Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 25 marzo 2011

Gli eventi imprevisti non deragliano un mercato rialzista - Analisi tecnica

"Al di là delle tragedie che ci circondano - dice Gaetano Evangelista, Amministratore unico di Age Italia a Bari - in Borsa il denaro che entra rimane superiore a quello che esce e questo é un motivo valido per ritenere che il rialzo iniziato a settembre non venga messo in discussione".

"La deviazione dal percorso di crescita dovuta ai fatti di Africa del nord, Medio Oriente e Giappone é rientrata - dice Evangelista - dal punto di vista tecnico e quantitativo non ci sono elementi che facciano pensare ad un'imminente inversione di una tendenza che ci accompagna da due anni e che ci accompagnerà ancora per parecchio tempo".

"Gli eventi imprevisti - dice Evangelista - pesano negativamente quando il mercato azionario é in una fase ribassista ma impattano in maniera marginale e temporanea in una tendenza rialzista".


6 commenti:

  1. Bravo Gaetano Evangelista. Chiaro, preciso, comprensibile e molto trasparente nei dati che mette a disposizione. Fossero tutti come lui gli analisti... Speriamo di rivederlo ancora nei prossimi mesi a ragionare sugli stessi grafici, comunque vadano i mercati.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Luciano Udine25 marzo 2011 22:19

    Grazie Luciano per queste puntuali e importanti informazioni. Sarebbe veramente difficile (per non dire impossibile)poter seguire gli andamenti dei mercati finanziari senza il tuo supporto giornaliero.Complimenti anche ai collaboratori sempre molto preparati,esaurienti e disponibili. Continua su questa linea e di nuovo GRAZIE.

    RispondiElimina
  3. Grazie molte per le informazioni chiare che fornite a tutti.
    Ritengo che il modo migliore per stare sul mercato sia di avere una visione il piu' possibile obiettiva di come evolva il mercato...
    Grazie a tutti voi ed ai Vostri collaboratori che quotidianamente intervistate!
    Paolo Pordenone

    RispondiElimina
  4. informazione finanziaria di alto livello, complimenti.
    sarebbe bello sentire le analisti di evangelista ogni settimana

    luigi da napoli

    RispondiElimina
  5. Leonardo, Avellino28 marzo 2011 15:10

    Egregio dottore,
    potrebbe fornire un aggiornamento sulla situazione di rischio dei principali paesi europei,mediante i cds?

    RispondiElimina
  6. http://www.ageitalia.net/grafici/CDS.gif

    Faccio notare il cambio di atteggiamento del mercato a partire da settembre: tralasciamo il CDS della Grecia, sotto "protettorato finanziario" UE, il CDS di Irlanda e Portogallo è in crescita da allora (da 333 a 619 e da 332 a 546 pb), il rischio della Spagna è sostanzialmente stabile (da 246 a 227 pb; lievemente in calo), mentre quello di Italia è in vistoso calo: da 229 a 158 pb. Il fenomeno è risultato ancora più evidente da febbraio in poi.
    Sembra come se Spagna e ancor più Italia stiano cercando di sganciarsi dal club dei PIIGS, pur non potendo ovviamente chiedere di entrare a far parte del club più esclusivo dei paesi "core" (Germania e Francia).
    Un'Europa a "tre" velocità, insomma...

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".