Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

giovedì 29 settembre 2011

Dobbiamo uscire dalla vergogna a qualsiasi costo

Il parlamento tedesco vota a favore del potenziamento del fondo di salvataggio della zona euro. La fiducia dell'Europa sulle prospettive dell'economia cala oltre le attese a settembre fino al minimo di quasi due anni. L'Italia vende €9 mld di obbligazioni per finanziare €23 mld in scadenza mentre il contagio della crisi sovrana fa aumentare il costo dei finanziamenti. Le aziende a livello globale hanno cancellato o rimandato il loro ingresso in Borsa per un valore di $8.9 mld nel terzo trimestre.

Gianluca Braguzzi - Direttore gestioni e strategie di Total Return Sgr a Mantova: "La vergogna di immagine che accompagna il nostro paese é molto più rilevante nelle dinamiche di mercato di quello che si può pensare, l'Italia é fortemente penalizzata dall'avere una guida che ormai é universalmente riconosciuta come impresentabile".


17 commenti:

  1. Ancora sta storia del governo, ok siamo governati dalla banda bassotti, questo l'ha capito anche il più tonto dei tonti. Lo stesso (sempre il più tonto dei tonti) avrà capito che l'alternativa è la banda degli incapaci (un po' ladri pure loro). Allora, o attendiamo un reset totale (altamente improbabile perchè il pulsante di reset lo dovrebbero premere i bassotti e gli incapaci) o ci rendiamo conto che le cose ce le dobbiamo fare da soli, come è stato per svariate centinaia di anni. C'e' anche una terza possibilità: scendiamo in piazza con i forconi; ma siamo troppo comodi sui nostri divani, vero ??

    RispondiElimina
  2. Dalla pubblicazione su tutti i quotidiani della lettera inviata dalla Bce al nostro governo a firma congiunta Trichet / Draghi mi sembra che, oltre a dare chiare indicazioni, anzi diktat, sul sentiero da seguire in qualche modo si auspichi un governo tecnico che faccia guadare questa crisi al nostro paese. Qualora ciò accada bisognerà vedere se questi tecnici staranno dalla parte della popolazione o dei numeri e dei pochi.

    RispondiElimina
  3. Anonimo,

    se guardi e ascolti il video forse ti vengono delle osservazioni più intelligenti da fare

    RispondiElimina
  4. Banda Bassotti vs. Incapaci? Errore!! La Banda Bassotti che ci governa ha dimostrato un'incapacità totale, al limite della dabbenaggine.
    Il punto è che la vergogna si chiama Berlusconi e non si tratta di scegliere tra destra o sinistra, ma di mandare a "vaffa ad Arcore" il Cavaliere.
    E' proprio così difficile capirlo? O si tratta di cattiva coscienza per averlo votato, turandosi il naso?

    Grazie Braguzzi e Luciano!

    RispondiElimina
  5. Ok, recepito il messaggio, chiedo scusa per il commento non allineato (e per questo considerato implicitamente poco intelligente :-|), non volevo turbare nessuno.
    Però, mi togliereste una curiosità ? Assodato che il governo attuale dovrebbe sparire, chi ci vedreste bene a palazzo Chigi ? Da chi vorreste essere governati ?? Nomi, non concetti astratti, per cortesia. Grazie

    RispondiElimina
  6. La mia impressione è che Berlusconi la sua partita a carte con l'Europa con la stretta "amicizia" con Gheddafi e Putin è stata giocata con "efficenza" (cio non toglie che non è uno statista ma un venditore)finchè si è potuta giocare ovviamente e i mercati stavano zitti.

    Non mi piace il ruolo della Germania o meglio delle sue banche: in casa fanno i santarellini, ma c'hanno provato in America a giocare sporco con i suprime, ma quelli i giochetti li fanno da una vita...e gli hanno fatto la festa e allora si sono buttati sui periferici europei e adesso fanno il fondo salva stati.
    Ma dai!

    RispondiElimina
  7. fabio da ravenna29 settembre 2011 22:37

    Anonimo ha ragione nei nei concetti di massima ma ha sbagliato nella forma...cmq ha ragione nel dire che ne maggioranza ne opposizione possono governare....sono un mostro a due teste...in alternanza si presente una testa e dopo l'altra..ma sempre della stessa specie!! Scellerati, icompetenti, collusi, ignoranti governanti...la soluzione a mio avviso sarebbe creare con il placet di draghi alla bce un governo tecnico della stessa bce coadiuvato da un altrettanto governo tecnico italiano ma composto solamente da economisti indipendenti, ragioneri, contabili, e da un delegato nominato dalle varie sigle sindacali e imprenditoriali, ma NESSUN POLITICO!!! Questa situazioni fino a che il deficit pil non rientra almeno al 90%
    Tutti noi italiani dovremo sudare lacrime e sangue ma almeno i avremmo risultati e ritorno di fiducia dagli investitori esteri e un progressivo calo delle tasse....Finito cio...si ricrea una classe politica dimezzata in rapporto un politico e un "esperto contabile" con entrambi responsabilita civile e penale sulla gestione !
    Non è fantascienza ne demagogia....E' IL RITORNO ALLA POLITICA VERA DELLA POLIS E AL BANDO DEL CONFLITTO DI INTERESSE E PERSONALE.....GRAZIE!

