Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 14 dicembre 2010

Più un suk medio-orientale che un governo europeo

Le Borse asiatiche chiudono in rialzo sostenute dai produttori di materie prime che salgono con l'aumento dei prezzi dei materiali grezzi. Calano gli esportatori giapponesi in reazione all'apprezzamento dello yen nel rapporto con il dollaro. In Italia diminuiscono le entrate fiscali e il debito pubblico aumenta fino al livello record di 1.867 miliardi di euro.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "La situazione dell'amministrazione pubblica italiana é più che drammatica perché pare senza ritorno, siamo a un governo di fine impero con il paese che é ridotto allo stremo, sono sconsolato".


4 commenti:

  1. La Spagna oggi a piazziato titoli di Stato a 12 mesi al rendimento del 3.45% in rialzo rispetto all ultima asta (2.36%).. Ok il deficit spagnolo è da brividi ma il debito pubblico rispetto al pil è decisamente minore di qquello italiano. Come mai in Italia i rendimenti dei bot a 12 mesi nonostante gli ultimi rialzi sono ancora sotto al 2%? Sono solo le grandi banche a comperare questi bot facendo un favore al Tesoro italiano magari in cambio di una politica accomodante? Aparlar male si fa peccato ma a volte....... come diceva Andreotti.
    Sempre grazie a vloganza di esistere

    RispondiElimina
  2. caro malnati, ma che succede al franco svizzero? come mai così forte? è tornato al tempo della crisi dell'euro. non è un po' troppo....?

    saluti
    simone

    RispondiElimina
  3. --Rivelazioni Wikileaks :La parte che riguarda Berlusconi, definito incapace, vanitoso ed inefficiente. Una specie di dittatore di una Repubblica delle banane.
    Ma non c'è niente da commentare, i dispacci dell'Ambasciata americana a Roma si commentano da soli (i testi sono chiarissimi e le opinioni non lasciano adito a dubbi) e, soprattutto, non rappresentano una novità: chi legge la stampa straniera, quei commenti li ritrova da anni sulle maggiori testate internazionali.
    Silvio Berlusconi è già diventato da tempo lo zimbello del mondo, e solo i suoi aficionados non lo sanno (perché non leggono).
    La TV di stato inglese, la mitica BBC, ha prodotto alcuni programmi televisivi (che si trovano anche in rete) in cui "the italian clown" viene rappresentato in veste ora di vecchio bavoso, vizioso e pedofilo, ora di macchietta da compatire, oppure di povero demente con seri problemi comportamentali.
    "Persino Gordon Brown" (è una delle battute più acide di quei programmi satirici di quella Tv inglese) "fa la figura di grande statista a confronto di Berlusconi".
    I maggiori giornali americani si sono già espressi in termini perentoriamente e definitivamente negativi sul "caso italiano", definendo Berlusconi ora unfit (inadatto, incapace) ora shameful (imbarazzante).
    Che, dunque, l'Ambasciata americana a Roma ritenga Berlusconi un incapace, vanitoso ed inefficiente, può solo essere una novità per chi continua a tenere le fette di salame sugli occhi e non mette mai il naso fuori dell'informazione di regime.
    Ed esattamente questo è il senso dell'invito a non leggere i giornali e non guardare le Tv da parte dello stesso Berlusconi: se non leggi e non guardi cosa nel mondo si dice di lui (e di noi), puoi pure credere alle immani palle che ti racconta (tra cui quella di essere considerato un grande statista di livello internazionale).
    Ma se hai il gusto del "pensare in proprio" e ricerchi con genuina curiosità ciò che puoi trovare facilmente (se solo vuoi trovarlo), non ti lasci sorprendere da una apparente "novità" che, di fatto, era già nota a tutti da anni. Bastava osservare e leggere per sapere. Ma osservare, leggere e sapere, richiedono intelligenza, cultura ed amore per la verità ... qualità rarissime nel tempo dell'ignoranza.
    Adesso, comunque, è tutto nero su bianco, senza più possibilità di equivoci anche per i più strenui difensori delle cause perse: i diplomatici della maggior potenza mondiale (... vogliamo dire che sono comunisti anche loro?) considerano il presidente del consiglio italiano un vecchio incapace, vanitoso ed inaffidabile che, evidentemente, rappresenta in pieno il paese che lo ha eletto e che, stando ai sondaggi, ancora gli riserva una quota consistente di preferenze.
    Ora, se mi permettete, siccome io non l'ho votato e non mi sento minimamente rappresentato da un tale personaggio, lascio volentieri l'onore di essere "come lui" a tutti i suoi elettori, e mi riservo l'onere di ritenermi completamente diverso sia da lui che da loro. Quest'Italia berlusconiana è lontanissima dal mio stile e dalla mia cultura; forse rappresenterà pure la maggioranza degli elettori, ma non sono quegli italiani che, secondo me, hanno fatto e fanno la grandezza di questo paese, sono quelli che, sempre secondo me, la stanno dissipando (se non altro, esponendoci ai lazzi ed i frizzi del ludibrio internazionale)......Continua....

