Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 9 maggio 2011

Eccessi, bufale, catastrofi e debito a biemme

Le materie prime rimbalzano dal maggiore calo settimanale degli ultimi tre anni, l'euro torna a salire contro il dollaro in reazione alle aspettative di ulteriori rialzi dei tassi di interesse da parte della Bce. Il mercato azionario asiatico é in generale rialzo con i titoli del settore energetico. Le esportazioni della Germania a marzo aumentano fino al valore mensile più alto mai registrato e assecondano la crescita della prima economia europea.

Maurizio Piglia - Direttore investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Il debito di Grecia, Portogallo e Irlanda non é affrontabile con mezzi normali, si farà di tutto, l'impossibile e il paradossale, il ridicolo e il truffaldino verranno superati perché alla fine tutto questo debito non é sostenibile".


5 commenti:

  1. che dire, riconfermo la mia opinione: Maurizio immenso

    RispondiElimina
  2. ottimo canale, complimenti a tutti

    RispondiElimina
  3. Disoccupazione USA--Nei numeri pubblicati venerdì non dovrebbero essere già rientrate le 50.000 assunzioni annunciate da McDonald in occasione dell’hiring day del 19 aprile. La rilevazione di aprile infatti si ferma al 12 del mese.
    Il tasso di disoccupazione invece è salito al 9% da 8,8%, ma bisogna tener conto anche del fatto che i campioni di riferimento sono calcolati in modo diverso. Il tasso di disoccupazione infatti tiene conto anche del comparto agricolo.

    RispondiElimina
  4. Piglia è il nostro Orso d'argento!
    tieni duro, Maurizio!

    RispondiElimina
  5. Quando alcune migliaia di greci o portoghesi manifestano ad Atene o a Lisbona
    abbiamo una valanga di immagini scioccanti e commenti(in tv nei blog ecc) che descrivono tali paesi sull'orlo del caos.
    La protesta contro i tagli a Londra è stata una grande manifestazione ed è stata accompagnata da gravi atti di violenza contro
    HSBC, l'Hotel Ritz e Fortnum & Mason;
    è abbastanza significativo che questa manifestazione "storica" in Gran Bretagna (400000 persone) è apparsa sui giornali e nel web
    per poi diventare invisibile 48 ore dopo...
    Insomma, a volte si usano nell'informazione (in generale) 2 pesi e due misure.

    Se da un lato ci sono gravi difficoltà che sono gestite all'interno di un gruppo potente come "Eurolandia", dall'altro
    ci sono grandi problemi che non possono più essere gestiti da un paese completamente isolato.
    Potrebbe il Regno Unito in un prossimo futuro trovarsi nella triste posizione di un "Grave Malato in Europa"? Con quali conseguenze?

    Grazie.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".