anch'io. ho dovuto riascoltar e il video per 3 volte. ieri, la 1 volta, quando c'è il passaggio su Draghi che potrebbe anche non arrivare a sedersi sullo scranno della BCe, ho dovuto interrompere. non sono riuscito ad andare avanti. mi sono letteralemnte (si può scrivere?) cagato sotto.
    Cristo, mancano meno di 2 mesi al 5 novembre!
    Luigi da Napoli

    RispondiElimina
  18. sempre grande e complimenti al bravo Maurizio, tuttavia anche in Italia l'opposizione nn ha alternative credibii, è proprio sicuro che un governo di sinistra farebbe meglio di questo? secondo me inizierebbero a litigare dal giorno dopo le lezioni (sempre che le vincessero). Per quanto riguarda una nuova gamba ribassista ma fin dove potrebbero arrivare i prezzi delle zioni, riesce a immaginare titoli come generali oprysmian a 2-3 euro? io sinceramente no.

    saluti e grazie

    RispondiElimina
  19. 2 osservazioni:1)La Finlandia chiede garanzie per continuare a contribuire al salvataggio della Grecia.Ma l'Italia le garanzie per il proprio debito le ha eccome!!!siamo il terzo detentore di oro del mondo e abbiamo il 60% del patrimonio artistico del mondo:altro che garanzie,è molto di più di quel che serve!!!Queste cose le sanno tutti,figuriamoci se non le sanno banchieri e politici.Perchè allora si fa una manovra che va in senso totalmente inverso alla crescita(l'ennesimo aumento delle tasse,ecc.)? E qui veniamo al punto 2 che mi turba ben di più. Piglia dice sacrosante verità ma continua a parlare,come tutti del resto,di "errori" delle banche che hanno sottovalutato i rischi(faccio notare che valutare i rischi è il loro mestiere dalla loro nascita!), dei politici e di quant'altri al potere. Visto che questo andazzo va avanti da molti decenni e sempre nella stessa direzione fino ad arrivare al turbocapitalismo e alla turbofinanza creativa,mi sembra onestamente molto ingenuo continare a parlare di errori.Siamo noi che stiamo sottovalutando chi comunque ha al suo servizio le menti migliori e gli strumenti più potenti.Piglia parla di ghigliottine e di rivolte popolari:siamo certi che non sia proprio questo quello a cui si vuole arrivare quando saranno maturi i tempi? E vinceranno i poveri affamati e disperati? Ne dubito.Manca però il movente... che invece è molto semplice :siamo troppi su questo pianeta e non abbiamo modo di averne altri,se mai li potremo avere.Quindi "mors tua, vita mea".

    RispondiElimina
  20. Maurizio Piglia8 settembre 2011 01:07

    @Dario,
    ipotesi affascinante, parte di molte teorie "complottiste" che parlano di spinta a governi sempre piu' centralizzati e sempre piu' autoritari ( Cessione della sovranita' fiscale all' EU??).
    E' anche vero che una drastica manovra sui tassi della BCE allontanerebbe la crisi di parecchi mesi, e un QE sull' EUR risistemerebbe il cambio.
    Che vuoi che ti dica? Non e' comprovabile dalla realta' dei fatti....ma e' inquietantemente verosimile.
    @alfo
    vale anche per te, e' possibile che si voglia arrivare a uno scontro fisico. La "rivoluzione" Spartachista nella Germania di Weimar apri' la porta all'affermarsi dei Freikorps e del Nazismo. Se si va a uno scontro del genere involontariamente e impreparati, l'esito negativo, storicamente, e'quasi sempre scontato. O forse non del tutto, visto che la descrizione dei patrioti americani durante la Rivoluzione Americana da parte dei "lealisti" alla Corona Britannica era perfettamente sovrapponibile a quella di terroristi armati illegalmente. Avendo vinto, sono diventati i Padri Fondatori e i Patrioti....avesse vinto la Corona Britannica....cosa avrebbe detto la Storia?
    @Luigi da Napoli
    Scusa Luigi, quella di Draghi era un'iperbole per sottolineare l'urgenza...ma comunque penso che entro la fine del 2012 una crisi del debito europeo e una ristrutturazione dello stesso, avverranno sicuramente.
    @lux74
    Non so Prysmian, che non seguo...ma grandissima parte dell'attivo di Generali sono titoli sovrani europei. Se si arriva a una ristrutturazione...che impatto puo' avere? Leggi nel loro bilancio...e decidi da te.

    RispondiElimina
  21. Maurizio Piglia8 settembre 2011 05:35

    @marco
    Caro Marco,
    l'oro ha accresciuto il suo valore principalmente per la perdita di valore (debasing) delle monete di carta.
    Se dovesse, come penso io, iniziare un periodo di forte deflazione, e gli interventi reflattivi dei governi essere inutili...anche l'oro potrebbe finire sotto pressione. Ma , nel frattempo, proprio grazie agli sforzi di re-inflazionare il sistema...potrebbe scendere da prezzi ben piu' alti di quelli che vediamo adesso.
    Mi spiace darti indicazioni contraddittorie...ma il prezzo dell'oro e' una di quelle cose soggette a tali e tante manipolazioni governative...che e' difficile vederci chiaramente.
    Un saluto

    RispondiElimina
  22. Quando un esponente della BCE si dimette a mercati aperti si ha la netta sensazione che siamo nelle mani di un accozzaglia di politici incapaci e per quanto mi riguarda se penso al futuro mi viene la tremarella, forte. Speriamo almeno di non vivere una guerra. Incrociamo le dita, magari funziona.
    Buon fine settimana
    Riccardo

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".