Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 3 dicembre 2010

Ma prestereste dei soldi a uno così?

La maggioranza del mercato azionario asiatico segna il terzo giorno di rialzo. La Cina annuncia un movimento verso una politica monetaria prudente. La Banca centrale europea compra tempo ai paesi più indebitati. Aumenta il costo per assicurare il debito detenuto dalla banche italiane. Il dollaro è in calo mentre l'oro torna a salire.

Maurizio Piglia - Responsabile investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Gli italiani dovrebbero andare in banca e iniziare a vendere Btp e Cct e dire non li voglio più perché non mi fido, datemi dei titoli tedeschi".


9 commenti:

  1. Bello soprattutto negli ultimi minuti quando Maurizio illustra il grafico (QE vs SPY). Questo e ' in effetti per me il principale motivo per cui l'azionario sale (e continuera' per diversi mesi a salire). Ma perche' poi Maurizio in ultima analisi non' e' altrettanto bullish ? rispetto a quanto lo sia io...anzi

    RispondiElimina
  2. Maurizio Piglia3 dicembre 2010 20:15

    @Marco,
    Ciao Marco,
    ma sul mercato finanziario io sono bullish...e' da Giugno che ho aumentato la mia percentuale di direzionale e sono net long...
    E' sull'economia che non sono affatto bullish...e credo che prima o poi questa totale disconnessione provocata, appunto, da QE e tattiche irresponsabili di banchieri centrali servi delle cleptocrazie delle investment banks ci portera' diritti a una grave depressione. Io mi rendo conto che devo cumulare rendimenti per la clientela...ma ho la netta sensazione che per quanto io corra, loro ne stampano di piu', quindi io, alla fine corro per restare sul posto, anche se magari, alla fine dell'anno, portero' a casa un 8%/9% che quest'anno non e'male.
    E poi io vivo tutti i giorni a contatto con gente che mi parla di come il suo lavoro si deteriori, amici che a causa della crisi irlandese hanno mandato a casa 40 persone da un business che funzionava benissimo qui in NZ da 23 anni, solo perche' la casa che fabbrica il prodotto sta andando alla malora in Irlanda...
    E' tutto questo che mi fa pensare che si, hai ragione, io sono in una posizione long/bullish perche'devo cavalcare l'onda, mi pagano per quello...ma non posso fare a meno di pensare che siamo al dolce, al ristorante...tra poco arriva il tizio col conto...perche' e' tardi e dopo si chiude.
    L'economia non e' fatta di lucine rosse e verdi sul monitor..e' fatta di gente, e finche' la gente non ha un lavoro, puoi anche stampare biglietti di carta e farli spendere dall'elite che ancora puo' farlo...ma prima o poi arriva un "Minsky moment". Il primo e' stato il 2008...il prossimo sara' piu' profondo e lungo. E' il quando che non so, non il 'se"..di quello sono abbastanza sicuro.
    E ieri abbiamo saputo che 15.1 milioni di americani sono senza un lavoro...e molti, fra poco, senza un sussidio.

    RispondiElimina
  3. Caro Piglia, non ho motivi per pensare che lei non abbia ragione. Ci faccia però un fischio quando avverte la sensazione che il titolare del ristorante stia per arrivare al tavolo con il conto. :-)

    Luigi da Napoli

    RispondiElimina
  4. Maurizio Piglia4 dicembre 2010 01:06

    @Luigi
    Caro Luigi, non manchero', certamente...ma mi sa che questo conto...si paga alla "romana", ma solo fra noi gente comune....burocrati, politici, banchieri, elites varie, il conto lo passeranno alla gente comune.O almeno ci proveranno...vediamo se riusciamo a fargliene pagare una giusta quota parte dicendo al maggior numero di persone possibile che il gioco e' truccato!
    Salutami tanto Napoli..che e' troppo bella, nonostante tutto quello che le fanno.

    RispondiElimina
  5. Caro Piglia, la ringrazio per i lampi di saggezza con cui ci illumina. Napoli... sta nel cuore, ma ogni sempre più spesso sogno un paese come la "sua" nuova zelanda!
    saluti
    Luigi

    RispondiElimina
  6. Ciao Maurizio ti seguo sempre con molto interesse. Volevo farti una domanda: Quando il mercato azionale sale che benefici ci sono (o ci dovrebbero essere) per l'economia cosiddetta "reale"? E se la risposta è non ce ne sono: perchè? In teoria se gli asset che posseggo aumentano di valore dovrei essere sostanzialmente più ricco e quindi potrei decidere d'investire una parte di quella ricchezza in attività "reali"?

    Grazie in anticipo - Federico

    RispondiElimina
  7. ...non è esattamente vero che il debito pubblico è detenuto dai privati in gran parte...negli ultimi 3/4 anni le banche hanno rimpiazzato i titoli di stato dai portafogli privati con obbligazioni strutturate ed obbligazioni di emissione bancaria (che fanno raccolta diretta per gli istituti stessi, che come sappiamo hanno fame di quest'ultima...)

    RispondiElimina
  8. Maurizio Piglia6 dicembre 2010 21:39

    @Federico
    E' esattamente la stessa cosa che crede disperatamente Bernanke.Ma non funziona cosi', almeno, non piu'...nel frattempo, il valore di casa tua, di gran lunga il maggior investimento che hai, e' diminuito, la benzina e' aumentata, il carrello del supermercato ti costa sempre di piu', bollo, assicurazione etc stanno portando l'auto fuori portata di un buon numero di persone, e il prelievo fiscale aumenta...il tuo reddito no. Lui sta bello fermo inchiodato da un bel numero di anni, specie se hai solo un reddito da impiego. Prima dell'Euro, la sfangavi, guadagnavi (pura ipotesi..)un milione e mezzo tu e uno e mezzo tua moglie, andavate benone a 3 milioni al mese, bella solida piccola borghesia...adesso guadagni mille euro tu...e lei e' cassintegrata a 600 euro. Ti senti elettrizzato dall'"Effetto ricchezza" delle azioni e dei bond?? E comunque, per investire in attivita' "reali" dovresti smobilizzare, e se il Ponzi continua e i guadagni di carta ...perche' smobilizzare e prendersi la briga , che so, di aprire una panetteria e svegliarsi alle 2 di notte a metter su il pane...o accollarsi un qualsiasi rischio d'impresa?
    Ciao Federico.
    @Anonimo
    Non ho detto solo che il debito pubblico e' in mano ai privati. Ho detto che e' in mano perlopiu' a soggetti nazionali, a Italiani.Esiste molto debito pubblico in mano a istituzionali Italiani, vedi il recente caso Generali, il cui Credit Default Swap e' esploso verso l'alto, di recente, perche' ha in portafogli una bella fetta di debito pubblico Italiano.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  9. Grazie Maurizio, chiarissimo come sempre. Un caro saluto!

    Federico

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".