Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 18 febbraio 2011

Vera espansione, indebito sostegno, impunità e perfidia

La banca centrale cinese ordina alle banche del paese di alzare i livelli delle riserve per la seconda volta quest'anno. Le vendite al dettaglio in Gran Bretagna crescono di quasi quattro volte le attese a gennaio. L'euro cala contro le maggiori valute in reazione all'aumento superiore alle stime dei prezzi alla produzione in Germania. Il mercato azionario asiatico é in rialzo in seguito all'espansione economica di Taiwan. Le proteste si intensificano in Bahrain mentre arrivano notizie di oltre 20 morti dalla Libia, il paese africano con le maggiori riserve di greggio.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "La crisi del debito sta diventando perfida in questa fase perché adesso c'é un'idea di impunità, le banche stanno facendo peggio di quello che facevano prima della crisi, hanno un serbatoio di liquidità infinita a cui attingere e la certezza di essere salvate".


1 commento:

  1. Buonasera, c'è un punto dell'intervista che non ho capito e se Roberto potesse chiarirlo gliene sarei grato. Riassumendo: da un lato le banche chiedono maggiore liquidità alla Bce, dall'altro le stesse dovrebbero già disporre di una liquidità enorme e potenzialmente illimitata che però non inseriscono nel sistema. Mi sembra una contraddizione, evidentemente non devo aver capito qualcosa... grazie e buon proseguimento.

    Andrea G.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".