Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 23 maggio 2011

A un certo punto ci sarà qualche insolvenza tra gli stati americani

Il mercato azionario segna il ribasso più marcato dell'ultimo mese in reazione alle indicazioni sul peggioramento della crisi del debito in Europa e dell'attività economica in America. Il dollaro si apprezza e salgono i Treasuries con il rendimento che si avvicina al minimo dell'anno. Secondo l'ex segretario al tesoro degli Stati Uniti,  Lawrence Summers, i timori sulla possibilità di una bolla nel settore tecnologico rispecchiano il miglioramento della fiducia degli investitori

Marco Bonelli - Responsabile relazioni estere di CL King & Associates a New York: "Ci sono degli stati americani in cui la situazione del debito é insostenibile e che sono virtualmente falliti, é possibile che nei mesi a cavallo tra il 2011 e il 2012 il dibattito sulla riforma dei diritti dei dipendenti statali si accentui anche alla luce di possibili insolvenze".


9 commenti:

  1. Campione del Mondo!

    RispondiElimina
  2. Quindi mentre la California (o l'Illinois) fallirà e coglierà questa come un 'occasione salutare per rimettere le cose a posto,i vari paesi dei campanelli continueranno allegramente a vivere sopra ai propri mezzi, aspettando che qualcuno paghi al posto loro? E quanto potrà continuare cosi in Europa? O che cosa potrebbe succedere?

    RispondiElimina
  3. Super Bonelli!! Sempre lucidissimo

    RispondiElimina
  4. Sempre un piacere, Bonelli.

    "Costi sociali altissimi": è proprio questo il punto, stramaledizione!!!!

    Perché è così difficile fare entrare nella testa della gente che più è presente l'intervento pubblico e più è opprimente?

    Qua da noi la gente si spella le mani guardando i documentari di Michael Moore che si scaglia contro la (ottima) sanità privata USA e poi si "indignano" (dopo il calcio, l'indignazione è lo sport nazionale) quando vanno a prenotare una scintigrafia a Novembre e gli dicono di tornare a Giugno: accade al pubblicissimo Policlinico di Milano, non a Enna ...

    Quanti miliardi di euro forzosamente sottratti dalle tasche dei cittadini finiscono da decenni nella Compagnia di Navigazione Tirrenia che per ogni biglietto che stacca, ottiene 30 euro di sovvenzione dallo Stato, altrimenti sarebbe fallita fin dagli anni '60 ?!

    Un esempio di ossimoro: "Uno Stato giusto"

    RispondiElimina
  5. Fino a quando gli USA potranno usare il dollaro negli scambi internazionali per appropriarsi (indirettamente) delle materie prime (degli altri Paesi) e.g. petrolio che si contratta in dollari...e fino a quando potranno scaricare i loro debiti sugli altri Paesi, Unione Europea compresa, con manovre monetarie espansive tipo i vari QEI, QEII...non credo potranno avere seri problemi di default. Ma resta il problema di base che consiste nella precarietà del costruire un impero fondato sulla "carta stampata". Si insegna anche ai bambini che i castelli di "carta" non durano molto...

    RispondiElimina
  6. Maurizio Piglia24 maggio 2011 04:31

    L'amico Bonelli e' un pragmatico.Quando l'Apocalisse entra nello spazio del "possibile", i pragmatici prendono nota. Fallira' prima la Grecia dell'Illinois...ma ci arriveranno anche la'. Vedo che, quello che la blogosfera aveva gia' scoperto da tempo, che parecchi Stati degli USA sono gia' tecnicamente falliti, sta lentamente filtrando nei mainstream media...e i pragmatici prendono nota. La consapevolezza si sta muovendo dagli "apocalittici" agli "integrati"....meglio tardi che etc. etc.
    La "spiegazione" della benzina e'semplice, che il petrolio e' da decenni in mano a un cartello, che si e' comprato tutte le protezioni governative necessarie per non essere smontato.. mai sentito parlare delle "sette sorelle" ai tempi della ancora misteriosa morte di Enrico Mattei? Niente e' cambiato.
    Il Principe di Salina insegna " Bisogna che tutto cambi, perche' nulla cambi".
    "Fare soldi" non puo' prescindere da leggere la realta' che ci circonda...resto apocalittico.

    Anche perche' prendo nota, che Marco e' una persona intelligente, e che non riesce a fare a meno di notare quello che succede... e lo vedo meno sicuro e piu' inquieto.

    RispondiElimina
  7. Bonelli sempre nr. 1...

    RispondiElimina
  8. Bonelli dovrebbe considerare che la finanza è utilizzata in questo momento per raggiungere quegli obiettivi che non sono stati perseguiti tramite le guerre. E' in corso una nuova forma di colonialismo, di cui uno dei risvolti è "raccattare" chiunque nella EU, per poi metterlo in condizioni di ricatto e sottomissione. Basta guardare all'Islanda, che ha detto NO a Fmi, Bce e compagnia facendo fallire la banca dei due avventurieri mediorientali e salvando così le terga... la gran Bretagna in particolare ha tentato inutilmente di responsabilizzare il governo islandese che perentoriamente ha risposto picche.

    Andrea G.

    RispondiElimina
  9. Bah ..un intervento assolutamente qualunquista di cui si puo' fare a meno di ascoltare gli sproloqui.
    Dire che l'Italia e' uno stato indebitato alla deriva (paese dei campanelli..?? ecchevvordi'??)dal paese che vomita dollari in continuazione senza dover rendere conto un beneamato a nessuno fa letteralmente scompisciare dal ridere...
    Li' non siete ancora falliti perche' siete voi la causa dei mali di 3/4 del mondo inducendo le economie progredite all'oscurantismo imperialista del massimalismo consumista ..
    Ma dico si accorge ora che il petrolio e' in mano agli epigoni moderni di Butch Cassidy ,che tengono per le palle tutto il mondo alle loro condzioni ,che le scuole statali americane fanno schifo perche' rientrano nel disegno "tutto democratico " di avere delle ottime scuole private per soli ricchi (cosa che i 4 sciacalli ora al potere da noi tentano in tutti i modi di perseguire da anni in modo scientifico..) cosi' come la sanita',la giustizia etc. e di avere uno stato servo dei poteri economici che hanno letteralmente imbavagliato "l'abbronzato "che siede alla casa bianca..??
    L'europa poi e' solo uno strano accordo tra guardie e ladri con cui tacitamente la germania si para il culo dal vedere il marco a 3 contro dollaro (cosa che porrebbe fine alla sua economia mercantilista) ,checche' ora si lamentino dei debiti che sarebbero "costretti a pagare " , e gli stati falliti possono prendere tempo per sperare di riassestarsi sulla strada maestra.
    Solo un semplicione puo' credere alla favoletta che la grecia ha preso per il culo fior di superburocrati pagati per trovare magagne di qualsiasi tipo...ma siamo seri suvvia...diciamo allora che l'intenzione e' quella di "far soldi " (finche' dura c'e' verdura si dice a Roma )..ma non spariamo minkiate...

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".