Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 17 giugno 2011

La forza dell'euro deve mettere in guardia - Forex

L'euro sale per il secondo giorno contro il dollaro dopo che il Presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha detto che sono stati fatti progressi sulla crisi del debito greco in seguito ad un incontro con il cancelliere tedesco, Angela Merkel, é stato individuato un piano che coinvolge gli obbligazionisti in un pacchetto di aiuto per il paese sull'orlo dell'insolvenza. Il franco svizzero segna il calo più marcato degli ultimi tre giorni contro l'euro dopo l'annuncio.

Gabriele Vedani - Direttore generale Italia, FXCM, Forex Capital Markets a Legnano: "Se ci fosse un peggioramento della crisi del debito greco o comunque non andassero in porto i tentativi di salvataggio che stiamo vedendo, e sui quali c'é da essere molto scettici, ecco che lo spazio per una discesa dell'euro sarebbe molto ampio".


3 commenti:

  1. Sono diversi giorni che il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble si batte per poter avere un allungamento delle scadenze sul debito greco di addirittura di 7 anni. BCE e resto del mondo (sorvegliati dalle agenzie di rating) sono propensi ad un rinnovo a scadenza del debito stesso...ora, che entrambe le soluzioni sancirebbero de facto un default greco è palese ma con l'accordo di Vienna si farebbe buon viso a cattivo gioco. Allungare le scadenze(secondo i parametri di valutazione delle agenzie di rating) verrebbe considerato default, un "volontario" e sottolineo "volontario" rinnovo del debito a scadenza sarebbe visto come segno di fiducia, a voi non fa ridere la cosa? Pazzesco.

    Daniele

    RispondiElimina
  2. Maurizio Piglia18 giugno 2011 16:44

    @Daniele
    Fa ridere...ma c'e' un perche'.

    Se non si puo' legalmente dichiarare il Credit Event of Default, via agenzie di rating, tutti i CDS, Credit Default Swaps, non sono incassabili per l'intero importo assicurato....e gli Americani, hanno "scritto" CDS a Banche europee per 250 MLD di Eur su un'esposizione di queste di 800Mld di eur.

    L'allegro trenino del fallimento mondiale, puo' continuare a girare finoa Settembre...se si inventano qualche frescaccia, come pare...

    RispondiElimina
  3. Grazie Maurizio, questa non la sapevo, ora tutto ha più senso anche se di senso non ce n'è più! Altro giro altro regalo...

    Daniele

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".