    RispondiElimina
  8. io non capisco perché si dica che l'opposizione è incapace di governare, in base a quali giudizi ex-post si dice questo? negli ultimi 11 anni mi pare che ha governato 1 anno e mezzo scarso che è stato pure il migliore da sempre. Quindi prima di parlare a sproposito facciamoli provare, tanto è difficile, se non impossibile, fare peggio del Governo attuale, anche mia nonna che sa a stento leggere e scrivere farebbe di sicuro meglio.

    Tra l'altro sono abbastanza d'accordo con Braguzzi sui 2 mesi di rialzi che ci aspettano, il cosiddetto rimbalzo del gatto morto prima della vasca finale.

    RispondiElimina
  9. Nomi....
    Amato ha tolto le castagne dal fuoco a tutti nel '92 sapendo di diventare ineleggibile...un tecnico serio, di sinistra , che ha fatto quello che doveva e, siccome fra quello che doveva c'era un prelievo forzoso che nessuno ha dimenticato...e' poi doverosamente sparito dalla scena.

    Prodi, con tutti i suoi difetti, ha creato comunque l'avanzo primario di bilancio su cui Tremonti ha campato fino alla crisi del 2008.

    L'ipotesi di fabio e' suggestiva...ma servono le baionette.

    L'unica praticabile senza sangue e rivolte, resta eleggere l'opposizione...che non e' scritto non sappia governare, ma non ha conflitto d'interessi, non e' ( ancora..) ossessionata dai suoi processi, e non va a troie tutte le sere, non si fa ricattare dai lenoni, ed e' storicamente malvista dalla Mafia.

    Almeno un tentativo si puo' provare...se poi restano solo forconi e torce e niente da perdere, si puo' sempre provvedere.

    Da rimarcare , pero', che qualcosa bisognerebbe capire bene...per ripagare 2 trilioni di debiti pregressi...facciamo anche solo 2/3 di 2 trilioni, il sangue lo devono buttare proprio tutti, ma tutti tutti, nessuno escluso...e la patrimoniale che verra'non potra' risparmiare ne' asset cartacei, ne' prime, seconde o terze case....e sara' difficile che possa essere meno di un 30% del patrimonio...di chiunque. E non solo in Italia, tutt'altro che solo in Italia.

    Accettato ( difficile eh..) questo, si puo' resettare e ripartire. Siamo pronti ad accettare la realta'? Ma tutti???

    Oppure, come diceva qualcuno " Bello fare i finocchi col c**o di qualcun altro"... perche' se il tentativo e' sempre e solo quello...la rabbia dei proprietari del c**o prima o poi diventa seria...

    RispondiElimina
  10. Maurizio a furia di provare guarda dove è arrivata l'Italia e con lei il mondo intero. Prodi quell'avanzo lo ha realizzato in buona parte con le privatizzazioni, svendendo le aziende italiane a pochi personaggi, che oltre tutto le hanno depredate.

    E ogni governo, di destra o di sinistra, ha sempre cantato la solita litania "Il debito pubblico italiano è eredità delle amministrazioni precedenti".

    Non c'è stato mai nessuno, nè a destra nè tantomeno a sinistra, dal 1992 a oggi che oltre a metterci le mani in tasca e a mettere in saldo un patrimonio di nostra proprietà abbia messo in atto una politica economica ragionevole.

    Se all'epoca si fosse deciso inderogabilmente di ridurre il debito pubblico A TUTTI I COSTI di un 3% all'anno (che quantitativamente ogni anno sarebbe diventato più piccolo, in quanto calcolato su un importo minore) oggi ci troveremmo a gestire una cifra inferiore ai 1000 mld, magari con un avanzo invece che un decifit.

    Senza sacrifici, senza lacrime e sangue. Una politica dettata dal buon senso. Trovo ridicolo anche il fatto di penalizzare chi ha redditi bassi. Sono i milioni di persone con reddito basso che spingono i consumi, in quanto spendono quasi tutto ciò che guadagnano.

    A tale scopo avrei legalizzato la prostituzione, combattendo chi schiavizza e commercia esseri umani, ma tassando chi lo fà per scelta, come certi personaggi oggi alla ribalta.

    E avrei legalizzato la vendita delle droghe, facendole diventare monopolio di stato e affiancando un programma di educazione e prevenzione volto alla dissuasione del loro utilizzo.

