Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 15 aprile 2011

Buona parte del rialzo azionario é alle spalle - Analisi tecnica

Il costo della vita aumenta negli Stati Uniti a marzo per il nono mese consecutivo in seguito all'incremento dei prezzi degli alimentari e dei carburanti che ancora devono filtrare verso altri beni e servizi. L'inflazione aumenta anche in Europa e in Italia dove arriva fino al massimo dall'ottobre 2008, a sua volta sostenuta dal costo di alimenti e energia.

Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia a Bari: "Il mercato azionario va incontro a un massimo temporaneo intorno ai primi giorni di maggio, sarà opportuno ridimensionare l'esposizione in attesa dello sviluppo del consolidamento".


5 commenti:

  1. Vorrei sapere da Evangelista se persiste la forte dicotomia tra mani forti e mani deboli, così come da lui evidenziata graficamente nel precedente vlog di marzo.
    Grazie e saluti

    RispondiElimina
  2. Ricordo che Gaetano Evangelista aveva parlato di un nuovo massimo storico sull'SP500 per fine giugno. Vorrei sapere se è ancora di questo avviso e di conseguenza per quanto tempo ritiene che la prossima correzione / consolidamento dovrebbe protrarsi.
    Vorrei chiedergli anche se ritiene vantaggioso partecipare agli aumenti di capitale che in questo periodo sono molto diffusi (ovviamente sarebbe da considerare ogni singola azienda) e nel caso quale è il settore che ne dovrebbe trarre maggiori vantaggi. Grazie, cordiali saluti

    Andrea G.

    RispondiElimina
  3. Ancora un'altra domanda, sulle commodities: ritiene che un top sia stato raggiunto (o sia in procinto di essere raggiunto) indistintamente da tutte le commodities o per determinati settori? Mi interesserebbe una sua valutazione su ogni settore (metalli industriali, metalli preziosi, agricoli, coloniali, carni, energia) e sul possibile migliore / peggiore per ognuno. Grazie per l'attenzione.

    Andrea G.

    RispondiElimina
  4. Egregio dr Evangelista,
    qual è la fonte dei dati dei CDS che ha mostrato?

    RispondiElimina
  5. @Paolo. Sì, la dicotomia persiste. In particolare gli small trader sullo S&P Future "mini" sono ancora short, come lo sono dallo scorso novembre.

    @Andrea. Adesso la memoria non mi accompagna, ma se non ricordo male, ho detto che "di questo passo, lo S&P raggiungerà nuovi massimi alla fine di giugno": una provocazione basata sul ritmo forsennato sperimentato fino a metà febbraio; una proiezione teorica, non una previsione.
    La risposta sulle commodities richiede molto spazio e tempo. Conto di ritornare su questo suggestivo tema in uno dei prossimi interventi qui su Vloganza.
    Quanto agli aumenti di capitale: sì, evidentemente dipende dai settori. Quelli delle banche per esempio non mi convincono per niente, essendo il settore nella tenaglia della curva dei rendimenti in restringimento (che riduce i margini di intermediazione), grazie alla BCE. Ma per calcare il red carpet che porta a Francoforte, l'attuale inquilino di Palazzo Koch qualche dispiacere agli azionisti bancari presenti e futuri deve pur darlo...

    @Lucio. La fonte dei dati sui CDS è Bloomberg.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".