Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

giovedì 25 novembre 2010

Alle porte di una nuova era coloniale

Le Borse europee chiudono in rialzo sostenute dai guadagni dei titoli minerari e immobiliari. Gli investitori ritengono che la crisi del debito in Europa, per quanto preoccupante, non inciderà sulla salute dell'economia globale. A Milano il risultato peggiore a causa delle perdite dei titoli bancari, telecomunicazioni e media.

Gianluca Braguzzi - Direttore gestioni e strategie di Total Return Sgr: "Siamo all'inizio di una diversa era coloniale che non sarà combattuta con i fucili ma che sarà giocata sui campi di battaglia della finanza".

- Bank of Ireland, Unicredit, Intesa Sanpaolo


8 commenti:

  1. non si vede bene,salto i complimenti perchè sono scomtati.
    Andrea

    RispondiElimina
  2. Andrea,

    in che senso non si vede bene, cosa c'è che non va?

    L'immagine di Gianluca Braguzzi non é nitida a causa di problemi nel collegamento. Il video scorre bene sul mio computer...

    RispondiElimina
  3. Maurizio Piglia25 novembre 2010 22:31

    No no..io l'ho notato bene!!!!!!!!!

    E mi pare che i suoi time frames siano piu' corti dei miei.
    Mi piacerebbe fare due chiacchiere direttamente con Gianluca.

    RispondiElimina
  4. Luciano,intendevo che il filmato si interempo spessissimo per poi riprendersi.
    Andrea

    RispondiElimina
  5. Luciano,rivisto il video ,ora ottimo,sarà il mio pc?può anche essere.
    Ringrazio per l'ottimo lavoro che stai facendo per noi piccoli risparmiatori

    RispondiElimina
  6. Andrea, sembra un problema legato alla tua connessione internet e/o al numero di persone che sta guardando il video allo stesso momento. Quando succede prova a ricaricare la pagina e far ripartire il video.

    Grazie a te

    RispondiElimina
  7. intanto grazie per vloganza che è diventato il mio sito di informazione finanziaria n°1.
    vorrei che chiedesse a Braguzzi, Malnati e Piglia cosa ne pensano dell'analisi ciclica e se la utilizzano.
    serebbe splendido se riuscisse a incrementare gli interventi quotidiani e se, in particolare, potesse inserire una sezione di analisi operativa sui principali mercati (futures) internazionali.
    grazie ancora per questa grande iniziativa.
    franco

    RispondiElimina
  8. Gianluca Braguzzi26 novembre 2010 14:18

    L'analisi ciclica è stata per molto tempo "il mio pane quotidiano" professionale. Ancora oggi la studiamo e analizziamo. Nella gestione però è stata "uccisa" dalla diffusione delle informazioni e delle metodiche correlate.
    Pertanto ci siamo indirizzati verso modelli quantitativi e mutliconcettuali spesso decorrelati o addirittura anticorrelati all'interno dello stesso prodotto.

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".