Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 1 giugno 2011

Probabilmente il mercato é già proiettato verso un QE3

Il dollaro batte le azioni, le materie prime e le obbligazioni a maggio, il suo primo mese di guadagno da novembre. I metalli calano prima della pubblicazione di alcuni dati economici che potrebbero sottolineare il raffreddamento della ripresa americana. L'oro estende le perdite in seguito ai timori degli investitori sulla possibilità che la Grecia diventi il primo paese europeo a dichiarare insolvenza. Il petrolio tratta vicino al massimo di tre settimane, le riserve degli Stati Uniti potrebbero essere diminuite mentre i tentativi di risolvere la crisi del debito in Europa potrebbero sostenere la domanda.

Giancarlo Dall'Aglio - Analista materie prime di GiancarloDallAglio.it a Napoli: "Molte materie prime erano sopravvalutate e a maggio é stato preso un po' di profitto, la domanda rimane cosa succederà dopo il 30 giungo con la fine del QE2, possiamo immaginare che al primo stornir di fronda potrebbe esserci un terzo programma di facilitazione monetaria da parte della banca centrale americana".


3 commenti:

  1. certo,un q.e. 3 per scatenare una guerra..sarebbe solo una follia.

    RispondiElimina
  2. Sempre piacevole ascoltare Dall' Aglio.. Ma sono in crisi di astinenza da interventi di Maurizio Piglia!!! Ho bisogno della sua luce per remare in questo mare tempestoso.. Fatti sentire Maurizio...

    bruno

    RispondiElimina
  3. Fà ben riflettere la considerazione che l'oro non è, in realtà, un bene rifugio e se, crolla tutto, crolla anche l'oro......

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".