    RispondiElimina
  4. .........seconda parte............
    Ultimo appunto: in quei dispacci riservati, Berlusconi viene descritto come il vero amico degli ultimi comunisti sovietici (Putin e Lukashenko) ... anzi Hillary Clinton adombra pure la possibilità che facciano affari insieme ...
    E' simpatica 'sta cosa qui che lui (Berlusconi) accusa i suoi avversari di essere comunisti o amici dei comunisti, mentre gli americani ritengono che proprio lui sia il vero amico dei comunisti ex-sovietici ....

    Non fa scappare da ridere anche ai bambini scimuniti?

    Intanto, per tornare alle nostre faccende, alle 16.07 di ieri le agenzie battevano questa notizia: Cresce il differenziale tra il Btp italiano a dieci anni e il suo corrispettivo tedesco (Bund). Lo spread si è portato a 193 punti base (dati Bloomberg).
    C'è un collegamento tra questo fatto e le rivelazioni di Wikileaks?

    Non ne sono sicuro, vedo di più il collegamento con la precedente agenzia (delle 12.06 sempre di ieri): Italia; Ue porta stime debito/Pil 2011 da 118,9 a 120,2%.

    In poche parole, l'Italia si avvia ad essere una delle "prossime prede" della speculazione ribassista internazionale: con un debito pubblico oltre la soglia di guardia (120%), un governo inesistente ed un presidente del consiglio definito incapace, non potrebbe essere diversamente.
    Giovinotti, occhio che qui gli avvenimenti stanno correndo troppo velocemente per i miei gusti ... chissà perché, ma ho una strana sensazione ... come di un cetriolone formato King size che sta arrivando ... volando ad altezza d'uomo.
    Anche sta cosa qui (Wikileaks) mi sembra "non casuale"; c'è un che di sinistro, di oscuro che, d'improvviso, ha avvolto tutto il mondo.
    Spero di sbagliarmi, ma l'aria che si respira non mi piace ... ed ancora meno mi piacciono le notizie che ricevo dall'estero ...
    ... Per ora sono solo sensazioni ... ma potrebbero diventare molto di più ...
    Personalmente ci vedo la mano oscura dei servizi segreti (cinesi?) dietro questo "sputtanamento epocale" della diplomazia americana ... vedo una guerra già cominciata con azioni di guerriglia telematica.
    L'America produce carta (dollari), e la Cina risponde con altra carta (i dispacci intercettati) ...
    Per il momento sembrerebbe una guerra di carta.
    Che prove ho che siano i cinesi ad alimentare quel flusso di leaks?
    Nessuna, ovviamente. Tiro solo delle conclusioni in base al sempre valido cui prodest: a chi serve rovinare le relazioni dell'America con il resto del mondo?
    Soprattutto ai cinesi. Almeno, così sembra a me.
    E se davvero sono i cinesi ... beh, allora la situazione è molto seria ... molto di più di quanto non si pensi.---

    Tratto dal rapporto giornaliero del 30/11/2010

    Autore : Ing. Giuseppe Migliorino

    Grande pensatore e analista di borsa

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".