Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

lunedì 3 gennaio 2011

Zero possibilità al futuro dell'Europa che conosciamo

Le Borse asiatiche chiudono in rialzo con l'indice regionale che registra la serie positiva più lunga dal mese di luglio. Gli investitori mostrano ottimismo sulla ripresa economica degli Stati Uniti mentre l'espansione della Cina presenta segni di moderazione. Aumenta il prezzo delle materie prime, il rame sale a livello record. Il dollaro si apprezza contro le valute asiatiche e cala contro l'euro. La Fiat potrebbe aumentare la sua partecipazione nella Chrysler fino al 51% prima dell'entrata in Borsa del produttore di auto americano.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "Credo che in dieci anni avremo un'Europa a due velocità, un nucleo di stati virtuosi e una serie di paesi che inseguiranno con delle penalizzazioni che andranno stabilite da un nuovo patto che determinerà un'Europa di serie A e una di serie B".


4 commenti:

  1. Credo che gli Agnelli con lo spin off dell auto si stiano preparando ad una progressiva uscita dal settore automobilistico e ad uno spostamento progressivo dei loro attivi fuori dai confini nazionali. Mossa saggia probabilmente ma effettuata da chi per decenni ha usufruito di aiuti statali diretti e indiretti. Senza il contributo del solito mazziato contribuente italiano questa società sarebbe fallita almeno una decina di volte. Detto questo trovo un po ipocrita ora da parte dei vertici parlare di libero mercato e delocalizzazione dove il mercato del lavoro è piu produttivo. Siamo alle solite, privatizziamo gli utili e socializziamo le perdite. Auguri Italia...

    RispondiElimina
  2. Vice Premier Li Keqiang: Continueremo a Comprare Debito Spagnolo.
    Dal canto suo, l'ambasciatore cinese a Madrid, Zhu Bangzao, ha detto che Pechino vuole giocare un "ruolo chiave" per aiutare la Spagna ed altri Paesi europei in difficolta' a riconquistare la fiducia dei mercati e ad uscire dalla crisi.

    Per un attimo Malnati mi sono venuti in mente indiani e cow boy.... gli "amici" che ci vengono a salvare!
    Da novellino non mi sembrano malvagie le intenzioni anzi, ma gradirei un suo piccolo commento al riguardo.
    Grazie.
    Complimenti per il video, concreto e chiaro, stile Piglia.

    RispondiElimina
  3. non riesco a capire perchè si toglie i commenti ..perchè sono in contraddizione con quanto esposto

    poi non si venga a parlare di libertà di espressione visto che l'opinione "aiutati che Dio ti aiuta" mi sembra alquanto espressa in modo consono

    RispondiElimina
  4. Ciao Anonimo,

    non mi é chiaro cosa vuoi dire ma nessun commento é stato tolto, mai.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".