Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

giovedì 11 novembre 2010

Tutte facce della stessa medaglia

La maggioranza del mercato azionario asiatico è in rialzo, il prezzo del rame sale al record e quello del petrolio fino al massimo degli ultimi due anni. Moody's Investors Service ha migliorato la valutazione sulla capacità creditizia della Cina. Le nazioni del G20 si incontrano per cercare di garantire la ripresa dell'economia globale.

Maurizio Piglia - Responsabile investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "Gli Stati Uniti, nonostante continuino ad accusare la Cina di manipolazione della valuta, sono i responsabili dei loro problemi strutturali e dovrebbero iniziare a metterci mano, sopratutto ritornando a un senso di ragionevolezza fiscale".


3 commenti:

  1. A proposito del G20, qualcuno ha proposto che i prossimi raduni di questo tipo vengano fatti in videoconferenza.

    Sarebbe un'iniziativa tutt'altro che simbolica, dando un messaggio concreto sull'attenzione a diminuire i debiti pubblici, evitando di spostare e mantenere delegazioni di decine di persone per paese in giro per il mondo.

    Anche in questo caso un'opinione pubblica capace di sottolineare queste evidenti contraddizioni, anziché rubare i labiali dei vari premier, sarebbe d'aiuto.

    RispondiElimina
  2. Maurizio sempre lucidissimo, a sensazione l'atteggiamento del mercato mi pare simile a quello dell'estate 2008, ove al petrolio si sono sostituite tutte le materie prime, oro e argento in prima linea.
    Speculazione fatta da tutti gli operatori che devono portare rendimento mentre le valute svalutano, vedasi oggi che frontrunning ai pomo days futuri, free money for all?
    Free money mi fà molta paura e leggere i livelli di ottimismo post fomc fà pensare che se non ci fossero i POMO oggi si vedevano i -10%.

    Si romperà il giocattolo?

    Vi seguo sempre
    Federico

    RispondiElimina
  3. Maurizio Piglia14 novembre 2010 05:32

    @Alberto
    Le classi politiche del mondo, hanno perso qualsiasi capacita'di ascoltare gli elettori, se non in estrema vicinanza ad elezioni che minacciano di mandarli a casa, e anche li ascoltano poco e quello che fa loro comodo...credi davvero che rinunceranno a sprechi e viaggi e fastosi protocolli? Maria Antonietta invitava a mangiare brioche pochi giorni prima che la folla affamata e inferocita assaltasse Versailles...credi che questi di adesso siano diversi?
    @Federico...ricorda molto anche a me l'estate 2008. Tempo di fare molta attenzione.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".