Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

martedì 23 novembre 2010

Una tempesta perfetta

Il mercato azionario asiatico estende le perdite dopo gli scambi di fuoco di artiglieria tra nord e sud Corea. Un nuovo motivo di tensione che si aggiunge alle preoccupazioni sulla crisi del debito europeo e alla possibilità che la Cina aumenti le misure finalizzate a limitare le pressioni inflazionistiche. Diminuiscono i prezzi dei metalli mentre si apprezzano dollaro, franco svizzero e obbligazioni tedesche.

Roberto Malnati - Responsabile gestione di Global Opportunity Investments a Lugano: "L'apprezzamento del dollaro, la Cina che proibisce alla banche di finanziare gli investimenti immobiliari e le bombe nelle isolette coreane azzerano tutte le notizie positive per gli indici azionari".

- Risposta a Andrea: "Quali sono i motivi che permettono all'argento di salire più degli altri metalli preziosi?"


3 commenti:

  1. ... e tanto fecero finchè piovve...
    Ottimo titolo, grande intervento, come sempre. Arrivano segnali importanti, da cogliere. Si inizia a sparare ed il "buck" inizia a salire. Perchè? La bassa volatilità non è segno di calma è piuttosto sinonimo di disattenzionem superficialità. Da un po' di giorni i segnali su chi si troverà il cerino in mano sono tangibili e non si è mai visto redimere debiti con altri debiti, per rimpinguare poi le tasche dei soliti noti. Credo sia la rivincita del tacchino che quest'anno per il giorno del ringraziamento sarà guardato con maggior attenzione. Luciano, perdona il mio simbolismo, ma la domanda credo sia chiara.
    P.S. Credo di immaginare il sorriso del veemente Maurizio.
    Un caro saluto
    Graziano

    RispondiElimina
  2. Maurizio Piglia23 novembre 2010 21:07

    Ahime' Graziano...
    non sorrido, Cassandra fini' schiava in catene a Micene per aver avuto ragione. Non si puo' sorridere quando, pur avendo visto il disastro arrivare, non si e' potuto fare granche' per evitarlo.Ho messo i miei clienti piu' al sicuro possibile, dove penso che sia sicuro, e ho lasciato per tempo un'Europa che paghera' duramente...ma questo e'un conto che pagheremo tutti, l'importante e' che siano davvero tutti; banchieri in primissima fila!

    RispondiElimina
  3. Ho messo i miei clienti piu' al sicuro possibile, dove penso che sia sicuro.......
    (Piglia)


    Luciano se è possibile puoi chiedere ai vari esperti che tipo di portafoglio (con un rischio medio)consigliano per il 2011?
    Grazie.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".