Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 15 ottobre 2010

Il futuro prossimo sarà roseo per la Borsa americana

Il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha detto che un ulteriore stimolo monetario potrebbe essere dovuto a causa di un'inflazione troppo bassa e di un livello di disoccupazione troppo alto. Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti aumentano oltre le aspettative a settembre mentre la fiducia dei consumatori di ottobre non raggiunge le previsioni.

Marco Bonelli - Responsabile relazioni estere di CL King & Associates, a New York: "Storicamente non c'è nessun altro elemento così critico nel determinare un rialzo di Borsa come un eccesso di liquidità, di conseguenza sono molto tranquillo e penso che il futuro prossimo sarà roseo per quanto riguarda la Borsa americana".


5 commenti:

  1. Maurizio Piglia16 ottobre 2010 00:58

    Sono d'accordo con lui, la liquidita'si riversa inevitabilmente sull'azionario.
    Ma quello che Marco dimentica (e non e' colpa sua, il suo punto di vista e' da New York, quindi guadagna e spende in $US)e'che essere investiti in azionario Usa e quindi in $US dal Giugno, senza essere coperti sulla valuta, si e' tradotto in molti casi in un correre sul posto. In Euro di sicuro, siamo passati da 1,24 a 1,40 contro il $US. Senza "hedge" valutario si e' perso del tempo. L'effetto della liquidita' ad oltranza e' proprio questo, la svalutazione del $US

    RispondiElimina
  2. E' la seconda volta nella storia del capitalismo Americano, la prima fu il "New Deal" di F.D.Roosevelt nel 1930.
    I riscontri nell'ultimo secolo, ci sono, e precisi!

    RispondiElimina
  3. Al Congresso americano è alla discussione il disegno di legge del deputato americano Levin, che propone di applicare dei dazi compensativi a merci di produzione cinese.

    Se questa linea protezionista passasse, sarebbe plausibile una replica cinese e in questa ipotesi, cosa potrebbe cambiare nell'attuale scenario?

    RispondiElimina
  4. Questo che ho sentito parlare non capisce niente di macroeconomia....Non capisce che stiamo andando verso un futuro deflattivo e non sa nemmeno a cosa stiamo andando incontro nel 2011-2012 con i reset dei mutui Alt-A e ARMS...Non capisce che le azioni di Bernanke non possono che portare allo sfascio del sistema finanziario.

    Però sono d'accordo con lui sul fatto che il mercato salirà...La liquidità fa miracoli sul breve periodo...

    Ciao
    Nicola

    RispondiElimina
  5. difatti non sono un economista, ma un operatore di mercato....

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".