    Oltre a avere un maggiore gettito si sarebbero indebolite le mafie in due dei settori dove sono particolarmente attive.

    A questo aggiungiamo che pochi soggetti finanziari detengono e controllano 500.000+ mld di derivati (gli Usa hanno un Pil di 14,000 mld) con cui possono condizionare fortemente gli eventi in corso.

    Andrea G.

    RispondiElimina
  11. @ Maurizio Piglia
    Rifacciamo due conti... 1910 Mld di debito... entrate fiscali superiori a 700 Mld... deficit di bilancio a 80 mld destinato a 0 (libro dei sogni?)... i "gioelli di famiglia" ammonterebbero a 1800 Mld (altro libro dei sogni??)... non mi sembra che la famiglia da come era stato prospettato stia così malissimo come era stato descritto.. ed ora parliamo di patrimoniale al 30% su tutto come percorso indispensabile? Non stiamo esagerando??

    RispondiElimina
  12. Patrimoniale del 30% sul valore della prima casa? Chi si ritrova per eredità una casa in una grande città come Roma o Milano del valore di 1 milione di euro e guadagna 40.000 euro all'anno lordi, come la paga la patrimoniale? Si vende la casa e ne compra una più piccola?

    Ma di che stiamo parlando... ma per favore! Iniziamo da cose concrete anche se piccole, come la riduzione dei parlamentari, l'eliminazione dei fondi all'editoria (se i quotidiani non ce la fanno che chiudano o si aiutino con gli aumenti di capitale visto che sono quotati in borsa), allo spettacolo (pellicole girate con 1 milione che passano in sala 2 o 3 giorni per poi introitare 5 milioni di contributi statali), l'inasprimento per chi commette reati di natura finanziaria, truffe, peculato, corruzione, ecc.

    E la patrimoniale la paghino significativamente coloro che tanto hanno avuto da questo paese, come i Berlusconi, gli Agnelli, i De Benedetti e company.

    RispondiElimina
  13. Pardon, solo un ultimo intervento... a chi parla di Prodi consiglierei di riflettere su questa parola: "IRI"... vi fa venire in mente nulla ? Grazie per la cortese ospitalità e buona serata.

    RispondiElimina
  14. Maurizio Piglia, ha portato una sola situazione sulla quale dovremmo giudicare Prodi. Esatto non parliamo di tutto il resto perchè è stato scandaloso. Il Suo modo di governare ci ha ridato Berlusconi per la terza volta. Spero non si ripresenti. Riavremo il Berlusca per altri 5 anni. Ma rimane sempre un problema irrisolto, ammesso che un governo tecnico risolva qualche problema, poi a che daremo il paese, Bersani,Fini, Casini,Vendola,dipietrone,Rosi Bindi,Franceschini. Ogni popolo è governato da chi si merita.

    RispondiElimina
  15. Fantastico ..ancora imperversano supporters del sultano di Banana Republic...
    Gli altri sono "incapaci " ..questi invece oltre ad essere mignottari inveterati con le crepe nel cervello alla fine fanno tenerezza e disgusto contemporaneamente per quanta ignoranza e malacoscienza trasudano...
    Mi domando a quanti altri "Tunnel Gelmini " dovremo ancora assistere prima che si rendano conto che tifano per una manica di sbandati malavitosi che si scudano di un ruolo istituzionale che hanno espropriato ai gonzi, che li hanno eletti ,per non finire col sole a scacchi..

    Ma andate a zappare la terra...

    RispondiElimina
  16. Ha ragione Torquemada! E' vergognoso continuare a discettare su chi viene dopo Berlusconi.

    Qualunque persona, con un minimo di dignità e di onestà, può prendere il suo posto.
    Forse non rimetterà i conti pubblici a posto, ma almeno l'Italia tornerà ad essere Paese normale e rispettato nel consesso internazionale.

    (ovviamente anche governare peggio di questo puttaniere, è praticamente impossibile!!)

    RispondiElimina
  17. Maurizio Piglia4 ottobre 2011 04:10

    @ Torquemada e Roberto

    Grazie ragazzi...a volte ho paura che il surreale prenda il sopravvento. Basta dare addosso all"altro" schieramento per scrollarsi di dosso gli ultimi 10 anni di m**** sparsa a piene mani???
    O la vergogna degli ultimi anni di t***e assortite nominate in posti pubblici o in parlamento e lenoni coperti d'oro e ricattatori in Finmeccanica e sugli aerei di Stato???
    Dove e' stato portato il Paese oggi, merita 10 anni di silenzio totale sull'operato di CHIUNQUE venga dopo...CHIUNQUE.
    Specialmente da questi ladri al Governo e parlamento e dai loro seguaci...

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".