Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

giovedì 21 ottobre 2010

Questa liquidità non ha logica, bisogna cavalcarla e basta

Il mercato azionario asiatico è misto tra le perdite dei titoli finanziari e i guadagni dei dettaglianti e di parte della tecnologia. L'economia cinese cresce al passo più lento dell'ultimo anno. In rialzo l'azionario indiano sostenuto dall'ottimismo sul miglioramento dei conti aziendali. Euro in apprezzamento su dollaro e yen.

Maurizio Piglia - Responsabile degli investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda: "La liquidità presente sul mercato non deriva da considerazioni logiche sull'economia o sui conti delle aziende è una tempesta di quattrini che fa salire tutto, bisogna fare buon viso a cattivo gioco".

- Risposta a
Domenico: "La visione di Maurizio Piglia sui mercati non fa una grinza, però intanto si sale. Non ci capisco più nulla".
Piero: "Sarebbe interessante avere un consiglio da Maurizio Piglia su quali forme di investimento, noi italiani, dovremmo scegliere per i prossimi 2, 4 anni".


5 commenti:

  1. Mi chiedo come si fa a restare tutti seduti su una bolla di dollari americani così grande?

    Mi chiedo quanto sia vero che lo stato americano possa veramente rimborsare il proprio debito pubblico?

    C' è un potenziale rischio di azzerare il valore del dollaro nel medio periodo?

    RispondiElimina
  2. Gli Americani lo chiamano TSHF......
    Dott.Piglia qual'è la risposta?

    Complimenti per tutti i video di Vloganza.
    Una domanda per il dott.Piglia:
    in alcuni suoi video lei parla di "valore nominale e valore reale" nel contesto del deprezzamento del dollaro in generale sulle materie prime. In pratica lei dice che un "bene" ha un valore nominale ma con il deprezzamento del dollaro non è quello "reale".
    Dott.Piglia non pensa che la speculazione riporta il prezzo al valore nominale e se ne frega del deprezzamento del dollaro?
    Io non sono esperto ma lei sicuramente conoscerà le potenzialità della speculazione.

    RispondiElimina
  3. Meglio questa dissennata liquidità oppure i dazi? Cosa ci possiamo attendere dal G20?

    RispondiElimina
  4. Per gli states la valanga di dollari "stampati" ad libitum e' la sola strategia possibile nell'immanente per prendere tempo in attesa che il sistema riparta in qualche modo...
    L'alternativa e' mettere a libro i reali valori degli asset in pancia alle banche con cio' che ne seguirebbe.
    Se l'conomia non riparte di moto proprio ci aspettano o anni di deflazione nipponstyle o un qualche crash valutario con possibile scenario iperinflattivo.

    La speculazione e' speculazione ..punto.

    Per ora e' in sella al toro ..tra qualche settimana/mese potrebbe saltare in groppa ad un orso terrificante.
    D'accordissimo con Piglia che questa fase , che comunque potrebbe benissimo finire gia' a 1210 di SP500 ,va cavalcata pronti a saltar giu' .
    Anzi ormai guarderei solo alla rottura del livello anzidetto ...

    Complimenti per l'iniziativa davvero unica in Italia e per la qualita' degli interventi ...fra i migliori Maurizio Piglia di sicuro

    RispondiElimina
  5. Maurizio Piglia25 ottobre 2010 12:07

    @Giovanni
    TSHF The Shit hits the fan...ovvero, la cacca ha colpito il ventilatore, e date le perticolari condizioni di fisica balistica del momento...si e' sparsa su una vasta area. :):)

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".